Dopo tre anni dal terzo episodio della saga di Master Chief arriva Halo Reach, in cui non sarà presente lo Spartan John 117 ma a essere protagonisti saranno i componenti del Noble Team in particolare Noble Six, lo Spartan utilizzato dal giocatore .
La storia funge da prequel ad Halo Combat Evolved e narra la sconfitta degli Spartan nei confronti dei Covenant Avvenuta su Reach, pianeta in cui vengono addestrate le reclute Spartan.
Al livello dl gameplay non ci sono grosse differenze da Halo 3 , sono state inserite diverse nuove armi e modificate esteticamente alcune armi , è stata tolta la possibilità di utilizzare due armi contemporaneamente , sono stati aggiunti diversi potenziamenti utilizzabili dopo un certo lasso di tempo .
Queste piccole aggiunte non fanno che migliorare il già perfetto gameplay dei precedenti episodi ; spettacolare la sessione a bordo di un caccia spaziale . Dal punto di vista grafico il gioco è al top ed è nettamente migliorato rispetto ad halo 3 , il comparto sonoro è perfetto e sono state aggiunte nuove , epiche musiche da parte di Bungie .
La storia è sviluppata in una maniera eccellente con momenti memorabili esaltati dagli ottimi video di intermezzo tra un livello e l’altro , quindi la campagna single player è praticamente perfetta , con una longevità ed una epicità nettamente superiore agli standard del genere , mai noiosa , mai ripetitiva , mai scontata e da sola vale il prezzo del gioco .
Ma , come la maggior parte degli sparatutto il fulcro del gioco , ciò che lo rende infinito è l’online , migliorato grazie all’aggiunta di diverse modalità e dell’editor del personaggio . Quest’ ultimo è una novità per la serie di Halo , i crediti ottenuti durante l’online possono essere spesi per acquistare potenziamenti , puramente estetici del personaggio . Le varie modalità aggiunte , come la modalità invasione risultano ben implementate e divertenti . Ritornano le varie modalità che hanno reso famosa la serie come massacro , cattura la bandiera e re della collina , ma soprattutto ritorna la modalità sparatoria , introdotta con Halo ODST , modificata rispetto all’originale e resa divertentissima soprattutto con 4 giocatori .
In conclusione Halo Reach rappresental’ennesimo capolavoro della serie e grazie ad un ottima campagna single player e a un multiplayer perfetto rappresenta un gioco da avere assolutamente per tutti i possessori di xbox 360 ed è a tutti gli effetti il miglior gioco del 2010 e uno dei migliori della storia

Fan di Halo e PCista, vado matto per il cinema, le serie tv, lo sport, la musica rock anni 60-70, i Simpson e Futurama, Tolkien e Asimov. Amante di natura e animali, spero in futuro di poter lavorare come redattore per un sito videoludico. Per contattarmi: [email protected]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up