Dopo la pubblicazione circa 1 anno fa di Grow Home, ecco che il simpatico robottino B.U.D. ritorna con un nuovo seguito: Grow Up. Il titolo ci ha colpito? Scopritelo nella nostra recensione!

Titolo: Grow Up
Sviluppatore: Ubisoft Reflections
Editore: Ubisoft
Genere: Azione – Fantastico
Piattaforma: Xbox One, PS4, PC

Grow Up punta tutto sull’esplorazione libera, molto più di quanto non fanno diversi titoli dello stesso genere. L’intera mappa di gioco, ovvero un vero e proprio pianeta, è inizialmente limitato a causa di molteplici situazione, infatti il principale compito di B.U.D. sarà quello di servirsi di una nuova enorme piantagione, che lo aiuterà di nuovo nella sua missione e non poco. L’enorme pianta, la Starplant, può spingersi sempre più in alto, dando un grosso aiuto al piccolo protagonista, nel preciso tentativo di recuperare tutti i pezzi della sua astronave (M.U.M.) che, frantumandosi contro qualche asteroide, ha abbandonato il simpatico robot su questo misterioso pianeta.

grow-up1

La affabilità con i comandi nei primi momenti non è certo delle migliori, soprattutto con i diversi “gadget” del nostro protagonista. Si attivano i checkpoint, ci si arrampica sulle prime alture, sempre con un pizzico di fatica, si eseguono impacciatissimi salti. Esplorando i dintorni si trova infine il germoglio da cui far crescere la vera protagonista di questa storia: la Starplant, ovvero un gigantesco rampicante che con le sue fronde rende possibile la conquista dei cieli, il raggiungimento, tappa dopo tappa, delle molteplici isole che si confondono tra le nuvole e si stagliano anche oltre l’orizzonte. Già, l’orizzonte, il primo cambiamento di questo Grow Up rispetto al capitolo precedente. Dove una volta c’era una piccola distesa di terra circondata da un oceano sconfinato, ora c’è un grosso pianeta dalle discrete dimensioni. Il level design si sviluppa anche in orizzontale, con un buon numero di isolette, catene montuose e distese di sabbia tutte da esplorare, in cerca dei soliti cristalli che donano progressivamente bonus sempre più utili al nostro protagonista.

grow-up2

Proprio per quanto riguarda i cristalli, ci sono moltissimi di questi oggetti da raccogliere per potenziare i movimenti e l’autonomia di B.U.D., ma anche decine di prove supplementari e opzionali (tutte basate su percorsi piuttosto esigenti, da completare in pochi secondi) per sbloccare nuovi costumi per B.U.D. e… beh, poi, il resto, è fatto dallo stile grafico volutamente elementare eppure così efficace. Rispetto al passato, un maggior numero di bestie e insetti che vagano senza infastidire, ma andando ad arricchire il paesaggio e il suo carattere, per così dire. Il vero punto forte di Grow Up però, così come già avvenuto un anno fa, è lo strepitoso senso delle dimensioni, la scala e la capacità di comunicare le vertiginose sensazioni di essere arrivati chissà dove, chissà quanto in alto. Per poi buttarsi e planare verso la prossima regione, alla ricerca di un altro pezzo di M.U.M., godendosi foglie al neon di dimensioni enormi o laghi ghiacciati, cascate sospese a centinaia di metri di altezza e tantissimi vegetazione.

grow-up3

Le musiche sono una dolce compagnia nel tentativo di far trascorrere momenti di totale tranquillità al giocatore, soprattutto quando ci ritroveremo a tuffarci da una sporgenza posta in una parte altissima della mappa. Il lato artistico di Grow Up è uno dei punti chiave, poiché permette di far vivere al giocatore esperienze nuove e di osservare paesaggi ben fatti.

grow-up4

In conclusione, credo che Grow Up sia un titolo piuttosto riuscito. L’esplorazione, la grafica, le musiche, ci porteranno in un mondo completamente nuovo ed estremamente curato. Ancora una volta, nei titoli a basso budget, Ubisoft riesce a colpire nel centro.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up