Xbox Scorpio: Nuova generazione di console, ma parte della stessa grande famiglia

Project Scorpio, la nuova Xbox in arrivo nell’estate del 2017 che promette una CPU con 6 teraflops di potenza e annunciata durante la conferenza Microsoft all’E3 2016 di Los Angeles, è vista da Phil Spencer come una nuova generazione di console rispetto a Xbox One e PS4, ma con qualcosa di diverso rispetto all’usuale cambio generazionale.

Ecco le parole del boss di Xbox:

“Quando vedete cose come l’arrivo del 4K, voglio essere sicuro che stiamo creando un componente della famiglia di Xbox One che supporta il 4K e non che pensiate che state lasciando indietro tutti gli investimenti fatti sulla piattaforma in sé. Questo è il modo in cui pensiamo alle nuove generazioni. Il 4K che voi pensate sia una nuova generazione, diversamente dalle precedenti, non lascerà indietro nessuno.”

Spencer ha proseguito l’arringa, affermando:

“Francamente, se siete un utente Xbox One, e volete continuare ad investire sulla vostra libreria, acquistando e giocando nuovi titoli, se e quando deciderete che il 4K e Scorpio saranno il vostro futuro, noi saremo li per voi. E se non farete mai questo passo, sarete comunque un ottimo utente per noi. Non ho intenzione di abbandonare nessuno in alcun modo. Infatti, voglio che siate felici con la vostra Xbox One come non lo siete mai stati prima. E’ che questo che intendiamo quando parliamo di Xbox One, Xbox One S e Xbox Scorpio come di un’unica grande famiglia.”

Le parole di Phil Spencer sono molto chiare: Xbox Scorpio è una console di nuova generazione che tuttavia non andrà a influenzare la qualità dei giochi a venire su Xbox One, lasciando in questo modo al giocatore la facoltà di scegliere se fare un passo verso il futuro, oppure restare ancorato al suo microcosmo attuale.

Vi ricordiamo che Xbox Scorpio arriverà sul mercato nell’estate del 2017 con il supporto per il 4K. Se siete impazienti, ricordatevi che a breve arriverà Xbox S, una versione rivisitata e più piccola di Xbox One.

Per maggiori informazioni, come sempre, continuate a seguirci.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.