A Roma il progetto MigrArti: Cinema senza frontiere

Cinema Featured

Il progetto MigrArti “Cinema senza frontiere” è una splendida iniziativa che si terrà nell’ambito della Festa del cinema di Roma. Consiste in sei nottate di cinema di alto livello, ma anche di grandi incontri, alla Scuola di Donato.

Tra gli ospiti Claudio Giovannesi, un regista emergente davvero ormai affermato, Agostino Ferrente, Gianluca Arcopinto.

L’evento è organizzato dalla Festa del cinema assieme a MIBACT, Progetto MigrArti, Scuola d Donato, Associazione Genitori Scuola di Donato e Apollo 11.

Si svolgerà all’Esquilino, ormai unanimemente considerato il quartiere multietnico per eccellenza della capitale.

Le sei serate di cinema avranno come sede la Scuola Di Donato, vicino a Piazza Vittorio, in Via Nino Bixio, 83.

L’iniziativa vuole coinvolgere radicalmente il territorio, trasformando la palestra in sala cinematografica, dove verranno proiettati film che ci parlano, magari spesso con linguaggi e sensibilità diverse, della condizione dei migranti, delle difficoltà e dei sogni di chi abbandona la propria terra, la propria casa, il proprio paese sperando, sognando, di riuscire a integrarsi in nuove realtà.

Prima del film ci sarà la proiezione di cortometraggi dei vincitori del progetto MigrArti, promosso dal MIBACT.

Obiettivo è di creare un legame più stretto tra Festa del cinema di Roma e l’intera città, con un coinvolgimento integrale del pubblico, del centro come delle zone periferiche, al fine di dar vita a un confronto su temi connessi all’integrazione, all’accoglienza, al superamento di qualunque discriminazione e razzismo.

La rassegna è a ingresso gratuito a cura di Vincenzo Carocci

Programma:

Come abbiamo detto più sopra, verrà proiettato un film ogni sera, preceduto da un cortometraggio. Ogni sera l’appuntamento è previsto per le ore 21.

17 ottobre: “Naufragio con spettatore”, di Fabio Cavalli

A seguire Agostino Ferrente presenta il suo: “L’Orchestra di Piazza Vittorio” (2006)

18 ottobre:

“Asi Stanala Siena-Buon giorno restelica”, di Nicola Contini

A seguire: “Rocco e i suoi fratelli”, di Luchino Visconti (1960)

19 ottobre

“Babbo Natale”, di Alessandro Valenti

“My Beautiful Laundrette”, di Stephen Frears (1985)

20 ottobre

“Amira”, di Luca Lepone

Claudio Giovannesi presenta il suo “Ali ha gli occhi azzurri” (2012)

21 ottobre

“Beles-la stagione dei fichi d’India”, di Massimo Ruggiero

A seguire proiezione del film : “Il ribelle dell’Anatolia”, di Elia Kazan (1963)

22 ottobre

“No Borders”, di Haider Rashid

A seguire Gianluca Arcopinto presenta: “La mia classe”, di Daniele Gaglianone (2013).

Davide Venturini

Comunicazione e informazione soprattutto per Cinema e Spettacolo, ma anche politica, sport e cultura. Si dedica anche alla pittura, con diverse mostre personali. È anche Avvocato nel Tribunale della Sacra Rota (Città del Vaticano) e si occupa di questioni vaticane come giurista. Per contatto: 349-1281303; [email protected]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up