Eisenhorn: XENOS – Anteprima

Edito in Italia da Mondadori nel 2010, “Xenos – Eisenhorn l’inquisitore” è il primo capitolo di una trilogia (i successici capitoli sono “Malleus” ed “Hereticus”) scritta da Dan Abnett, nel quale vengono descritte le avventure di Eisenhorn, giustiziere al servizio dell’Inquisizione Imperiale. La neo casa Pixel Hero Games a distanza di sei anni dall’uscita del libro, realizza un action game nel quale vestiamo i panni del sempre imbronciato Eisenhorn. Vediamo insieme le impressioni delle prime ore di gioco.

Genere: Azione
Sviluppatore: Pixel Hero Games
Publisher: Pixel Hero Games
Genere: Azione
Data di uscita: maggio 2016
Localizzazione: Dialoghi e testi in inglese

Eisenhorn XENOS 2

L’inizio della nostra avventura comincia con un tutorial che illustra i movimenti, l’arsenale e le azioni disponibili per il nostro inquisitore. Partiamo da un dato di fatto: se cerchiamo un gioco frenetico nel quale ci aspettiamo di essere circondati da miriadi di nemici da fare a fette o da sforacchiare, Eisenhorn: XENOS ci lascerà delusi. I combattimenti si possono svolgere con attacchi di spada, pistola e telecinesi ma i movimenti risultano spesso legnosi, le combo poco fluide, gli avversari non creano mai una vera sfida in quanto risultano lenti e l’I.A. è piuttosto limitata. Il sistema “Rhythm Combo” presentato nel titolo non è nient’altro che una modalità di combo realizzata con la pressione dei tasti a tempo con le icone mostrate a video. Ad ogni fendente o proiettile sferrato, compariranno delle icone sopra il nostro personaggio che cambieranno in base alla riuscita o meno della combinazione di attacchi eseguita. Inoltre sarà possibile avviare una modalità tattica, in cui potremo accodare gli attacchi da eseguire come in un gioco di strategia a turni. Chiaramente in questa modalità il tipo di attacco dipende dalla distanza che ci divide dal nostro avversario che se troppo lontano, potrà essere colpito solo da un colpo di pisola o da un attacco mentale. Tra i vari gadget a disposizione dell’Inquisitore, c’è l’Auspex (va bene diciamolo: sembra il rilevatore di ectoplasmi dei Ghostbuster). Questo dispositivo permette di hackerare informazioni dai sistemi o serrature elettroniche, con l’avvio di un semplice minigioco. Saranno disponibili anche sezioni stealth in cui i poteri mentali potranno aiutarci a leggere il pensiero dei nemici per ottenere informazioni importanti sulla strada o sulle azioni da intraprendere, o potranno essere utili per attirare l’attenzione delle guardie per eliminare l’avversario in maniera silenziosa. Sono presenti anche dei punti in cui possiamo modificare e potenziare il nostro equipaggiamento, ma onestamente la realizzazione dell’interfaccia è molto scarna e poco intrigante.

Eisenhorn XENOS 1

L’atmosfera di Warhammer 40.000 viene ben rappresentata in Eisenhorn: XENOS anche se non si eccede mai nello splendore assoluto. La grafica del gioco risulta molto curata e pulita e gli effetti di luce ben riusciti, purtroppo le ambientazioni diventando troppo cupe in diversi punti e risultano sempre molto spoglie, non incontrando molti PNG nelle varie location. I personaggi sono ben caratterizzati anche se i nemici sono spesso piatti e tutti uguali tra loro e non rappresentano mai una grande sfida negli scontri. Le espressioni facciali di Eisenhorn durante i dialoghi, sembrano causate da spasi muscolari per dare al nostro personaggio un’aria corrucciata e grintosa, ma il risultato finale raggiunto non è quello sperato e sembra di vedere Groucho Marx che alza le sopracciglia dopo una battuta umoristica (manca il sigaro però!).

La colonna sonora mantiene quel sound epico presente nella maggior parte dei titoli della serie Warhammer, anche se nella beta testata gli effetti sonori sono spesso ripetitivi e campionati in maniera non sempre eccelsa, risultando fastidiosi e inutili. Particolare positivo da non tralasciare il fatto che la voce di Eisenhorn è prestata da Mark Strong. Sono presenti anche fastidiosi bug (ma del resto le beta servono a individuarli) che ci permetteranno di attraversare oggetti solidi come muri o pannelli di comando o sovrapporci ai nemici nelle sezioni di lotta.

Eisenhorn XENOS 3

In conclusione

Per gli amanti del mondo Warhammer, in questi ultimi mesi ci sono state parecchie novità e se dopo le battaglie nello spazio aperto di Battlefleet Gothic: Armada e gli scontri a turni nel mondo decadente di Mordheim: City of the Damned, non avete ancora saziato la vostra sete di conflitti, Eisenhorn: XENOS vi darà modo di completare l’esperienza con un action game che, nonostante non si presenti perfetto sotto tutti gli aspetti, ha una trama avvincente e una buona realizzazione dei personaggi che merita sicuramente di essere provata.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.