Little Briar Rose – Recensione

Little Briar Rose si presenta come una classica avventura punta e clicca, con una trama fiabesca ed una grafica molto particolare. Si tratta del lavoro di un team italiano, gli Elf Games Work, che ha visto la vita quasi in contemporanea su dispositivi mobili e Steam.

Titolo: Little Briar Rose
Sviluppatore: Elf Games Work
Publisher: Mangatar Games
Lingua: Italiano
Piattaforme: PC
Data di Uscita: 02/12/2016

Il gioco, ispirandosi alle fiabe classiche, si apre ovviamente nel più classico dei modi, ovvero con una introduzone, tutta parlata in italiano, che ci narra il destino di una sfortunata principessa, della quale dovremo occuparci. Siamo infatti investiti del ruolo dell’eroe che dovrà rianmarla e vivere felici e contenti.

Per fare questo dovremo affrontare una serie di enigmi che si frapporranno tra noi e la nostra meta. I giocatori più esperti non avranno problemi a risolvere il gioco in pochissimo tempo, poichè gli enigmi sono abbastanza semplici e lineari. A volte dovremo affidarci al caso per poter proseguire, ma se non ci riusciremo, Efl Games Work ha introdotto nel genere “adventure” un simil “rogue-like”. Il nostro protagonista che si trovi malauguratamente a non portare a termine la sua missione, verrà tenuto ostaggio nella foresta incantata, e sostituito da un nuovo eroe, che ripartirà dal punto nel quale ci siamo interrotti.

Proseguendo nel gioco sblocchermo altri luoghi e saremo comunque obbligati a tornare più volte sui nostri passi per capire come poter proseguire.

A parte l’introduzione, tutto il gioco ha dialoghi testuali, attraverso i quali potremo scoprire i segreti della foresta e gli obiettivi della missione.
La realizzazione grafica è forse il punto di maggior forza di LBR. Ispirandosi alle bellissime vetrage piombate delle cattedrali gotiche ( e forse anche al cavaliere animato di “Piramide di paura”), i realizzatori hanno creato delle piccole opere d’arte per ogni quadro del gioco, riempiendo di colori e di bellezza ogni schermata. Tutto è rigorosamente in 2D, ma le animazioni e la caratterizzazione dei luoghi e dei personaggi, oltre ad essere curatissima, è anche bel realizzata, cosa fondamentale per una adventure punta e clicca.

Anche la componente sonora è molto ben curata. L’introduzione parlata in rima è una spia della italianità della casa di produzione, mentre il comporto musicale è un ottimo accompagnamento a questa fiabesca avventura.

In Conclusione

Little Brar Rose è un piccolo fiore che però non è riuscito a sbocciare completamente. L’avventura è divertente, colorata, ben realizzata, ma troppo breve e facile per soddisfare i palati degli avventurieri più esigenti. Il sarcasmo e l’impostazione generale della storia rimandano alla mente alle vecchie avventure della LucasArt e il comparto grafico è di pregevole fattura, con un’ottima cura dei dettagli e dei paritcolari. Il gioco viene proposto ad un prezzo assai abbordabile, ma sappiate che una volra terminato difficilmente lo rigiocherete.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.