Recensione: The Elder Scrolls V: Skyrim

Recensioni Utenti
Dopo diversi anni dall’uscita del quarto episodio della serie the Elder Scrolls, esce Skyrim , sviluppato e pubblicato da Bethesda.
L’inizio del gioco è il classico inizio dei giochi di questa serie il personaggio si trova prigioniero delle guardie di Skyrim perchè ritenuto complice dell’uccisione dell’imperatore da parte di Ulfric manto della tempesta , ad un passo dalla morte verrà salvato dall’arrivo di un drago che distruggerà il villaggio di Helgen .
Il gameplay è molto simile a quello del predecessore con la possibilità di portare due armi contemporaneamente o di portare uno scudo o di utilizzare una magia in entrambe le mani , inoltre si ha la possibilità di passare dalla prima alla terza persona , sebbene il gioco sia pensato per essere giocato in prima persona .
La storia è longeva , molto varia e divertente , ma il fulcro del gioco sono le missioni secondarie e l’esplorazione del territorio immenso , le quest sono infinite e possono portare la durata del gioco oltre le 100-200 ore . Sono presenti diverse armi e tantissime armature e magie di ogni genere ,di distruzione di evocazione e molti altri tipi . La libertà di gioco viene rispecchiata anche nella progressione del personaggio con un numero di skill tra cui scegliere semplicemente immenso .
Dal punto di vista grafico bisogna lodare il lavoro svolto da bethesda per la creazione di paesaggi vari e immensi e la creazione di effetti come la neve davvero realistici , anche se sono presenti diverse texture a bassa definizione che peggiorano sensibilmente il comparto tecnico . Uno degli elementi principali è la colonna sonora , semplicemente epica , essa accompagna il giocatore durante gli scontri più difficili , come le battaglie con i draghi .

In conclusione Skyrim è un ottimo gioco ma non un capolavoro , sebbene si avvicini moltissimo alla perfezione , per problemi come le texture in bassa definizione , la presenza di dungeon abbastanza ripetitivi e il fatto che il gioco non sia accessibile a tutti , ma tutto rimane in secondo piano difronte alla vastità e alla quantità del mondo di gioco e alle quest capaci di incollare il giocatore davanti allo schermo .

Fan di Halo e PCista, vado matto per il cinema, le serie tv, lo sport, la musica rock anni 60-70, i Simpson e Futurama, Tolkien e Asimov. Amante di natura e animali, spero in futuro di poter lavorare come redattore per un sito videoludico. Per contattarmi: [email protected]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up