Recensione: Borderlands 2 – L’FPS/GDR con il 96,5% di Wub Wub in più!

Il primo Borderlands, FPS/GDR realizzato da Gearbox Software, è stato uno dei giochi più apprezzati del 2009, grazie alla sua natura ibrida, grazie all’umorismo del gioco e soprattutto grazie all’elevatissimo numero di armi presenti. Il suo seguito, rilasciato il 21 Settembre su Xbox 360,PS3 e PC, ha il compito di migliorare sotto tutti i punti di vista il primo capitolo, a partire dal divertimento e dalla longevità del gioco.

TRAMA

Il gioco è nuovamente ambientato sul pianeta Pandora, e questa volta potremo impersonare uno tra quattro nuovi cacciatori che dovranno vedersela con le creature che lo popolano, ma sopratutto con Hyperion Corporation, capitanata da Jack il Bello, uno degli antagonisti più carismatici degli ultimi anni. L’industria è pioniera nell’estrazione di Iridium, prezioso minerale utilizzato come moneta e come fonte di energia. Il problema sorge dalla continua trivellazione del pianeta, che lo ha reso instabile. A peggiorare la situazione ci pensa l’esistenza di una seconda Cripta, la cui apertura sarà estremamente importante per il destino del mondo. Già dalle battute iniziali capiremo di non essere di fronte ad una trama da oscar, ma nonostante tutto, grazie al carisma di ogni singolo personaggio e grazie all’umorismo che traspare per tutta la durata dell’avventura (principalmente durante i dialoghi) il giocatore non potrà che esserne coinvolto e rimenere incollato alla console o al computer per tutta la durata del gioco.

GAMEPLAY

All’inizio del gioco si potrà scegliere una tra quattro classi: Il Gunzerker, la Sirena, il Commando e l’Assassino. La scelta sarà davvero ardua e per renderla più semplice descriverò brevemente ogni classe. Il Gunzerker, impersonato da Salvador, permette di impugnare due armi contemporaneamente per qualche secondo, raddopiando il danno inflitto. Insomma si tratta del personaggio più semplice da padroneggiare e quindi una scelta sicura per coloro che vogliono adottare un approccio diretto, senza troppi problemi.

Il Commando, impersonato da Axton, potrà sfruttare una torretta di supporto per alcuni secondi, permettendo di ripararsi o di ricaricare le munizioni o anche di seminare il panico tra le linee nemiche, realizzando una carneficina.

La sirena, Maya, potrà immobilizzare il proprio avversario per qualche istante. È chiaramente una classe pensata per la co-op. in quanto la sua abilità principale deve essere sfruttata insieme ad un altro personaggio.

L’ultima classe è forse la più riuscita e la più interessante, l’Assassino, Zero, il quale potrà sfruttare un clone, che attirerà su di se tutto il fuoco nemico.

Le quattro classi presenti, bilanciatissime, spiccano sopratutto per varietà e originalità e ciò porterà ad una rigiocabilità altissima, dato che saremo spinti a terminare il gioco con tutti i personaggi.

Ciò che salta subito agli occhi è l’incredibile numero di armi sparse su Pandora, che potranno essere ottenute, acquistandole presso i rivenditori, raccogliendo il bottino lasciato dai nemici o aprendo i tantissimi scrigni presenti, e ciò permetterà al giocatore di cambiare arma ogni 10-15 minuti, dato che ogni bocca di fuoco possiede caratteristiche uniche, come danni elementali.

Enorme risulta essere anche il numero di quest secondarie, che porteranno il giocatore ad esplorare nella sua interezza il mondo di gioco e ad affrontare  situazioni sempre differenti ed esilaranti. Infatti bisogna affermare come alcune missioni secondarie siano addirittura più divertenti della storyline principale. La longevità si attesta su ottimi livelli, che assicura almeno 15 ore di assoluto divertimento, anche per chi non vuole perdere troppo tempo, portando a termine semplicemente la campagna principale.

Borderlands 2 risulta anche un ottimo FPS, molto frenetico, mai noioso e ripetitivo, con qualche riserva per chi non ama particolarmente questo genere e desidera giocarlo in Single Player. Il livello di sfida è davvero elevato, anche se in questo senso stona un IA non sempre convincente e sopratutto una sorta di modalità ultima chance, durante la quale il giocatore, potrà cercare di ritornare in vita uccidendo almeno un nemico in un  brevissimo lasso di tempo; si tratta sicuramente di uno stratagemma, ideato per limitare il senso di frustazione, anche se esso limita in parte, la difficoltà del gioco, almeno in singolo giocatore.

GRAFICA e SONORO

Tecnicamente parlando Borderlands 2 è davvero uno spettacolo per gli occhi. Il Cell Shading, che ha reso celebre il suo predecessore, ritorna più informa che mai, grazie a colori accesi e vivaci e ad effetti particellari davvero ottimi. A stupire è sopratutto il design dei nemici e la varietà dei livelli, tutti realizzati con precisione quasi maniacale e senza elementi a bassa risoluzione. Non mancano, purtroppo, alcuni bug, come rallentamenti nel caricare le texture.

Il sonoro di Borderlands 2 mostra i due lati di una stessa medaglia, da una parte ci troviamo di fronte ad un doppiaggio italiano di altissimo livello, in grado di caratterizzare praticamente alla perfezione quasi tutti i personaggi del gioco, ma allo stesso tempo le musiche del gioco non convincono mai, in quanto vengono utilizzate semplicemente per sottolineare i momenti più importanti dell’ avventura.

CONCLUSIONI

Divertente in singolo, epico ed esilarante in co-op, violento e volgare, Borderlands 2 si presenta come uno dei giochi più riusciti di tutto il 2012 e non solo. La quantità di cose da fare è davvero enorme e il gioco promette decine e decine di ore di puro divertimento. Insomma ci troviamo di fronte ad un autentico capolavoro, che non può assolutamente mancare nella vostra collezione.

PRO:

  • Un goziliardo di armi
  • Tecnicamente ottimo
  • Tantissime ore di gioco assicurate
  • Devastante in co-op e divertentissimo in single player
  • Provoca assuefazione
  • Personaggi carismatici

CONTRO:

  • Qualche magagna tecnica
  • Trama superficiale
  • In single player potrebbe annoiare
  • Provoca assuefazione

GAMEPLAY: 9,5

GRAFICA: 9

LONGEVITA’: 9,6

SONORO: 8,5

TOTALE: 9,4


Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.