Uncharted 3: L’Inganno Di Drake – Recensione

Finalmente ci siamo. C’è una certa emozione nel provare il terzo capitolo della fortunata serie Uncharted, divenuta ormai un caposaldo del panorama videoludico, esclusivo di Sony Playstation.
Emozione, per l’attesa d’immedesimarci nella terza avventura di Nathan Drake & co., emozione per dedicarci ad un titolo carico di attese, e che sia quantomeno di pari bellezza, rispetto al secondo acclamato capitolo.
Nathan Drake, è alla continua ricerca delle rotte percorse dal suo antenato Sir Francis Drake, noto esploratore al soldo della regina d’Inghilterra, del XVI secolo.
Le continue ricerche, lo condurranno proprio in Inghilterra, dove faremo la conoscenza dei villains di turno, Talbot e Lady Marlowe, e di un nuovo membro della combriccola di Drake, Charlie Cutter, oltre ai già noti Victor Sullivan, Elena Fisher e Chloe Frazer.
La trama è, come di consueto, fitta, affascinante e ricca di colpi di scena, in questo capitolo come non mai, dove conosceremo le origini del legame tra Nathan e Sully, e rispolvereremo le acrobazie funamboliche di Drake. Pronti per l’avventura?

GRAFICA: Il titolo graficamente risulta impeccabile, con textures ad alta definizione su ogni superficie, e degli effetti di luce ed ombra davvero fotorealistici. Ottimi anche il motion-capture, lo straordinario level-design e la cura dei dettagli in generale, basti pensare al livello nel Rub’Al-Khali dove ogni nostro passo lascerà un solco nella soffice sabbia.
Da segnalare anche una maggiore distruttività delle strutture di gioco, quindi una maggiore interazione con gli elementi di contorno.
Il tutto mosso con estrema disinvoltura a 30 fps stabili, senza tentennamenti.
Difetti veniali, quali un leggero aliasing e delle ombre in low definition, non compromettono l’ottimo lavoro di Naughty Dog su Uncharted 3, che a conti fatti risulta maestoso e piacevole a vedersi… In altre parole, uno dei migliori comparti grafici di questa generazione.

SONORO: Il comparto audio di Uncharted 3, risulta ottimo e particolarmente curato, con un’interpretazione magistrale da parte dei doppiatori, sia per i protagonisti che per i personaggi comprimari, effetti sonori molto realistici ed un campionario di composizioni ottimamente realizzate, a partire dal consueto tema principale, fino alle musiche d’accompagnamento. Ottimo il lavoro svolto da Greg Edmonson, compositore al soldo della Naughty Dog.

GAMEPLAY: Naughy Dog, ha pensato bene di non stravolgere il gameplay tradizionale della serie, lasciando l’ottima struttura dei precedenti capitoli, arricchita da migliorie in ambito di calibrazione e precisione. Queste migliorie, sono riscontrabili nel sistema di combattimento, ora finalmente efficace e funzionale all’ambiente che ci circonda, e nella fisica del personaggio, ora calibrata al millimetro.
Altra piccola novità utile nelle fasi più action, è la possibilità di rispedire al mittente le granate che ci verranno scagliate contro, tramite una sorta di quick-time event.
Tutto nel gameplay, è stato esplicitamente studiato per fare credere al videogiocatore, o a chi guarda lo schermo, di essere di fronte ad un vero film interattivo, piuttosto che ad un vero e proprio videogioco.

LONGEVITA’: La storia principale, vi rapirà dal primo all’ultimo minuto, delle 8-9 ore necessarie a completarla. Tuttavia, è bene sottolineare come la durata della campagna principale sia leggermente inferiore rispetto al precedente capitolo, ma non per questo meno emozionante. Proprio per la durata più contenuta rispetto ad Uncharted 2, il gioco è privo di momenti morti e sparatorie infinite, risultando godibile e dalla regia impeccabile.
Torna anche in questo terzo episodio la modalità multiplayer. Numerose modalità ci accompagneranno dopo aver terminato la campagna principale, come il consueto Deathmatch sia a squadre, che tutti contro tutti, l’Arena Cooperativa, e la cooperativa classica costituita da diverse missioni ispirate al level-design della campagna singolo giocatore, affrontabili sia in split-screen, sia online.

CONCLUSIONE: Uncharted 3, può definirsi un titolo imperdibile per ogni amante degli action-adventure, e per ogni amante dei giochi realizzati con cura e dedizione. Un’esperienza travolgente, che vi farà innamorare ancor più delle vicende di Nathan Drake e la sua combriccola. Un’esperienza assolutamente appagante, da considerare come uno dei gradini più alti toccati dall’industria videoludica negli ultimi anni. Se avete una PlayStation 3, non esistate un solo secondo… Se non la avete… Beh, forse è giunto il momento di acquistarne una, non credete?
Imperdibile.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.