Svelate le modalità multiplayer di DOOM

Bethesda svela le sei modalità multiplayer di DOOM.

Mietitore d’anime

Simile al Deathmatch a squadre (vedi sotto), ma invece di guadagnare punti con le uccisioni, i giocatori devono raccogliere le anime dei nemici caduti. Ogni anima resterà sul campo per un tempo limitato. Le anime possono essere raccolte da entrambe le squadre. La fregatura? Soltanto la squadra avversaria guadagna punti raccogliendo un’anima, ma i compagni del caduto possono interferire recuperando la sua anima per impedire ai nemici di guadagnare punti.
Ma la modalità Mietitore d’anime non è solo “ammazza e raccogli”. Nel punto in cui verrà ucciso il primo giocatore comparirà una runa demoniaca. Questo potenziamento non ha alcun limite di tempo. Oltre alla potenza dei poteri demoniaci, i giocatori uccisi da un demone lasciano due anime reclamabili, invece di una. E se si uccide un demone? In tal caso, potrete recuperare le cinque anime che lascerà sul campo… e magari divenire voi stessi demoni.
La vittoria andrà alla prima squadra che raggiunge un punteggio predefinito, oppure alla squadra che ha totalizzato più punti allo scadere del tempo.

Congelamento

Invece di uccidere i nemici, questi resteranno congelati sul posto, immobilizzati in un blocco di ghiaccio. I compagni di squadra potranno scongelare gli alleati restandoci vicini per un certo periodo di tempo.
Sparando ai giocatori nei blocchi di ghiaccio o sbalzandoli in altro modo, questi potranno essere fatti scivolare via, dando vita a infinite e caotiche possibilità… previste o meno. Ad esempio, se troverai un alleato congelato vicino a un pericolo letale, potrai spingerlo dentro di esso per distruggere il ghiaccio e farlo rientrare in gioco. Oppure, potrai impedire che un nemico venga scongelato sbalzandolo lontano da un compagno. Potrai anche scongelare più alleati contemporaneamente, a patto che questi siano abbastanza vicini. Inoltre, più alleati possono scongelare insieme lo stesso compagno, accelerandone il processo.
Se la partita va per le lunghe, poco prima dello scadere del tempo sarà generata nell’arena una runa demoniaca, in modo da movimentare le cose.
La vittoria andrà alla prima squadra che congela completamente gli avversari. Se allo scadere del tempo restano ancora dei nemici scongelati, vincerà la squadra con il maggior numero di giocatori attivi.

Via della guerra

Una versione ancora più folle del Re della collina. Un singolo punto di conquista si sposterà per la mappa lungo un percorso predefinito (e indicato). Come se non bastasse, sullo stesso percorso viaggerà una runa demoniaca, ma sul lato opposto rispetto al punto di conquista.
La combinazione di un punto di conquista con una runa demoniaca è ciò che rende dannatamente divertente la Via della guerra. I giocatori saranno costretti a prendere delle decisioni. Aiuterai i tuoi compagni nel punto di conquista, riducendo il tempo di cattura e accumulando punteggio? Correrai sull’altro lato della mappa, per raccogliere la runa demoniaca per ribaltare le sorti della battaglia? Resterai dietro il punto di conquista per eliminare i nemici e proteggere le retrovie? Correrai avanti, cercando d’impedire ai nemici di catturare il punto di conquista con un assalto frontale? E come farai a sopravvivere quando il punto di conquista passerà sopra un baratro o un pericolo letale? Il costante movimento del punto di conquista rende la Via della guerra un’adrenalinica lotta per il dominio.
Saranno assegnati dei punti alla squadra che controlla il punto di conquista. La vittoria andrà alla prima squadra che raggiunge un punteggio predefinito, oppure alla squadra che ha totalizzato più punti allo scadere del tempo.

Dominazione

Comprende fino a tre punti di conquista statici e sparsi per la mappa. I giocatori appariranno su lati diversi della mappa, e potranno controllare i punti di conquista eliminando i nemici e restando all’interno della zona designata. I punti vengono assegnati in base al tempo di controllo di un punto di conquista.
Naturalmente, non sarebbe DOOM senza un piccolo stravolgimento alla classica formula. Nel caso della Dominazione, la runa demoniaca giocherà un ruolo chiave. Durante la partita, nell’arena verrà generata casualmente una runa, e la sua comparsa sarà annunciata a tutti i giocatori, dando vita a una corsa per raccoglierla. Poiché i demoni sono più potenti dei soldati standard (come in tutte le modalità), la squadra in testa vorrà recuperare la runa per impedire agli avversari di recuperare. Infatti, se la squadra in svantaggio otterrà la runa demoniaca, avrà una seria possibilità di rovesciare il risultato catturando un punto di conquista e difendendolo facilmente.
La vittoria andrà alla prima squadra che raggiunge un punteggio predefinito, oppure alla squadra che ha totalizzato più punti allo scadere del tempo.

Deathmatch a squadre

Due squadre si affronteranno in un vero e proprio massacro. I giocatori sceglieranno la propria dotazione, personalizzeranno il proprio marine e diventeranno demoni recuperando la runa demoniaca in gioco (le uccisioni da demone contano come quelle normali). I potenziamenti e le armi energetiche giocano un ruolo chiave, ma ne parleremo in dettaglio nel prossimo speciale con video. La vittoria andrà alla prima squadra che raggiunge un punteggio predefinito, oppure alla squadra che ha totalizzato più punti allo scadere del tempo.

Arena clan

Una partita a eliminazione: la squadra che sopravvive, vince. La mappa non presenta alcun potenziamento, e i giocatori non potranno ripristinare salute né corazza. Una volta morti, si è morti per sempre. Non si rientra in partita. In questa modalità, non saranno disponibili i demoni. La vittoria andrà alla squadra che elimina tutti gli avversari, oppure alla squadra con il maggior numero di giocatori sopravvissuti allo scadere del tempo.

Classe 1983, inizia a videogiocare con Commodore 64, NES e i coin-op nelle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora non ha mai smesso di menar di pollici sul joypad, seguendo per oltre 20 anni con passione l'industria dei videogame, per poi finire a scriverne su diverse realtà online. Mastica un po' ogni genere, ma predilige RPG, action, adventure, picchiaduro e platform. Amante delle arti marziali, nemico degli estremismi, il suo stato intellettuale ideale prevede riflessioni antropologiche e rutto libero.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up