Intervista ai registi di ‘The Dust Storm’: “E’ un film di sogni, rapporti e amore”

Cinema Interviste

Non solo una storia d’amore. Ma una storia fatta di speranze, sogni, passioni, relazioni, passato e musica. Sono questi gli ingredienti di ‘The Dust Storm’, pellicola che arriverà proprio in questi giorni nelle sale cinematografiche americane e che dovrebbe arrivare in Italia nel corso dei primi mesi del 2017. A vestire i panni di Brennan, il protagonista, c’è Colin O’Donoghue, attore e musicista irlandese amatissimo anche in Italia grazie al suo ruolo tra i protagonisti della serie ‘Once Upon a Time’ (in cui interpreta Capitan Uncino). Al suo fianco, per questo film, la giovane e talentuosa attrice Kristen Gutoskie, che i fan italiani avranno visto di recente in un’altra serie made in USA, ‘The Vampire Diaries’. Insomma un cast giovane, fresco e di talento per completare il quadro di ‘The Dust Storm’.

Ma il film porta la firma ovviamente del duo formato da Ryan Lacen e Anthony Baldino, registi del film che, utilizzando la cittadina di Nashville come sfondo per la loro storia, hanno deciso di portare sullo schermo un film che sembra avere tutto per fare successo sia negli Stati Uniti che in Italia. Una storia in cui si integra perfettamente la passione dei due per la musica e lo stesso Colin O’Donoghue interpreta tre brani originali nel lungometraggio. In attesa di scoprire ‘The Dust Storm’ noi di MyReviews abbiamo contattato in esclusiva i due registi statunitensi per parlare con loro della realizzazione di questo film e dei loro prossimi progetti.

 

Come è nata l’idea che c’è dietro a ‘The Dust Storm’?
Come tutti le belle storie che parlano d’amore ‘The Dust Storm’ nasce da uno spaccato di vita reale. Si parla della particolare fine di un rapporto che ha poi dato la scintilla per creare la strana storia che riguarda questa coppia che poi non farà altro che provare a venirne a capo. Sia al momento di scrivere la storia che al momento di girarla non abbiamo voluto prendere una parte tra le due, ma abbiamo cercato di creare un film dove non sono ben delineate le linee tra chi ha torto e chi ragione. I rapporti sono complicati e abbiamo tentato di esplorare tutte le sfumature che si celano in essi.

 

Il protagonista del film è Colin O’Donoghue. Come è stato lavorare con lui?
Incredibile davvero. E’ un attore che dà tantissimo e ogni giorno si presenta preparato al 100%. E’ riuscito a dare una coerenza naturale al suo personaggio sia come persona che come parte del film. E poi in generale non sarebbe potuto essere più gentile, genuino e divertente. Il ritmo delle riprese è stato incredibilmente veloce e alcune scene erano davvero pesanti, ma Colin scherzava continuamente con la crew e riusciva sempre a portare un clima leggero!

 

O’Donoughue è un attore molto conosciuto anche in Italia. Come mai è stato scelto proprio lui per il ruolo? E cosa potete dirci degli altri membri del cast?
Abbiamo avuto una bravissima direttrice dei casting, Jessica Sheman, che ha preso in mano la sceneggiatura e l’ha portata a tanti attori molto talentuosi. Siamo stati fortunati perché durante le audizioni si sono presentati attori veramente straordinari, ma Colin aveva qualcosa di unico che ci ha portato a sceglierlo per quel ruolo. Mentre recitava dentro i suoi occhi si poteva vedere la sofferenza accompagnata da quella leggerezza che poi vive nel personaggio di Brennan. In seguito abbiamo scelto l’attrice che doveva interpretare Nora e cioè Kristen Gutoskie e quando abbiamo messo entrambi nella stessa stanza abbiamo immediatamente capito che avevamo trovato i nostri due attori. Il ruolo di Kristen nel film era molto complesso, quindi avevamo bisogno di un’attrice che riuscisse a portare sullo schermo anche la nostra percezione del carattere del personaggio. Amavamo il personaggio di Nora nella sceneggiatura e volevamo essere sicuri che sarebbe potuta venir fuori allo stesso modo nel film e con Kristen le nostre aspettative sono state soddisfatte. E’ un’attrice molto brava e siamo entrambi sicuri che farà grandissime cose in futuro. Per quanto riguarda invece il personaggio di Steve, il collega di Colin, era descritto come un trentenne aitante ma abbiamo abbandonato l’idea iniziale quando c’è stata la possibilità di affidare la parte a Jim O’Heir. Avevamo già lavorato con Jim un paio di volte in passato ed eravamo entrambi fan di ‘Parks e Recreation’, però non potevamo immaginare quanto sarebbe stato d’aiuto nello sviluppo di Brennan, il personaggio di Colin. E’ stato così acuto grazie ai suoi tempi comici – sia sul set che fuori – che l’unico rimpianto che ci ha lasciato è stato quello di non aver scritto altre scene con lui!

 

La musica riveste un ruolo di primissimo piano nel film. Qual è stata l’inspirazione che vi ha portato a creare un film che intrecciasse la componente musicale alla sua storia così bene?
Siamo entrambi due grandi appassionati di musica e abbiamo voluto creare un film che avesse lo stesso ritmo musicale che hanno ogni giorno le nostre vite. Con Brennan, il personaggio di Colin, che è un musicista avevamo bisogno di un’ambientazione adatta per questa storia e ambientarla nella città di Nashville è stato come un perfetto attore che si è aggiunto al cast. Nashville è noto che sia una città di musica che ha una grande influenza nel country, ma abbiamo voluto che il film esplorasse gli altri generi che si ritrovano nella cultura della città. La maggior parte dei brani che compongono la colonna sonora della pellicola vengono da musicisti locali di Nashville che abbiamo scoperto grazie all’incredibile Kat Meoz, il nostro supervisore musicale.

 

Come provereste a descrivere il film?
E’ un film di sogni e di relazioni. Tutti noi abbiamo una persona incastonata nella nostra mente o un “lavoro dei sogni” che sembra così vicino eppure così distante. ‘The Dust Stom’ combina questi due aspetti in un weekend pazzo in cui un vecchio rapporto si riallaccia e ridona ai due la speranza di un “ritorno”.

 

Cosa potete dirci riguardo alla distribuzione internazionale di questo film?
Il film uscirà nelle sale americane il 13 dicembre, poi seguirà l’uscita in Inghilterra e Francia nella prima parte del 2017. Gli altri paesi seguiranno subito dopo. Siamo molto eccitati per l’uscita di questo film e ci auguriamo che possa essere visto da tutti nella prima parte del nuovo anno!

 

Per quanto riguarda i vostri progetti futuri invece?
Dopo ‘The Dust Storm’ stiamo pensando alla realizzazione di un altro film che toccherà anch’esso determinati aspetti dei rapporti umani però con toni un po’ più cupi. Non sappiamo ancora esattamente dove gireremo, chissà, magari potremmo anche decidere di girarlo in Italia!

 

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com