In occasione del 21esimo anniversario del brand arriva finalmente Worms W.M.D.! il nuovo lavoro del Team 17 che porta i tanto amati vermi ancora una volta su PlayStation 4, Xbox One e PC, con tante premesse, come l’essere il miglior capitolo della saga, grazie ad un numero abbondante di novità e l’utilizzo di un nuovo motore grafico – fisico per ricreare al meglio il classico mondo e gameplay di Worms. Saranno riusciti nell’ardua impresa?

Titolo: Worms W.M.D.
Sviluppatore: Team17
Publisher: Team17
Lingua: Italiana
Piattaforme: PlayStation 4, Xbox One, PC
Prezzo: 29,98 €
Data di Uscita: 23 agosto 2016

Vermi alla riscossa!

Si ritorna al classico 2D che tanto amiamo, dopo i tentativi quasi fallimentari del cambio di stile con il 3D, questo fa gridare letteralmente di gioia i fan come me, che tanto attendevano un capitolo di livello con un occhio volto al passato; così è stato e non solo, dato che vi sono numerose implementazioni molto interessanti in grado di rendere le sessioni di combattimento divertenti come non mai, si è tornati ai grandi fasti d’un tempo.
Innanzitutto è da commentare la possibilità di nascondersi all’interno degli edifici, dall’esterno sembrano strutture inaccessibili con la parvenza di non nascondere nulla, ma una volta avvicinatosi si rivela l’incredibile segreto: è possibile entrarci ed esse contengono una propria struttura esplorabile, ideale per nascondere casse e potenziamenti o per organizzare il piano d’attacco per i turni successivi; oltre a questo abbiamo pure tanti oggetti utilizzabili nella mappa oltre alle tanto amate casse: sono degli accessori bellici di alto livello in grado di mietere numerose vittime. Nello specifico stiamo parlando di torrette da cecchino, “piccole” postazioni munite di fucile con mirino laser per colpi precisi e letali, carri armati, elicotteri e mini mech; di fatto un arsenale incredibile sempre a nostra disposizione, che può essere distrutto in qualsiasi momento con le nostre armi in dotazione.
Proprio di queste è il momento di parlare, per fortuna non vi sono castrazioni all’inventario e possiamo utilizzare tutto quello che negli anni abbiamo potuto apprezzare, dalla bomba santa alle banane, passando per la possibilità di scambiare verme utilizzato un numero molto limitato di volte, l’intelligenza tattica grazie a questo viene abbondantemente appagata e regala quel pizzico di imprevedibilità all’avversario.

2

Al via il divertimento

Le vie possibili sono numericamente elevate, in single player abbiamo l’addestramento, per insegnare ai neofiti cosa significa giocare e padroneggiare degnamente Worms, la campagna, per adattarsi alle nuove meccaniche ed introduzioni al meglio, le sfide, il luogo in cui possiamo sbloccare tanti accessori di personalizzazione ed infine le schermaglie in locale contro amici o IA, quello che rappresenta alla fine dei conti il cuore pulsante della serie.

Rivediamo fortunatamente anche la modalità multiplayer online, per goderci il titolo in compagnia di amici lontani o per mera competizione, con una suddivisione ben distinta tra match classificati e non, ideale per appagare tutti i tipi di videogiocatori; al momento della recensione i server sembrano rispondere molto bene, senza lag durante la partita e con solo un matchmaking lievemente lento, sicuramente nei mesi a venire questo piccolo dettagli verrà limato a dovere.

Infine parliamo della personalizzazione, un qualcosa che i fan della serie amano tantissimo, dare nomi alla propria squadra di distruzione e renderla particolare il più possibile; in questo titolo oltre ad essi è possibile cambiare l’aspetto della squadra, rappresentato dal cambiamento del copricapo, le movenze di esultanza, l’inno per celebrare la vittoria e le voci dei nostri vermetti; manca il poter modificare singolarmente ogni verme per una personalizzazione ancora più curata, ma è un fattore secondario su cui si può soprassedere data la qualità dei settaggi presenti.

3

Vermi in alta definizione

Il comparto grafico è notevole per un titolo del genere, sia come stile che come budget, la nuova veste dona molto ai Vermi del Team17 ed alla loro ambientazione, come potete notare pure dagli screenshot presenti il passo in avanti rispetto ai predecessori è notevole, tutto merito del nuovo motore, riuscendo a conferire un nuovo look moderno ed accattivante; inoltre, come si richiede da ogni analisi, abbiamo testato e visionato con cura il frame rate, il risultato è stato molto soddisfacente, non vi è alcuno scatto o sensazione di disturbo che possa in alcun modo alterare l’esperienza di gioco.
Per il comparto audio niente da ridire, tutto ben curato, sia per le tracce durante la battaglia, che soprattutto per quelle di contorno, come i nuovi effetti audio per le voci, esilaranti come sempre e gli inni di vittoria che regalano quel pizzico di irriverenza in più, qua non guasta mai

4

In conclusione

Siamo dinnanzi ad uno dei migliori Worms che il Team17 abbia mai sfornato, merito dell’esperienza e dei flop passati che sicuramente hanno aiutato a percorrere questa volta la strada migliore; Worms W.M.D. rappresenta a tutti gli effetti un esperienza divertentissima e da vivere, specialmente per i fan della saga, ma non solo, da consigliare vivamente a chi piace giocare in compagnia di amici in casa o online, perché lì troverete il vero divertimento e grasse risate che accompagneranno felicemente le vostre serate. Per me è un piacere poterlo affermare, i vermi sono tornati, più armati che mai!

Nato nel lontano 1991 nell'irridente cittadina di Riccione, famosa per il mare e la movida, si differenzia sin da subito dalla massa per il suo essere introverso ed affascinato verso un incredibile mondo: I Videogames. Inizia a giocare con il PC ai vari Prince e Lotus fino ad arrivare alla PlayStation 1, la prima vera console casalinga e da quì la sua passione esplode fino ad arrivare ai giorni d'oggi. Oltre ai videogiochi ama gli anime e manga, la cultura giapponese, i giochi di carte fisici e digitali, il mondo fantasy ed il calcio.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up