Hard disk rotto? Prima di tutto, niente panico!

Ovvero, tradotto in altri termini, perdere veri e propri pezzi della nostra vita come fotografie, video, documenti, materiale di lavoro e così via. Se ci pensiamo solo un attimo, infatti, ci rendiamo conto di come la tecnologia ha sempre più un ruolo fondamentale nelle nostre giornate, trasformando gli archivi digitali in vere e proprie estensioni o appendici della nostra memoria cerebrale.

Sospiro di sollievo. Questo spiega perché un evento come un guasto, un accidente, un malfunzionamento dell’hard disk possa rappresentare più di un semplice “problema”, diventando quasi un dramma e mettendoci di fronte alla concreta possibilità di veder scivolare via almeno una parte dei nostri ricordi. In realtà, c’è un sistema per evitare che il danno possa essere irrecuperabile: grazie ai servizi offerti da società come Recovery File, infatti, è possibile provvedere a recuperare dati da hard disk a prescindere dal tipo di inconveniente che ne ha compromesso lo stato. Vediamo come.

Come si rompe? Innanzitutto, bisogna spiegare come e perché si può verificare un guasto all’hard disk, un evento che purtroppo non è così infrequente. La prima tipologia di problema è quella del danno fisico, dovuto ad esempio a una caduta accidentale del laptop o a un colpo subito dal case del pc, o ancora a un contatto con l’acqua, corto circuito elettrico o elettronico e così via; ci sono poi i guai “virtuali“, come virus, malware eccetera, che compromettono le funzionalità della memoria fissa e ne rovinano i dati contenuti; infine, c’è la “manina” diretta (nostra o di un tecnico tutt’altro che esperto), che può eliminare in modo involontario documenti, file e programmi che invece sono importanti, o ancora eseguire male una formattazione e via così.

Non disperare. In qualsiasi caso, l’importante è non lasciarsi sopraffare dalla disperazione: in alcuni casi, più semplici da risolvere, basta anche un comune software che consente di “scavare” tra i file cancellati e di ripristinare quelli di cui abbiamo bisogno. Tuttavia, questa operazione non sempre funziona bene o riesce a trovare tutto ciò che vogliamo recuperare, anche perché le funzionalità di questi programmi sono limitate o necessitano di una esperienza e tecnica elevata per l’esecuzione. Meglio, allora, rivolgersi a chi è specializzato proprio in queste procedure, come la citata società Recovery File, che da anni garantisce risultati soddisfacenti a prezzi convenienti, con una percentuale di successo nei casi affrontati che raggiunge addirittura il 98%.

La soluzione. Pur avendo sede operativa a Roma, il team di Recovery File opera con pezzi provenienti da tutta Italia grazie a un sistema di spedizioni via corriere, nella massima sicurezza e nel pieno rispetto della privacy e della riservatezza della clientela: una volta inviato l’hard disk “incriminato”, la prima operazione è la verifica della tipologia di guasto e di intervento necessario, che serve da premessa all’inizio del vero lavoro per ripristinare lo stato di funzionalità precedente. Fattore molto importante, l’azienda riesce a garantire risultati a prescindere dal tipo di file system usato, senza distinzione dunque tra hard disk utilizzati su sistemi Windows (i tradizionali Ntfs o Fat32), Mac (Hfs e Hfs+), oppure ancora Linux (Ext3, Ext4) e così via, e la procedura di intervento non prevede la sovrascrizione dei dati e non pregiudica, quindi, eventuali e ulteriori ripristini.

Recuperare dal cestino. Come gli utenti più pratici di computer sanno, i dati che vengono cancellati e rimossi anche dal cestino degli hard disk non “svaniscono” del tutto né sono completamente distrutti, perché invece sono contrassegnati nell’algoritmo iniziale come eliminati e, dunque, come potenziale spazio libero disponibile eventualmente per una sovrascrizione, ovvero per altri salvataggi di file. Questo significa che c’è la possibilità di recuperare alcuni dati apparentemente perduti, grazie all’utilizzo mirato di specifici tool hardware e software, che possono ridare nuova vita ai nostri ricordi che temevamo di aver perso per sempre.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.