Batman – The Telltale Series Ep. 3 – Recensione

Featured Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

Dopo un esaltante secondo episodio per Batman – The TellTale Series, il celeberrimo Cavaliere Oscuro torna in una nuova avventura che, sebbene appaia come un episodio di transizione, dà alla trama una certa direzione che porterà  nei prossimi due episodi a una (speriamo) degna conclusione della serie. Pronti ad affrontare un nuovo ordine mondiale?

Titolo: Batman – The Telltale Series ep.3 New World Order
Sviluppatore: Telltale
Publisher: Telltale
Lingua: Doppiaggio e sottotitoli in Inglese
Piattaforme: PlayStation 4, Xbox One, Android, iOS, Microsoft Windows, PlayStation 3, Xbox 360, Mac OS
Prezzo: 29,90 euro
Data di uscita: 02/08/2016

Articoli precedenti: 
– Episodio 1: Realms of Shadows
Episodio 2: Children of Arkham

ATTENZIONE SPOILER / PASSATE AL PARAGRAFO SUCCESSIVO SE NON VOLETE CONOSCERE DETTAGLI SULLA TRAMA E/O SE NON AVETE GIOCATO I PRIMI CAPITOLI

newworldorder-01

Nel precedente episodio abbiamo fatto la conoscenza dei “Children of Arkham”, una misteriosa setta che in qualche modo serba rancore nei confronti della famiglia Wayne e del suo ultimo discendente Bruce. In questo episodio tutto inizierà dove si era concluso il precedente capitolo, con la lenta “mutazione” di Harvey Dent nel pericolosissimo Due Facce. Nonostante i presupposti interessanti, però, New World Order si rivela l’episodio più lento dei tre usciti fino a ora, riuscendo a migliorare solamente verso l’ultimo quarto d’ora di gioco dove si paleserà (finalmente) il nemico principale, e tutti i tasselli inizieranno a tornare lentamente al loro posto. Faremo inoltre la conoscenza di nuovi personaggi, alcuni già noti a coloro che hanno divorato la serie TV Gotham oppure che hanno letto la serie a fumetti legata alla Corte Dei Gufi.

newworldorder-02

Dal punto di vista ludico New World Order è un capitolo molto ma molto lento, ricco di dialoghi e descrizioni utili a capire meglio cosa si celi dietro le scellerate azioni dei Children of Arkham. In questo capitolo più che mai abbiamo sentito la mancanza della localizzazione in lingua italiana giacché, visto il costante utilizzo di slang o linguaggio colloquiale, in più di una occasione abbiamo avuto l’impressione di esserci persi qualcosa e recuperare il filo del discorso non è stato affatto facile. Al di là di questa piccola defaillance, il gioco è un alternarsi di situazioni investigative e combattimenti frenetici in cui, come per il capitolo precedente, è quasi impossibile uscirne sconfitti.
Dal punto di vista tecnico il gioco soffre delle consuete incertezze, rilevabili principalmente durante alcune animazioni che subiscono immotivati rallentamenti.
Tirando le somme, quindi, New World Order è un episodio che si salva solamente grazie all’ultimo quarto d’ora che cancella in un lampo tutta la lentezza e la pesantezza percepita nel corso della prima ora e mezza necessaria al suo completamento. Restiamo fiduciosi per il futuro…

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up