Chi è solito leggere recensioni di videogiochi, è abituato ad avere nella parte iniziale del testo, un’introduzione al titolo. La profondità della storia, l’introspezione dei personaggi, il messaggio che lo sviluppatore ha voluto trasmettere tramite il proprio lavoro. Bene, la storia di Super Dungeon Bros è profonda quanto una bicchiere d’acqua, i personaggi sono intelligenti quanto un criceto con un’ascia bipenne e il senso del gioco è sostanzialmente uno: Spakkare!

Titolo: Super Dungeon Bros
Sviluppatore: React Games
Publisher: Wired Productions, THQ Nordic
Piattaforme: PC, Playstation 4, Xbox One
Genere: Azione, Indie
Data di uscita: 1 novembre 2016
Prezzo: 19.99
Localizzazione: Audio in inglese, interfaccia in italiano

Nei panni di Axl, Lars, Freddie e Ozzie, dobbiamo esplorare i sotterranei di Rökheim, affrontando orde di mostri per ottenere gli epici tesori sparsi nelle tre ambientazioni proposte. Dopo aver affrontato il complesso sotterraneo di Cryptheim, sbloccheremo avanzando nei vari dungeon, il mortale birrificio di Chillheim e la giungla selvaggia di Bogheim. Ogni ambientazione è divisa in cinque livelli, successivamente ai quali è necessario affrontare il Boss Fight, ovvero un quadro popolato solo dal mostro di fine quadro e dai suoi scagnozzi. Il primo problema che presenta Super Dungeon Bros è proprio la scarsità degli scenari proposti, che richiedono poche ore di gioco per essere portati a temine. I dungeon bisogna però precisare, sono generati casualmente dal sistema, quindi non si affronterà mai lo stesso quadro per due volte, anche se gli elementi scenici e i nemici saranno sempre gli stessi. Un altro aspetto che influenza negativamente la rigiocabilità del titolo, è dato dalla poca varietà degli avversar, che sono essenzialmente di tre tipi: guerrieri con armi da mischia, arcieri o maghi per la lunga distanza e mini Boss con forza e danni potenziati. Anche se cambiano gli scenari, la meccanica di gioco rimane sempre la stessa e in pochi minuti avremo visto tutto ciò che Super Dungeon Bros ha da offrire. La monotonia dell’azione viene spezzata dall’esplorazione in stile platform e dalle trappole disseminate nei vari scenari, che richiederanno un tempismo nel salto o nella schivata, per progredire incolumi nell’avventura. La quantità di nemici che affluisce in maniera costante e controllata, ha invece un aumento esponenziale quando l’indicatore di minaccia riportato sulla destra dello schermo, salirà di livello. Questo genera un’orda di nemici che ci assalirà per diversi secondi, obbligandoci spesso all’utilizzo degli attacchi potenti o della super mossa. Quest’ultimo attacco potrà essere ricaricato tramite il commerciante, che troveremo in alcune sezioni dei dungeon, dove potremo acquistare anche energia e vite extra.

20161107154100_1

All’inizio di ogni livello, sono presenti dei templi (una specie di grandi bracieri) che attiveranno dei bonus o degli handicap che al termine della partita ci doneranno o toglieranno punti. Avremo quindi la possibilità di attivare la Modalità Vampiro, che darà ad ogni arma da noi usata, la possibilità di assorbire forza vitale dai nemici colpiti; il Cannone di Vetro darà ad ogni giocatore la possibilità di infliggere più danni, ma con un valore di energia inferiore; Kaboom farà esplodere i nemici uccisi danneggiando tutti i personaggi nelle vicinanze, noi compresi; il Buco Nero aumenterà i danni delle cadute al di fuori delle aree di scontro.

La perdita di energia se si finisce fuori delle piattaforme di gioco, vale anche per i nemici, permettendoci in alternativa alla nostra arma, la possibilità di afferrare i mostri avversari e gettarli al di fuori del quadro, scelta che in alcune circostanze si rivela la soluzione più rapida per avanzare, perdendo però le preziose monete che i mostri possono lasciare con la loro sconfitta. Oltre ai quattro personaggi principali, Super Dungeon Bros propone gratuitamente il DLC Broettes che aggiunge le eroine Jet, Lita, Patti e Nyx. Il punto forza di questo titolo rimane proprio la possibilità di giocare il multigiocatore sia locale che online (quest’ultima modalità non testata nella versione pc per l’assenza di giocatori disponibili). L’affluenza dei nemici senza fine, la grafica semplice e colorata, la musica rock di sottofondo, acquistano un divertimento unico se giocato con i propri amici, trasformando Super Dungeon Bros in un’esperienza piacevole, che non viene mai pienamente vissuta se giocata in single player.

20161105102012_1

IN CONCLUSIONE

 

 

Super Dungeon Bros fa della semplicità la sua arma principale, non aggiungendo purtroppo nulla a quello già visto in tanti altri giochi dello stesso genere e trasformando la semplicità in banalità. Un titolo comunque divertente e graficamente piacevole che saprà regalarvi diverse ore di divertimento, soprattutto se giocato con gli amici in locale ma che una volta esaurita questa esperienza, non ha più nulla da offrire. Penalizzante anche il prezzo di lancio di euro 19.99, che obbliga a una spesa notevole se acquistato da più persone di una stessa comitiva che vogliono giocare il titolo online.

Sono nato nel 1980 quando la Pixel art non era una scelta ma l'unico stile grafico possibile. Ho nella pittura, nei videogiochi e nel cinema le mie passioni più grandi. Vivo ogni giorno cercando di ricordare che ciò che divide i rimpianti del passato e i sogni del futuro, sono gli istanti che viviamo nel presente costruiti con le nostre azioni.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up