“Brave” è l’ultimo film d’animazione della Pixar decisamente rivoluzionario poiché non segue i canoni della classica storia di principesse. Sicuramente diventerà il film in cui i genitori di tutto il mondo saranno trascinati dai loro figli. La buona notizia è che i bambini probabilmente lo ameranno, e la cattiva notizia è che i genitori saranno delusi se stanno sperando in un altro groundbreaker della Pixar.

La principessa è Merida (voce di Noemi Durante le Parti cantate), vista in un ricco prologo come una piccola monella scozzese dai capelli rossi come il fuoco la cui vita viene totalmente cambiata da un regalo di compleanno anticipato di un arco, che la ispira subito a diventare il miglior arciere del regno.

Subito dopo, vediamo Merida come una giovane donna in età da marito, spaventata dalla richiesta della Regina Elinor, sua madre, di sposare il primogenito di clan amici, per mantenere la pace tra i popoli. Ma l’indole così ribelle della principessa porterà uno stravolgimento del suo destino. Infatti, Merida salta sul suo fidato destriero e fugge nella foresta, dove delle piccole fiammelle blu, la portano al cottage di una vecchia strega.

Ella la supplica per farle un incantesimo in modo da far cambiare idea alla Regina Elinor ma la strega la cambia totalmente: Trasforma Elinor in un orso!

Fortunatamente, l’incantesimo ha una scappatoia… Merida ha esattamente due giorni di tempo per invertire l’incantesimo. Dopo che lei e sua madre capiscono quanto è successo, iniziano a lavorare insieme ed a instaurare un rapporto che le avvicina più che mai. Però c’è una complicazione: poichè il Re Fergus combattendo con un orso ha perso una gamba, ha avuto da allora una certa antipatia per essi. Non sorprende che quando vede sua moglie trasformata in un orso, non la riconosce. Il finale è abbastanza forte, e il cambiamento di carattere di Merida è la ciliegina sulla torta.

“The Brave” porta con sè un messaggio molto importante di fiducia per  migliorare la comunicazione tra madri e figlie, anche se trasformare tua madre in un orso è un passo un po’ troppo estremo. Per il resto la premessa e la storia in generale non sono tanto esplorate quanto dovevano essere, però l’animazione è spettacolare. Tutto funziona in “The Brave”, musica, atmosfere, fotografia, tutto meravigliosamente incorniciato in un fantastico paesaggio scozzese.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up