The Walking Dead: Michonne Episode 3 – What We Deserve – Recensione

“Giocare” con un personaggio principale della serie The Walking Dead non è una cosa facile, e si sa, TellTale è sempre riuscita a gestire con una cura eccezionale qualsiasi patata bollente gli sia passata tra le mani. Ritorno al Futuro, Il Trono di Spade e in futuro Batman sono solo alcuni dei potentissimi brand che l’azienda statunitense si è trovata a dover gestire per la realizzazione di avventure decisamente fuori dai canoni per il nome che portavano. Eppure c’è da dire che fino a oggi TellTale non ha fallito un colpo. Come sarà andata con la conclusione di The Walking Dead: Michonne?

The Walking Dead: Michonne Episode 1 – In Too Deep

The Walking Dead: Michonne Episode 2 – Give No Shelter

Titolo: The Walking Dead: Michonne Episode 3 – What We Deserve
Sviluppatore: TellTale Games
Publisher: TellTale Games
Lingua: Parlato e sottotitoli in Inglese
Piattaforme: PC, Xbox One, Xbox 360, PS4,PS3

Sapevamo che sarebbe successo. Come tante belle storie che si raccontano, anche quella di The Walking Dead: Michonne doveva giungere a termine. Non sappiamo se si può definire “bella” una storia che di per sé è straziante e violenta ma che in certi momenti è riuscita a toccare nel profondo l’animo dei  fan dell’opera di Robert Kirkman e che ha permesso di conoscere qualche dettaglio in più sul passato della celeberrima Michonne.

thewalkingdeadmichonneep3-03

Il plot narrativo, sebbene partito in maniera lenta e quasi tediosa nel primo capitolo, ha subito una rapida impennata nel secondo capitolo per poi, a nostro giudizio, concludersi degnamente in questa terza avventura con un finale intelligente che dà sia al videogiocatore sia a TellTale la possibilità di immaginare (o creare, chi lo sa!) cosa accade dopo. A differenza dei capitoli precedenti, in What We Deserve, terzo capitolo della serie The Walking Dead: Michonne, i giocatori avranno una maggiore possibilità di scavare nel passato della protagonista e capire cosa sia accaduto alle sue figlie e al suo compagno. Fatto sta, purtroppo, che a differenza delle altre due avventure grafiche della serie The Walking Dead, in questa mini-serie dedicata a Michonne i giocatori hanno avuto maggiori limitazioni nel poter modificare il corso degli eventi. Ebbene si, completando la storia si ha l’impressione che il plot narrativo non potesse evolversi in un modo troppo diverso da quanto fatto, probabilmente a causa della necessità di dover mantenere una certa coerenza e linearità con la serie a fumetti o con la serie televisiva.  Non che alla fine il gioco ci sia dispiaciuto, anzi, ma è come avere avuto l’impressione di stare guardando un film con saltuari interventi da parte dello spettatore, chiamato a premere tempestivamente il pulsante o a muovere la protagonista in una certa direzione.
Dal punto di vista tecnico, The Walking Dead: Michonne Ep.3 non presenta grosse differenze rispetto ai precedenti capitoli, eccetto per alcune inquadrature di stampo cinematografico verso il finale e saltuari slow-motion che consentono di apprezzare maggiormente alcune sequenze.

thewalkingdeadmichonneep3-02

In conclusione

Finalmente possiamo dare un nostro giudizio definitivo a questo gioco. Dopo un inizio non troppo esaltante, The Walking Dead: Michonne si è concluso in maniera eccezionale, lasciando soddisfatti tutti i fan di The Walking Dead. Non avevamo dubbi sul talento di TellTale Games, sia chiaro, ma ritrovarsi a gestire un personaggio già esistente e non potersi permettere alcuna variazione circa la sua storia o le sue caratteristiche è un impedimento non da poco. Eppure TellTale Games è uscita da questa sfida a testa alta, con un titolo degno di nota e una storia emozionante ai limiti delle lacrime. Peccato per la poca possibilità di cambiare il corso degli eventi, ma tutto sommato ci sta bene così…


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.