CI Games rivela la storia dei personaggi di Sniper: Ghost Warrior 3

CI Games introduce Sniper: Ghost Warrior 3, la più completa esperienza da cecchino di tutti i tempi. Ogni personaggio ha il suo bagaglio di esperienza e le sue motivazioni, professionali e personali.

Eccoli nel dettaglio, la storia di ognuno di loro.

Jonathan North | Nome in codice : Lodestar | Anni: 38
Jon è cresciuto in un ranch, ai piedi delle Montagne Rocciose del Colorado. Il suo migliore amico e grande rivale era suo fratello più giovane, Robert. La sua famiglia ha sempre considerato il servizio militare la più alta forma di patriottismo. Entrambi i fratelli si sono arruolati non appena l’età gliel’ha consentito.

Jon ha scalato rapidamente i ranghi del Corpo dei Marines degli Stati Uniti ed è stato selezionato per far parte di un prestigioso plotone di cecchini. I suoi risultati senza macchia, le sue abilità di combattimento e la sua esemplare autodisciplina lo hanno portato all’attenzione del Joint Special Operations Command (JSOC). Ha avuto moltissimi successi per JSOC ed è stato premiato per il suo eroismo durante una missione in Afghanistan.

All’inizio di Sniper: Ghost Warrior 3, Jon arriva nella Repubblica della Georgia, un paese strategicamente molto importante, tra l’Asia occidentale e l’Europa orientale. I gruppi dei separatisti stanno destabilizzando il paese e spingendo la Georgia verso una sanguinosa e caotica guerra civile.

Il compito di Jon è di sabotare le operazioni separatiste e neutralizzare i principali leader.
E’ perfetto per questa operazione necessaria per fermare i traditori spietati e salvare i civili innocenti.

 

Lydia Jorjadze | Nome in codice: Dael / Lynx | Anni: 32
Lydia è diventata una tiratrice esperta non appena è stata in grado di sollevare fisicamente un fucile. Nella Georgia rurale, essere un abile cacciatore faceva spesso la differenza tra vivere per vedere un altro inverno e morire di fame o congelato.

Una carriera militare sembrava la scelta più ovvia in un paese con limitate opportunità per le donne. Lydia si è immediatamente fatta un nome per le sue abilità e il suo coraggio eclissando molti degli uomini intorno a lei. E’ entrata nelle Forze Speciali infastidendo il generale Boris Rokva che ha bloccato la sua carriera e ha tentato di scambiare la promozione in cambio di favori sessuali. Lydia ha sempre rifiutato.

Quando il generale Rokva ha provato con la forza ad ottenere ciò che voleva, Lydia ha reagito con decisione. Ha frantumato il suo osso orbitale, accecandolo, e lo ha gettato da una finestra, rompendogli la spina dorsale. Lydia ha lasciato il paese con l’aiuto di alcune connessioni mafiose del nonno.

Lydia ha poi iniziato una nuova carriera da mercenario. Da allora ha affinato le sue capacità in quasi ogni inferno militare in tutto il mondo. La sua reputazione e le sue capacità sono senza pari. Il suo calore e la fedeltà di quelli che lei rispetta e ammira sono sconfinati. Bella e letale, è un pugno di ferro in un guanto di morbida pelle di daino.

Lydia ha incontrato Jon North nel corso di una missione del JSOC in Afghanistan circa tre anni prima che la storia di Sniper Ghost Warrior 3 inizi. Avevano un’ intensa storia d’amore, erano anime gemelle.

Lydia era a pezzi quando Jon scomparve senza una parola di addio. E ‘stata dura, era a malapena sopravvissuto in uno scontro a fuoco salvando tutta la sua unità.

Robert North | Nome in codice: Kestrel | Anni: 28
Robert è il fratello minore di Jon. E ‘sposato con Milla, una coraggiosa corrispondente di guerra.
E ‘ disperso da due anni e si presume sia morto. La moglie di Robert è scomparsa poco dopo quando degli agenti nemici la catturarono.

Mentre suo fratello, Jon, è della “vecchia scuola” e con decisione segue il prototipo del Marine, Robert è più ribelle e scettico verso le autorità. Lui è intelligente, rapido a improvvisare e ha una competenza eccezionale nell’alta tecnologia degli armamenti. Robert può costruire o riparare qualsiasi cosa. Non si fida facilmente e vede se stesso come un “lupo solitario”.

Robert ha iniziato la sua carriera nella Marina degli Stati Uniti, scalando rapidamente i ranghi, nonostante i suoi metodi a volte poco ortodossi. Poco dopo aver completato la sua formazione come cecchino, il Joint Special Operations Command lo ha reclutato. Robert ha compiuto con successo diverse missioni chiave per JSOC.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.