Candle – Recensione

L’acquarello è un metodo di pittura che utilizza colori resi trasparenti dall’utilizzo dell’acqua. Tranquilli non avete sbagliato a leggere articolo! E’ che Candle, il gioco qui recensito, vede tra i tanti aspetti che lo caratterizzano, la realizzazione delle proprie immagini con questa tecnica pittorica. Proprio come succedeva nella preparazione dei cartoni animati di un tempo, i disegni dei personaggi e delle ambientazioni di questo titolo sono eseguiti a mano, e alla fine di questo processo sono stati scansionati e riportati in formato digitale. Il risultato? Candle è un quadro vivo pieno di colori e di energia, con il quale potremo interagire tramite Teku, l’eroe di questa storia.

Titolo: Candle
Sviluppatore: Teku Studios
Publisher: Daedalic Entertainment
Piattaforme: Apple, PC, WII U
Genere: Avventura, Indie
Data di uscita: 11 novembre 2016
Prezzo:
14.99 €
Localizzazione:
Audio in inglese, interfaccia in italiano

20161113145628_1

Ogni volta che la luce divina colpiva la terra, questa veniva portata a nuova vita facendo nascere i corsi d’acqua sulle alte montagne e nelle verdi pianure. Gli alberi si sostituirono alle aride terre e le incessanti tempeste si calmarono, permettendo così alle primordiali forme di vita di crescere ed evolversi, finché svilupparono coscienza e intelligenza dando origine in questo modo alla civiltà. I popoli si moltiplicarono, il mondo viveva in armonia e gli dei erano soddisfatti del loro operato. Ma come spesso accade, la pace è spesso sconvolta dalla cupidigia e dalla sete di potere che i pochi usano per comandare sui molti, e le guerre e la violenza sconvolsero quel mondo idilliaco, causando la furia inarrestabile degli dei. Una pioggia di fuoco inizia a colpire la terra, radendo al suolo le verdi pianure che poco prima rendevano felice e armonioso quello stesso paesaggio, che ora viene inghiottito dalle fiamme. Ma la leggenda narra che gli dei crearono e distrussero il mondo quattro volte, e così decisero di riprovarci e crearono nuovamente la vita… E’ con questo racconto che Teku apre gli occhi trovandosi avvolto dalle fiamme che divorano il suo villaggio. Il suo pensiero è rivolto a Yaqa, lo Sciamano della sua tribù che risulta scomparso e che lui deve andare a salvare dalla malvagità dei potenti Wakcha. Teku non è un guerriero, e dovrà affidarsi alla saggezza trasmessa dagli insegnamenti del suo popolo per poter affrontare questa difficile impresa. In aiuto del nostro piccolo eroe, ci sarà anche la sua capacità innata di portare la luce, in quanto Teku ha come mano sinistra una candela, particolare che caratterizza il titolo del gioco. Candle è pieno di poesia e ha nei disegni dipinti a mano che lo compongono, un’atmosfera unica che vi lascerà difficilmente indifferenti. Teku porta con la sua luce, la speranza in un mondo cupo e avvolto dalle tenebre, in cui le leggende prendono vita con una storia semplice ma emozionante.

20161113141323_1

Candle è un’avventura grafica ricca di rompicapo impegnativi e di trappole, che senza preavviso ostacoleranno il nostro cammino. Molti puzzle ed enigmi ci porteranno a muoverci avanti e indietro tra le diverse schermate, dove gli unici indizi ci verranno forniti occasionalmente da alcuni personaggi sparsi nel gioco. La particolarità è che in Candle i tutorial sono forniti tramite vignette animate, in quanto oltre alla voce fuori campo che narra la nostra storia, tutti i personaggi parlano una lingua fatta di suoni e rumori. Per chi non è molto pratico con questo genere di gioco, bisogna precisare che molte sessioni sono frustranti in quanto dovremo ripercorrere frequentemente i nostri passi, e spesso non avremo nessun un indizio su come proseguire, rendendo l’avventura piuttosto ostica. Sicuramente una capacità richiesta per affrontare questo gioco con successo è avere un buon colpo d’occhio, che aiuterà il giocatore a individuare gli oggetti chiave sparsi lungo il tragitto e che spesso non sono evidenziati in nessun modo all’interno del quadro di gioco. Oltre all’abilità nel salto e nell’utilizzare la luce della nostra candela per illuminare le zone più buie, Teku può contare solo sulla nostra arguzia per affrontare montagne, dirupi e i guerrieri Wakcha, che appena ci individueranno, ci attaccheranno riducendo in fin di vita il nostro piccolo eroe. L’aspetto principale che affascina in Candle è il comparto grafico, sia per la qualità delle immagini, sia per l’originalità dello stile, e gli effetti di luce, che hanno un ruolo chiave in tutto il titolo di Teku Studio. Gli effetti sonori sono realizzati in maniera altrettanto egregia, mentre la colonna sonora è composta in stile sudamericano e in alcune sessioni risulta un po’ monotona e ripetitiva, rimanendo comunque perfettamente integrata con il resto dell’opera.

20161112193035_1

In Conclusione

Candle è un gioco che si farà amare dopo pochi minuti, con il suo stile etnico e le sue atmosfere magiche e che si farà odiare dopo poco per i suoi rompicapo snervanti. La cosa certa è che questo titolo non vi lascerà indifferenti, promuovendo pienamente l’esordio della software House spagnola Teku Studio e della sua piccola dolce mascotte. Tra le note positive è sicuramente d’obbligo menzionare anche il costo del gioco, che considerando le circa 10/15 ore (tempo che varia anche dalla nostra abilità nel superare i rompicapo) necessarie per portare a termine l’avventura, è un ottimo affare per ogni amante del genere e non.

 

 


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.