Stranger of Sword City – Recensione

Tra i tanti generi videoludici che inondano il mercato ce ne sono alcuni che riescono a “sfondare” meglio di altri, e a contraddistinguersi e ad entrare nel cuore dei milioni di utenti che formano e si integrano sempre di più nella grande e vasta community che si sviluppa ogni giorno. Alcuni generi però, resteranno e saranno sempre destinati ai settori “di nicchia” e a pochi giocatori che lo compreranno perché appassionati di quel genere per loro non sconosciuto. Uno di questi è il genere Dungeon Crawler, che trova sfogo soprattutto nelle console portatili. Oggi vi parleremo di un nuovo gioco di questo genere cercando di comprendere e vedere più da vicino come il Dungeon Crawler possa contare su alcuni titoli da non essere estraniato del tutto. Stiamo parlando di… Stranger of Sword City!

Sviluppatore: Experience Inc.
Editore: Experience Inc./NIS America
Genere: RPG, Dungeon Crawler
Piattaforme: PS Vita, PC, Xbox 360, Xbox One
Localizzazione: Lingua Giapponese, Sottotitoli Inglese

Stranger of Sword City story trailer

La premessa di Stranger of Sword City è la parte migliore del gioco: l’avventura comincia a bordo di un aereo che parte dal Giappone e finisce in un’altra dimensione. Noi siamo i passeggeri, gli “Stranger” che, venendo da un’altra realtà, possiedono delle capacità soprannaturali che ci permettono di essere più agili e più duri da sconfiggere. Una delle idee migliori di Experience Inc. è stata quella di proporre un’opzione grazie alla quale è possibile selezionare le bellissime illustrazioni di En Okishiji oppure quelle decisamente più cartoonesche di Yoko Tsukamoto che contraddistinguono il nostro personaggio, permettendoci di essere unico e diverso dagli altri pg della storia. Una volta creato il nostro alter ego e i suoi compagni, faremo la conoscenza dei bizzarri personaggi che vivono in questo mondo e scopriremo che l’unico modo per tornare a casa si nasconde nel sangue cristallizzato dei Lineage, mostri particolarmente insidiosi che solo noi siamo in grado di abbattere. Il problema è che a contendere questi cristalli ci sono ben tre fazioni, e spetterà noi scegliere di chi fidarci: le nostre decisioni influenzeranno la storia e il finale del gioco.

Il lunghissimo tutorial lascia soltanto intravedere le potenzialità del gioco e annoia chiunque abbia un minimo di esperienza con i dungeon crawler. In effetti non propone nulla di particolarmente innovativo, a parte tutta una serie di disagi che ben presto finiscono col trasformarlo in uno dei più frustranti esponenti del genere. Le fondamenta sono le solite: si crea un party, scegliendo con cura non solo le illustrazioni che ritraggono i nostri alleati, ma anche e soprattutto il ruolo che ciascuno di loro assumerà in combattimento nel tentativo di formare una squadra versatile sotto ogni aspetto. Purtroppo la storia, che ci catapulta subito nel vivo dell’azione, lascia presto molto più spazio al gameplay, e per quanto possa sembrare un controsenso non si tratta di un fattore particolarmente positivo, poiché ben presto viene meno la spinta a giocare per scoprire i segreti di questo mondo e il destino che attende il nostro gruppo di stranieri, anonima carne da macello per i mostri che si nascondono in labirinti pieni di trappole da disinnescare ed evitare e bottini da scoprire che non sempre varranno la fatica del labirinto da cui siete appena usciti con qualche difficoltà.

Stranger of Sword City

In Conclusione

Le incantevoli illustrazioni di Stranger of Sword City tradiscono la pressoché totale assenza di animazioni, lo svolgimento superficiale della storia non sostiene la premessa veramente interessante che le dà inizio, e le peculiari caratteristiche del gameplay mettono i bastoni tra le ruote a causa di un bilanciamento spietato. Anche se, come la maggior parte di noi giocatori pensa, è importante la difficoltà, non è questo il caso di Stranger of Sword City, un gioco che riesce ad essere così snervante che, sono sicuro, metterà a dura prova anche i fan sfegatati del genere.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com