Great Expectations: I Film di fine novembre

Cinema Featured

Il Natale è alle porte ed è un ottimo periodo per inaugurare la rubrica “Great Expectations”, che si concentrerà sui desideri e sulle aspettative scatenati dai film in uscita! In verità, nonostante titoli come “Il peggior Natale della mia vita” stiano per lanciare la volata ai classici prodotti natalizi, il mio palato è stuzzicato da tre titoli che non potrebbero essere più lontani dal clima del “volemose bbene”, del “siamo tutti più buoni” e dei regali di circostanza.

Eccoli qua.

 

7 PSICOPATICI (uscita IMMINENTE: 15 novembre)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=wu2aiVTKg9w&w=640&h=360]

Sette personaggi assurdi da inventare: oppure esistono già? Martin McDonagh, già autore del fascinoso “In Bruges” (2007) e già vincitore di un Oscar per miglior cortometraggio, è regista estroso, amante delle storie insieme raffinate e folli. Così sembrerebbe essere anche questa, in cui uno sceneggiatore ha venduto uno script dal nome “7 psicopatici”, pur non avendo ancora scritto una riga. Come riuscirà a completarlo? Mi aspetto grandi trovate, cucite addosso in particolare a Woody Harrelson (che si sta specializzando in ruoli schizzati e qui ha sostituito in corso d’opera Mickey Rourke) e a Christopher Walken, con un ottimo ritmo ed un fondo di sana cattiveria. Un antidoto al buonismo eccessivo (anche quello del trailer?). Con Colin Farrell e Tom Waits. Al cinema!

 

IL SOSPETTO (uscita 22 novembre)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=6Ou322ShBYU&w=640&h=360]

Thomas Vinterberg, ex compagno “dogmatico” di Lars Von Trier, ci promette una storia a dire il vero non del tutto originale, ma tesa e coinvolgente. Un insegnante viene accusato di molestie da una bambina e la sua vita va a pezzi. Nell’accusa non c’è niente di vero, ma voi a chi dei due credereste? Il titolo internazionale (“The Hunt”, “La Caccia”) è più suggestivo di quello italiano e ci fa immedesimare nella preda innocente. Scommetto che sarà un film asciutto, che scava a fondo negli sguardi dei personaggi, con il ritmo crescente dell’angoscia del protagonista. Ci troveremo senz’altro a riflettere sui pregiudizi e sul rapporto tra realtà e fantasia, ma con quali conclusioni? In Italia esce prima che in Danimarca, paese di produzione, dove bisognerà aspettare il 10 gennaio.  Al cinema!

 

END OF WATCH (uscita 22 novembre)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=Z_k–c_I4wk&w=640&h=360]

Crudezza e realismo. Avete presenti quegli spezzoni con i poliziotti americani in azione ripresi dalla camera della loro volante? Con questi espedienti di regia ci caliamo nella vita di tutti i giorni di due reclute del dipartimento di Los Angeles: niente filtri, nessun taglio, solo presunta realtà nuda e cruda. Il regista David Ayer è specialista di storie adrenaliniche (Fast and Furious, SWAT, La notte non aspetta) e il trailer mi convince che non si tratti del solito poliziesco in cui i poliziotti buoni soffrono, si alcolizzano, ma sconfiggono i cattivi. Al cinema!

 

Alla prossima settimana, con i film del periodo natalizio.

 

narrating, creating and reflecting a mesmerized world.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up