Lucca Comics and Games 2016 – L’ospite d’onore Hajime Tabata racconta Final Fantasy XV!

Videogiochi

Lucca è, come ogni anno, una cornice estremamente affascinante. E quando il fascino di una città medievale racchiusa all’interno di cinta murarie antichissime si unisce a quello di un capolavoro attesissimo come Final Fantasy XV, il dipinto non può far altro che stupire lo spettatore. Proprio così, in occasione del 50° anniversario di una tra le manifestazioni dedicate al fumetto, al gioco e ai videogiochi più famose in Italia e nel mondo, il Lucca Comics and Games 2016, la città toscana si tinge di colori e maschere, tra enormi stand e padiglioni ricchi di intrattenimento di ogni tipo e turisti e cosplayers che invadono le strade dell’isola che c’è.

Essendo questa edizione molto importante per il Lucca Comics and Games, la fiera durerà un giorno in più rispetto al solito, raggiungendo i 5 giorni complessivi: l’edizione Gold ha aperto i battenti ieri, Venerdì 28 Ottobre, e si protrarrà fino a Martedì 2 Novembre. Ogni giorno, ospiti importantissimi provenienti da tutto il mondo (Frank Miller, Hajime Tabata, Terry Brooks per citarne alcuni), in occasione del 50° anniversario della feria, saranno a disposizione dei fans e della stampa per parlare dei loro lavori e dei progetti futuri.

Proprio ieri, nella Chiesa di San Francesco, Hajime Tabata, il game director di Square Enix, in una conferenza stampa a porta chiuse dedicata alla stampa, ha parlato con accuratezza e passione, per circa 1 ora, di Final Fantasy XV, il nuovo titolo della saga in arrivo su PS4 e Xbox One il prossimo 29 Novembre. Dopo questa breve introduzione, ripercorriamo insieme quanto è stato detto da Tabata durante il primo grande evento di questo Lucca Comics and Games 2016.

Lucca Comics and Games

Hajime Tabata e il viaggio ispiratore in Italia

Dopo la pubblicazione del trailer Omen di Final Fantasy XV qualche giorno fa, ammaliante come pochi altri, ieri abbiamo avuto modo di partecipare alla conferenza stampa a porte chiuse imbastita da Koch Media al Lucca Comics and Games 2016. L’evento, tenutosi dentro la chiesa S. Francesco, ha visto presenziare il game director di Square Enix Hajime Tabata, il quale ha intrattenuto la stampa per circa un’ora, parlando del nuovo capitolo della saga in uscita a fine novembre. Tabata, nel corso della conferenza, si è focalizzato principalmente su tre punti: il suo viaggio in Italia, l’importanza della storyline e la scelta dello sviluppo su PS4 e Xbox One.

Partendo proprio dal tema del viaggio, Tabata ha raccontato di quanto un viaggio in Italia all’età di venti anni sia stato una fonte di ispirazione fondamentale per lo sviluppo di FF XV: il giovane Hajime ha attraversato, in treno, l’Italia dalle Alpi alla punta dello stivale, fermandosi a Milano, Venezia, Firenze e Roma. Da qui, percorrendo a piedi la Via Appia ha scoperto ed apprezzato le Terme di Caracalla, e poi ha proseguito verso Napoli. Tutto ciò che ha visto e conosciuto durante quel viaggio, il cibo (elemento chiave in Final Fantasy XV), il sole del sud e i fantastici panorami e scorci italiani, sono diventati elementi caratterizzanti del gioco, fondendosi perfettamente con la natura fantasy della saga. Anche la stessa città di Altissia si ispira chiaramente a Venezia, location apprezzatissima da Tabata.

Come abbiamo visto nei numerosi gameplay rilasciati in questi mesi, e come sottolineato anche dallo stesso Tabata durante la conferenza, il viaggio in Final Fantasy XV è il fulcro di tutta l’avventura: “un lungo viaggio tra amici per riconquistare il regno che è stato rubato” ha affermato Tabata, che ha sottolineato anche come il cambio di rotta rispetto ai capitoli precedenti ha evitato che la saga finisse per ripetere all’infinito le medesime meccaniche.

Lucca Comics and Games

Una nuova visione

Il cambio di rotta, avvenuto quando il vecchio team di sviluppo guidato da Nomura è stato sostituito da quello guidato da Tabata, ha permesso di rielaborare e reinventare il gioco, focalizzando maggiormente l’attenzione sulla trama e sui legami: il legame tra un gruppo di amici che parte insieme per un viaggio, ma anche quello che si è instaurato tra un padre e un figlio. Il gioco è stato costruito intorno alla storia e a questi profondi legami, che non solo si manifestano durante il viaggio, ma che vengono enfatizzati nei momenti ricchi di pathos.

La storia, come evidenziato da Tabata, è la cosa più importante. Successivamente viene il resto: le atmosfere, il gameplay, il sistema di combattimento si sono concretizzati dopo, e da quel momento, quando tutti questi aspetti si sono amalgamati perfettamente, hanno proseguito in parallelo. Del passato è rimasto lo stile artistico, il design inconfondibile e la maniacale attenzione per i dettagli che oramai da molti anni caratterizza la saga di Final Fantasy.

Il mondo di Final Fantasy XV è immenso, concentrato sui combattimenti, sulla magia, sull’amore e sull’odio, sull’amicizia e sulla vendetta: tutto questo si mescola al tema del viaggio, in un mondo open world ricco e vivido, dove i giocatori potranno perdersi e vivere un’avventura immersiva ed emozionante.

Tabata, a proposito di questo, durante il Q&A ha ammesso che chi ha già potuto provare il gioco (attualmente Final Fantasy XV è in fase gold e quasi pronto per il lancio), finendo completamente la storyline principale, ha confessato di non essersi mai emozionato tanto prima d’ora in un titolo della saga.

Lucca Comics and Games

Final Fantasy XV su PlayStation 4 e Xbox One

Ultimo punto sul quale si è concentrato Hajime Tabata durante la conferenza ( e sul quale si sono focalizzate le domande del Q&A) è quello dello sviluppo del gioco.

Come sappiamo, Final Fantasy XV (conosciuto inizialmente come Final Fantasy Versus XII) è in sviluppo da circa 10 anni: pensato inizialmente su PS3, il gioco, con l’arrivo della next gen e con il cambio di team, ha virato e puntato verso le console di nuova generazione, PS4 e Xbox One. Tuttavia, la domanda che tutti si sono posti è: perché il gioco è stato realizzato con così tanta attenzione solo su console, lasciando da parte una versione PC? Beh, è semplice.

Il direttore di gioco Tabata ha ammesso che il PC è una piattaforma complessa e di difficile fruizione per il grande pubblico, e questo avrebbe portato il giocatore a non vivere un’esperienza di gioco perfetta. Final Fantasy XV è stato pensato per rappresentare un viaggio, un viaggio denso di tematiche di vario tipo, che si coagulano perfettamente in un titolo che corre sul sottile filo che divide la realtà dalla fantasia. Un gioco di questo tipo, così immersivo ed emozionante, a detta di Tabata, poteva essere vissuto al meglio solo seduti sul proprio divano, con la dovuta calma e in un ambiente rilassante: per questo semplice motivo, il team ha concentrato le sue forze per sviluppare un prodotto perfetto su queste due piattaforme, lasciando da parte il personal computer.

Oltre a questo intervento al Lucca Comics and Games 2016, in questi giorni, durante un’intervista con il sito francese Gameblog.fr, non sono mancate domande riguardanti una versione di FF XV sulla neo annunciata Nintendo Switch. Tabata, con molta discrezione, ha dichiarato di essere molto interessato alla console dell’azienda giapponese:

“E’ una macchina che mi interessa molto! Come giocatore, ma anche come sviluppatore.
E’ da un po’ di tempo che non produco giochi per le console Nintendo, quindi se Nintendo Switch può essere l’opportunità, sarò contento di farlo!”

Nonostante molti volessero Final Fantasy XV su Nintendo Switch, temo che dovranno accontentarsi solo delle versioni PS4 e Xbox One. Almeno per adesso!

Lucca Comics and Games

Chiudiamo questo articolo volgendo la nostra attenzione alla manifestazione in tutta la sua essenza, ricordandovi che la 50° edizione del Lucca Comics and Games andrà avanti fino a Martedì 2 Novembre. Noi vagheremo tra i vari padiglioni alla ricerca di notizie allettanti e vi terremo aggiornati su tutte le più importanti novità.

Vi lasciamo alla visione del trailer Omen di Final Fantasy XV. Stay Gold!

Francesco warfra Lorenzoni

Un ragazzo come tanti che vuole trasformare le sue passioni in un lavoro.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up