NBA 2K17 – Recensione

2K Games torna alla ribalta, anche quest’anno, con il classico appuntamento videoludico dedicato al magico mondo dell’NBA. Un franchise di successo che, nel corso degli anni, ha guadagnato consensi da parte di giocatori e critica per via della minuzionsa attenzione al dettaglio e del gameplay alquanto realistico. Le nostre aspettative per NBA 2K17, dunque, erano davvero alte soprattutto grazie all’hands-on del gioco tenutosi a Milano. Saranno stati gli sviluppatori in grado di realizzare la simulazione cestistica definitiva? Scopritelo nella nostra recensione stilata sulla versione PS4 del titolo.

Titolo: NBA 2K17
Publisher: 2K Sports
Sviluppatore: Visual Concepts
Lingua: Italiano
Piattaforme: Xbox One, Xbox 360, PS3, PS4, PC
Data d’uscita:  16 settembre 2016

Per valutare a dovere NBA 2K17 bisogna partire dalle succose novità che gli sviluppatori ci hanno riservato. Se pensavate, infatti, di trovarvi dinnanzi all’ennesimo capitolo riciclato di anno in anno, potete mettere a tacere le vostre paure. Le migliorie sono notevoli e si notano da subito, a partire dall’aspetto tecnico del gioco. La pulizia grafica, almeno sulle console di nuova generazione, è davvero ottimale e sentirete, sulla vostra pelle, la stanchezza ed i rivoli di sudore dei giocatori presenti su schermo. I volti di questi ultimi sono davvero realistici ed il team si è concentrato anche sul comparto audio, registrando i suoni dei palloni ed i rumori dei palazzetti sportivi, direttamente da partite realmente disputate. I rimbalzi sono stati modificati per ricreare delle vere e proprie lotte sotto canestro ed alcune animazioni sono state create interamente da zero. Un’atmosfera incredibile, dunque, che consente ai giocatori di tuffarsi nel magico mondo dell’NBA comodamente da casa e pad alla mano.

Il gameplay è rimasto sostanzialmente invariato ma c’era da aspettarselo data l’ottimizzazione dei comandi avvenuta con NBA 2K15 e proseguita nel corso degli anni. Coloro che sono già avvezzi a questa saga, non avranno problemi a padroneggiare i movimenti di gioco ed andare a canestro, realizzando schiacciate spettacolari. Per i neofiti, invece, il nostro consiglio è quello di seguire con attenzione il tutorial presente nel menu iniziale di gioco. Ci vorranno delle ore di pratica ma, alla fine, apprezzerete di gusto le meccaniche intuitive e profonde che NBA 2K17 ha da offrirvi.

Nba 2k17

La modalità “My Career” è sicuramente la più apprezzata dai giocatori della serie e, per il capitolo di quest’anno, 2K ha deciso di abbandonare una trama abbastanza cupa come quella realizzata lo scorso anno con il controverso regista americano Spike Lee, e di utilizzare una storia alquanto lineare ma in ogni caso avvincente. I giocatori vestiranno i panni di Pres, un vero e proprio ragazzo comunue che vorrebbe passare dal basket amatoriale agli anelli della Hall of Fame NBA, cimentando il suo status di migliore al mondo e realizzando, così, il sogno di una vita. Ad aiutarvi nei primi passi della vostra carriera ci sarà Justice Young, un astro nascente dell’NBA che ha le fattezze videoludiche dell’attore americano Michael B.Jordan. Quest’ultimo, infatti, si è immerso completamente nello sviluppo del gioco, presso gli NBA 2K studios, per catturare le sue movenze e riproporle in modo verosimile grazie alla tecnologia MoCap, passando ore ed ore a lavorare allo sviluppo delle scene e alle registrazioni audio.

La carriera è strutturata come la vita vera e propria di un campione di basket. Man mano che avenzerete di ranking e giocherete in squadre sempre più importanti, toccherà a voi partecipare alle interviste con la stampa, stringere importanti accordi di sponsorizzazione, incontrare i tifosi, e soprattutto allenarvi duramente. Mai come quest’anno, infatti, le sessioni di squat e rinforzo muscolare sono fondamentali per determinare la vostra prestazione in campo e la precisione a canestro. Le scelte che farete sulla corporatura, larghezza delle spalle e braccia, avranno serie ripercussioni sul fronte a lungo termine. Per rispecchiare in toto la realtà, inoltre, i giocatori dovranno tenere in considerazione il profilo di Pres sui vari social network ed i rapporti che ne scaturiscono con dirigenza e squadre. Insomma, una modalità che ci ha davvero convinti e che regalerà ore e ore di divertimento.

nba-2k17-career-mode

La longevità di gioco è notevolmente arricchita dalle altre modalità presenti in NBA 2K17: MyLeague, My Gm, e due novità assolute ovvero Start Today e Playoff. I giocatori possono tornare a vestire i panni di un general manager dell’NBA, modificare a proprio piacimento l’intero lega o la squadra, e fare incetta di titoli. Le possibilità di personalizzazione sono pressochè illimitate, dalla divisa al palazzetto, fino ad arrivare al logo, tutto reso in una maniera semplice e intuitiva, oltre alla possibilità di scaricare il materiale che viene uploadato dalla community online. Quest’anno, inoltre, sarà possibile espandere la lega fino a 36 squadre, attuando delle variazioni al calendario delle partite.

Nelle altre modalità citate, invece, i giocatori potranno iniziare una stagione nel corso dell’anno partendo dal punto esatto in cui la squadra selezionata si trova nella realtà. Si possono affrontare tutti i playoff previsti e personalizzarli a proprio piacimento. L’unica nota dolente di NBA 2K17, se proprio volessimo trovare un difetto, è la modalità online rimasta sostanzialmente invariata e con alcuni problemi di lag. Confidiamo in future patch risolutive da parte degli sviluppatori al fine di garantire un’esperienza multiplayer solida come quella di base.

mode-select-1200x675

 danillo_gallinari

IN CONCLUSIONE

Dopo averlo spolpato fino all’osso possiamo affermare, con piena soddisfazione, che NBA 2K17 è il punto di svolta della serie nonchè la miglior simulazione cestistica, in ambito videoludico, al momento disponibile sul mercato. Gli sviluppatori hanno imparato dagli errori passati, sfornando un titolo che farà la gioia degli appassionati di questo emozionante sport e che potrà piacere, senz’altro, anche a coloro che si avvicineranno per la prima volta ad un titolo del genere. Vi ricordiamo che il gioco è attualmente disponibile su PC, PS3, PS4, XBOX 360 e XBOX ONE e che, nella versione italiana, troverete il campione nostrano Danilo Gallinari in copertina. Per i fan più sfegatati, invece, disponibile la Legend Edition con il mitico Kobe Bryant sulla copertina.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.