Dopo ben 9 anni di lavorazione la casa indipendente D-Pad Studio ci ha permesso finalmente di mettere le mani su Owlboy. Ma sarà valsa la pena di una così lunga attesa?

Titolo: Owlboy
Sviluppatore: D-Pad Studio
Publisher: Steam
Lingua: Inglese
Piattaforme: PC
Costo: 22,99 €
Data di Uscita: 01/11/2016

Nel gioco si narrano le avventure di Otus, un piccolo gufetto antropomorfo e muto, bistrattato dai suoi amici e costantemente rimproverato dal suo gufo-mentore, che cerca di riscattarsi imbarcandosi in una personale ricerca di riscatto.

Il suo villaggio, Vielle, è minacciato dai pirati del cielo, una masnada di temibili predoni, ma non saranno solo loro a dare del filo da torcere al nostro eroe. La storia ci porterà a scoprire meravigliosi segreti che si celano nelle recondite caverne che dovremo nostro malgrado andare ad esplorare.

Con l’aiuto del nostro unico e indispensabile amico Geddy, armato di una utilissima pistola, dovremo affrontare una variegata serie di nemici, risolvere enigmi ambientali e ottenere il plauso del burbero Asio, il mentore di cui sopra, che ci considera degli inetti pasticcioni.

Il gameplay è quello che oggi va di moda chiamare “Metroidvania-style”, ovvero avremo il compito di esplorare e combattere attraverso vari livelli di gioco, sfruttando le nostre capacità. Trattandosi di livelli composti da piattaforme a varie altezze, potremo sfruttare la nostra capacità di volare per poterci muovere in tutte le direzioni. Avremo anche la possibilità di immobilizzare temporaneamente gli avversari con dei colpi d’ala, ma per poter proseguire dovremo per forza portarci appresso, fisicamente, il nostro fidato Geddy. Otus può infatti trasportarlo ed usare la sua arma per distruggere avversari ed ostacoli ambientali. La capacità di trasporto non è solo limitata al nostro amico, ma potremo utilizzarla per spostare oggetti, od usarli come armi da lancio.

owlboy-2

La semplicità del gioco lo rende piacevole, facendolo scorrere senza grossi intoppi dall’inizio alla fine. Ci sono dei boss da affrontare, ma la loro difficoltà è limitata solo alla scoperta dei loro patterns di attacco. Ma questo non è un elemento negativo, anzi, amplifica la bellezza di Owlboy perché permette di assaporare la trama, che riserva un sacco di piacevoli sorprese e scoperte. Durante il vostro cammino stringerete amicizia anche con altri personaggi che vi saranno utili per proseguire, ma non vi vogliamo svelare nient’altro, per non rovinarvi il gusto del gioco.

I comandi, traverso il pad dell’Xbox collegato al PC, sono semplici ed intuitivi, per cui dopo qualche minuto di gioco avrete già appreso le basi del gioco e le varie dinamiche. Ci sono un sacco di segreti da scoprire nella grande mappa di gioco, quindi il consiglio che vi possiamo dare è quello di esplorare il più possibile ogni anfratto.

Graficamente l’impostazione “hi-pixel” è veramente ben realizzata. In sostanza ci troveremo in un gioco che ricorda molto le produzioni a 16/32 bit, con una grafica pulita, con ottime animazioni e fondali di notevole bellezza. Se siete degli attenti osservatori troverete nel gioco un sacco di citazioni sia grafiche che testuali di altri famosi titoli, ma anche in questo caso non vi vogliamo anticipare niente per non rovinarvi la sorpresa.

Anche il comparto audio è di ottima fattura, con una colonna sonora mai invasiva ed effetti ben realizzati. Ogni zona avrà il suo commento musicale che dinamicamente ci guiderà attraverso le imprese del nostro gufetto muto, portandoci fino al limite estremo del cielo.

owlboy-1

In Conclusione

Il pregio maggiore di Owlboy è quello di farvi immergere completamente nella grande avventura del piccolo Otus, creando un legame empatico con lui. La narrazione è una parte fondamentale di questo action platform 2D, e si sviluppa attraverso l’incontro con una serie di personaggi che hanno una loro forma e consistenza. Questo è un elemento fondamentale per questa tipologia di giochi, perché la fusione tra un gameplay scorrevole ed una trama avvincente fanno emergere Owlboy rispetto alla pletora di giochi similari generati dalle produzioni indipendenti. Inoltre si tocca l’argomento del bullismo e dell’esclusione sociale che mai come oggi sono importanti da affrontare e soprattutto combattere.

Se accanto a questo ci mettiamo anche un ottimo commento audio e una grafica egregiamente realizzata, non possiamo far altro che consigliare vivamente l’acquisto di questo piccolo capolavoro.

Digital dreamer, videogames addicted, wannabe Jedi. An old player that is still capable of wonder.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com