Battlefleet Gothic: Armada – Anteprima

Videogiochi

Se siete degli appassionati del mondo Games Workshop e non doveste essere ancora sazi del genere strategico dopo l’uscita di Mordheim: City of the Damned, o se alla strategia a turni preferite quella in tempo reale, e al mondo fantasy preferite maggiormente il vasto universo della serie Warhammer  40K, siate pronti ad appagare la vostra fame con il nuovo titolo distribuito da Focus Home Interactive. Battlefleet Gothic: Armada si presenta con tutte le carte in regola per diventare un punto di riferimento del genere strategico in tempo reale futuristico.

Sviluppatore: Tindalos Interactive
Publisher: Focus Home Interactive
Piattaforme:
 PC
Genere:  Real Time Strategy
Data di uscita: 21 aprile 2016
Localizzazione: Dialoghi e testi in inglese

20160323115104_1

Nella Beta di Battlefleet Gothic: Armada ci viene data la possibilità di provare la modalità Schermaglia, Multiplayer e di giocare il tutorial della Campagna principale, obbligatorio in realtà per tutte le modalità, in quanto la struttura di gioco è davvero molto complessa e particolareggiata. La prima cosa da dire è che il gioco non è localizzato in italiano neanche nei testi. Questo non risulterà particolarmente bloccante nel comprendere le regole e i comandi del titolo, che sono spiegati in maniera molto basilare. Per chi non mastica bene la lingua anglosassone, non comprendere però gli epici dialoghi tra gli schieramenti avversari, gustando l’ottimo doppiaggio in lingua originale, sarà davvero un peccato. Il tutorial iniziale oltre a fornire le indicazioni di base, servirà ad ammirare il gioco in tutta la sua bellezza grafica. Graficamente Battlefleet Gothic: Armada risulta essere uno spettacolo per gli occhi e le texture come i fondali, sono davvero ben realizzate, peccato solo che nella Beta non sia possibile settare alcuni dettagli grafici come la sincronizzazione verticale e la percentuale di antialiasing.

20160323111910_1

Prima di iniziare una missione dovremo scegliere la flotta da mettere in gioco e il loro schieramento.

Sarà indispensabile selezionare una nave ammiraglia da utilizzare all’inizio della missione, tenendo presente il livello e le statistiche, e una o più Line ed Escort ship tra quelle a disposizione. Un aspetto che inizialmente può spiazzare è dato dal fatto che la nave spara dai cannoni laterali e non frontali richiedendo di mettere la nave nella giusta angolazione nella fase di attacco per sfruttare a pieno la potenza del nostro mezzo. E’ possibile comunque selezionare l’attacco frontale per ogni nave, limitando così l’area colpita o in ogni caso è possibile utilizzare l’high energy turn, che permette di virare velocemente la nave, in senso orario o antiorario. Nelle fasi di attacco sono da evidenziare due aspetti interessati. Come primo aspetto avremo la possibilità di inviare una sonda in un punto inesplorato del campo di battaglia per eseguire una scansione ed individuare mezzi nell’area. Il secondo aspetto riguarda invece la possibilità che ci viene data quando attacchiamo una nave avversaria e selezionandola potremo indicare la parte da assalire come ad esempio i cannoni, i motori e il ponte. Se avremo invece difficoltà a intervenire tempestivamente e a scegliere la strategia da attuare, tramite il Tactical Cogitator attivabile con la barra spaziatrice, avremo la possibilità di rallentare il tempo così da organizzare la nostra prossima mossa con maggiore tranquillità. Preciso che il Tactical Cogitator rallenta il tempo e non lo ferma, altrimenti ci troveremo davanti a uno strategico a turni. Questa funzione è utile per concatenare più azioni su diverse navi contemporaneamente o se disponibile, a lanciare il portale di fuga dallo scontro.

20160323115019_1

In Conclusione

Il prologo messo a disposizione offre un tutorial di circa 20 minuti e una missione contro una flotta di Orchi. Non sarà quindi possibile salvare la missione e non è presente l’autosalvataggio nella Campagna. Qualche bug oltre alla fastidiosa scritta “Work in progress” posta in alto a sinistra dello schermo, non sono stati sufficienti a modificare l’esperienza di questa Beta di Battlefleet Gothic: Armada che si è dimostrata più che positiva. Attendiamo quindi l’uscita imminente del titolo, consigliando sicuramente agli amanti del wargame tridimensionale di Games Workshop di prestare molta attenzione.

Sono nato nel 1980 quando la Pixel art non era una scelta ma l'unico stile grafico possibile. Ho nella pittura, nei videogiochi e nel cinema le mie passioni più grandi. Vivo ogni giorno cercando di ricordare che ciò che divide i rimpianti del passato e i sogni del futuro, sono gli istanti che viviamo nel presente costruiti con le nostre azioni.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com