ASUS ROG Sica – Recensione

Featured Recensioni Tech 1.0 Tech

Gli appassionati del gaming, quelli che cercano il massimo da ogni partita, non lasciano al caso la scelta di quale periferica deve accompagnarli durante le loro avventure virtuali. Per questo motivo molti brand si sono spinti alla realizzazione di mouse e tastiere dalle alte prestazioni, che si allineano alle richieste di ogni giocatore. In questa recensione vi parleremo di uno degli ultimi mouse usciti da casa Asus, il modello ROG Sica, che ha dalla sua un’ergonomia ed un peso tali da poter risultare comodo alla maggior parte degli utenti che cercano un layout comodo accompagnato da un software facile da gestire. Preso così, il tutto sembra molto bello ma vediamo se riesce a funzionare senza intoppi.ROG Sica

Un ottimo compromesso

Ciò che fa parte della serie ROG (Republic of Gamers) rientra nella fascia di qualità alta dei prodotti ASUS, quella pensata appositamente per raggiungere alti livelli di prestazioni. Ovviamente i prezzi di queste periferiche raggiungono costi più elevati ma questo mouse in particolare non si discosta troppo dalla media, affacciandosi sul mercato ad una cifra di circa 50€.
La prima cosa che ovviamente salta all’occhio è il packaging, che richiama i colori tipici dei prodotti ROG, il rosso e il nero, e che grazie ad un’apertura “a libro” bloccata con un velcro ci permette di arrivare subito all’estrazione del mouse dalla confezione. All’interno troviamo, inoltre, il manuale di istruzioni (anche in lingua italiana) e due adesivi raffiguranti il marchio ROG.
Si nota sin da subito la poca quantità di tasti presenti sul mouse e la sua forma bassa e longilinea e, una volta toccato con mano, si fa caso ai materiali utilizzati, dalla buona qualità ma che non eccellono. La rotella posta nella parte superiore è stata realizzata con una gomma che non scivola e risulta essere silenziosa.
Il design è simmetrico, pensato anche per i mancini, e se siete abituati a maneggiare mouse con molti tasti e più pesanti noterete sin da subito la leggerezza e la comodità di questo ROG Sica, grazie sopratutto alle dimensioni ridotte.
Anche la periferica richiama la colorazione ROG (è disponibile anche una versione bianca di questo mouse) e il design minimal viene “disturbato” da una semplice illuminazione rossa per il logo, posto sulla parte posteriore.
Insomma, il Sica è un mouse indubbiamente di qualità ma non raggiunge le vette di altri prodotti. Anche il prezzo proposto non è eccessivo, in perfetta linea per essere un prodotto “base” facente parte della categoria di punta ASUS.

ROG Sica

L’essenziale in un mouse da gaming

Provando il ROG Sica in più situazioni abbiamo notato un’ottima sensibilità da parte dei tasti, che possono essere personalizzati grazie alla possibilità di poter sostituire i due switch OMRON, raggiungibili svitando due semplici viti poste sotto al mouse. Grazie a questa personalizzazione, il giocatore può modificare il feeling con il mouse come più lo aggrada adattandolo alle sue esigenze anche in base alla tipologia di titoli videoludici che generalmente predilige.
Le personalizzazioni possibili vengono affiancate anche dal software dedicato che permette, tramite profili, la creazione di macro o di assegnare alcune funzioni ai tasti. E’ inoltre possibile personalizzare i dpi, i valori di accelerazione e decelerazione e la frequenza di polling (il ROG Sica è composto da un sensore ottico PMW3310 da 5000 dpi con una frequenza di polling di 1000 Hz) passando poi per la gestione dell’illuminazione del logo di cui vi abbiamo parlato prima.
Il tutto viene riassunto in un’esperienza di gioco di tutto rispetto, il ROG Sica ha dalla sua una manegevolezza ed una precisione che vi renderà l’esperienza di gioco più appagante e, per alcuni, più competitiva.

ROG Sica

In Conclusione

ASUS ROG Sica riesce ad essere un mouse che se la batte abbastanza bene anche con i concorrenti di fascia più alta e la manegevolezza è sicuramente il fattore più rilevante di questa periferica. Preciso, ergonomico e personalizzabile, è sicuramente l’acquisto perfetto per chi cerca un dispositivo che non scende a compromessi anche se, ovviamente, ASUS ha dovuto eliminare alcune feature presenti nei mouse dal prezzo più alto proprio per riuscire a contenere i costi.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up