Warhammer: The End Times – Vermintide – Recensione

Featured Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

Warhammer: The End Times – Vermintide è il primo titolo next-gen della celebre saga tratta dal gioco da tavola di miniature più famoso al mondo creato da Games Workshop.
Il titolo è pubblicato e sviluppato da FatShark, software house svedese che qualche anno fa abbiamo apprezzato per Escape Dead Island ed ancora prima per l’ignorantissimo Bionic Commando Rearmed 2, rilasciato su Xbox 360 ePlaystation 3.

Titolo: Warhammer: The End Times – Vermintide
Sviluppatore: FatShark
Publisher: FatShark
Lingua: Doppiaggio in Inglese e sottotitoli in Italiano
Piattaforme: PlayStation 4, Xbox One, iOS, Microsoft Windows
Prezzo: 40.98 euro
Data di uscita: 04/10/2016

109639951

La Caccia al Topo ha inizio!

Warhammer Vermintide può sembrare un classico gioco di ruolo fantasy, i menù e le interfacce grafiche ci riportano agli anni 2000 e ricordano molto quelle di Baldur’s Gate, ma il contenuto di questo titolo è tutt’altro che classico e sopratutto non aspettatevi di giocare ad un titolo che ricordi Skyrim e simili.
Il Gioco è uno sparatutto in prima persona privo di modalità offline le cui dinamiche di gioco, la quantità di nemici e le attività coop ricordano Left 4 Dead. Non appena premuto il tasto “Nuova Partit”a e scelto il nostro personaggio tra il cacciatore di streghe Victor Saltzpyre, la strega della luce Sienna Feugonasus, il ranger nano Bardin Goreksson, la sentinella elfa Kerillian e il soldato imperiale Markus Kruber, verremo portati nella locanda, luogo in cui possiamo equipaggiare il nostro personaggio con gli oggetti ritrovati durante le missioni, fare il pieno di munizioni e prepararci psicologicamente a scoprire che se si gioca i personaggi più gettonati come il cacciatore di streghe, la strega della luce e la sentinella i tempi di attesa saranno davvero lunghi.

szmqthn

Amo i giochi fantasy che iniziano nella locanda!

Sì perché la tradizione fantasy vuole sempre che ogni avventura inizi da questo luogo chiave in cui gli avventurieri vengono avvicinati da losche figure per compiere pericolose avventure in cambio di denaro, ed infatti la locanda fungerà da lobby di gioco.
Il gameplay, frenetico e dinamico allo stesso tempo, all’inizio può sembrare difficile ma in realtà bisogna solo abituarsi alla meccanica di attacco/parata che sarà necessaria sopratutto per i personaggi che utilizzano prevalentemente il combattimento corpo a corpo come il Nano o il Soldato Imperiale; vita ben più facile spetta ai personaggi considerati misti come il Cacciatore di Streghe, abile sia in corpo a corpo che dalla distanza, ed ancora più semplice risulta utilizzare la Strega di Luce o la Sentinella.

Nasciamo Soli!

La cosa forse più difficile da metabolizzare in Warhammer Vermintide, è che il giocatore viene catapultato nella locanda, e quindi nella lobby di gioco, senza un vero e proprio scopo.
I primi 10 minuti di gioco infatti li passerete a capire come si da inizio alla storia e come conoscere qualcosa sul background del proprio personaggio e perché si sia unito ad altri 4 figuri per dare il proprio contribuito alla causa impedendo la Fine del Tempo, obbiettivo ultimo dei Toponi.

ratling_gun_skaven_vermintide_illustration

Altro aspetto molto interessante, oltre la quantità numerica dei nemici, è anche le diverse classi a cui Skaven ( i toponi contro cui ci ritroveremo a combattere ) appartengono. Come già si poteva intuire dalle precedenti analogie con Left 4 Dead,  anche in Warhammer dovremmo adottare diverse strategie per affrontare i diversi tipi di Skaven, dal semplice ratto in scudo e spada al Rat Ogre, un bestione geneticamente modificato che ci darà la possibilità di sentire tramite la chat vocale del gioco come si impreca in tutte le lingue del mondo!

In conclusione

Warhammer: The End Times – Vermintide, è un ottimo gioco per passare tante ore con gli amici e per gli amanti del genere, risultando l’unica variante sul mercato a temaFPS-Multiplayer Online.
Un vero peccato l’assenza di una modalità storia o  comunque di una story line di spessore capace di coinvolgere maggiormente il giocatore e garantire una qualche sorta di motivazione per investirci più tempo.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up