Crysis 2 – Recensione

SCHEDA GIOCO
TITOLO: Crysis 2
SVILUPPATORE: Crytek
PUBLISHER: Electronic Arts
DATA DI USCITA: 25-03-2011
LINGUA: Totalmente in italiano

Dopo aver sbalordito gli utenti PC con il primo titolo della serie, il team tedesco Crytek porta finalmente su console Crysis 2, mettendoci nei panni di un soldato superpotenziato in una New York devastata da un’ infestazione aliena. Le aspettative per questo titolo sono state finora altissime: non resta che scoprire se siano state mantenute tutte.
Crysis 2 ci mette nei panni di Alcatraz, un marine inviato in una martoriata New York per aiutare l’evacuazione della città, vittima di un’invasione degli alieni Ceph: proprio mentre il protagonista e il suo team si avvicinano via mare alla costa di Manhattan, vengono sorpresi da un attacco nemico finendo per disperdersi tra fiamme e devastanti esplosioni. Alcatraz sviene nella confusione… Al suo risveglio si ritrova con in dosso la nanotuta, fusasi a livello cellulare con il suo corpo, capace di conferirgli capacità incredibili. Forza, velocità e salti potenziati oltre all’invisibilità oppure dotarsi di una corazza durissima, sono tra le capacità che la tuta gli mette a disposizione. Colui che ha lasciato in eredità la nanotuta al nostro marine, nient’altro è che Prophet (una vecchia conoscenza del primo episodio), che lo lascia con il compito di rintracciare e mettere in salvo uno scienziato che potrebbe avere la chiave per debellare definitivamente l’invasione. Inizia così la nostra avventura tra le strade e i grattacieli di Manhattan, combattendo sia contro le forze speciali della Crynet Systems e contro i potenti invasori Ceph. Riguardo ai legami col primo titolo, la storia rappresenta una sorta di “ripartenza da zero” per la serie, con un nuovo protagonista e pochi punti di contatto col primo gioco. Chi ha giocato il primo Crysis troverà comunque, diversi riferimenti alla storia precedente.

GRAFICA: Il CryEngine 3, motore grafico di CryTek, studiato appositamente per girare anche sulle console, si muove con disinvoltura, regalandoci un colpo d’occhio veramente notevole. Effetti luce ed effetti particellari sono realizzati con la massima cura, così come la realizzazione dei liquidi.
Il level design è fantastico, regalandoci una New York martoriata dalla catastrofe aliena, davvero affascinante, e con una linea d’orizzonte molto longeva, ed un frame-rate ancorato sui 30fps.
E’ incredibile come i ragazzi del team CryTek siano riusciti a riprodurre con una cura certosina, un comparto tecnico che non sfigurerebbe su pc, con settings medio-alti.
Con tutta questa bellezza, era inevitabile scendere a compromessi, come textures non sempre nitide, dello sporadico tearing, ombre talvolta in low-definition ed un design dei Ceph scarno e poco ispirato.
Ovviamente sono piccoli dettagli che inficiano di poco, la godibilità del titolo.

SONORO: Comparto sonoro davvero perfetto, con un doppiaggio in italiano nella media, ed effetti sonori appena sufficienti.
Ma la vera gioia per il nostro udito, è costituita dalla colonna sonora composta nientemeno che da, Hans Zimmer, consacrato compositore della scena Hollywoodiana (autore delle soundtrack di film del calibro di: Rain Man, Pirati Dei Caraibi, Il Cavaliere Oscuro) . Le sue composizioni sono struggenti, emozionanti ed epiche, ed aiutano il videogiocatore a comprendere i momenti drammatici e quelli più adrenalinici, ed aumentano il senso di libidine durante le fasi più concitate.

GAMEPLAY: Il gameplay ha sostanzialmente le basi del primo capitolo, con le dovute modifiche e perfezionamenti del caso.
Ma ciò che colpisce nel gameplay di Crysis 2, è la libertà di scelta nell’approccio sul campo di battaglia. Possiamo affrontare la battaglia in maniera stealth, utilizzando tutti gli accorgimenti del caso (vedi invisibilità) oppure senza fronzoli, prediligendo l’attacco frontale utilizzando principalmente la corazza. Ma, in qualsiasi modo deciderete di procedere, il successo sarà premiato sempre con una grande sensazione di soddisfazione.
La calibrazione dei movimenti, è stata studiata a puntino. A tal punto da risultare comoda ed efficiente anche nelle situazioni più concitate!

LONGEVITA’: La durata della campagna è di circa 10-11 ore, una durata sostanzialmente nella media dei giochi attuali. Longevità che aumenta sensibilmente, se si considera la modalità multiplayer, che con i poteri della nanotuta e la libertà d’approccio, lo rende il vero valore aggiunto di questo titolo.
L’offerta è decisamente ricca, composta di dodici mappe tratte da ambientazioni viste nella campagna singolo e sei modalità. Due Deathmatch, uno a squadre e l’altro tutti contro tutti, Punto d’Impatto, che vi richiederà di conquistare e mantenere il controllo di alcuni obiettivi, Recupera il trasmettitore, una sorta di Cattura la Bandiera in cui dovrete prendere il trasmettitore nemico e portarlo nella vostra base, Assalto, in cui la squadra dotata di Nanotuta deve riuscire ad inviare i dati dai terminali difesi da una squadra di soldati normali con una sola vita a disposizione, ed infine Recupero, in cui dovrete recuperare i Bio-Parassiti alieni per poi portarli a dei punti di recupero per potenziare le Nanotute.

CONCLUSIONE: Crysis 2, a conti fatti, è un titolo imperdibile, destinato a rimanere nella storia dei videogame, come uno dei più riusciti FPS. Una storia struggente e disperata, fanno di questo titolo uno dei più coinvolgenti FPS presenti sul mercato videoludico odierno… Un vero must!
“Mi chiamano, Prophet”.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.