Hyrule Warriors Legends – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

Non bastava invadere Wii U con le sue atmosfere a metà fra i sognanti paesaggi fiabeschi di matrice Nintendiana e il gameplay bellico-campale della serie Dynasty Warriors, Koei Tecmo DOVEVA riproporre il suo atipico cross-over in un’edizione espansa che potesse rendere giustizia alla mole di fanservice della produzione. Da qui la nascita di Hyrule Warriors Legends, una sorta di versione director’s cut che riprende la nomenclatura degli “Xtreme legends” della serie musou di Koei Tecmo e unisce ai contenuti dell’edizione Wii U e a tutti i suoi DLC delle trovate così indovinate da trasformarlo quasi in un sequel. La particolare scelta di adattare il frenetico gameplay hack’n’slash alle (ridotte) possibilità tecnologiche di Nintendo 3DS ha fatto alzare più di qualche sopracciglio al suo annuncio: si tratta  quindi di un remake? Un porting inferiore? La verità sta nel mezzo.

Titolo: Hyrule Warriors Legends
Sviluppatore: Koei Tecmo
Publisher: Nintendo
Giocatori: 1
Lingua: Testi in italiano
Piattaforme: Nintendo 3DS

Streghe innamorate ed eroi biondo cenere

 

Una premessa: se le meccaniche che rappresentavano il cuore della produzione sono rimaste sostanzialmente immutate lo stesso non si può dire per il bilanciamento della difficoltà e per la struttura delle missioni. In HWL si menano fendenti contro centinaia di nemici e si sprigionano fiumi di luci ed effetti pirotecnici durante le mosse speciali esattamente come su Wii U, ma le novità sono tanto numerose e soprattutto talmente radicali da andare a rimescolare le carte in gioco anche in quella situazioni rese familiari da ore e ore di gioco in compagnia del gamepad.

Avvicinandosi sempre di più alla struttura di un canonico episodio della serie Dynasty Warriors, HWL introduce la possibilità di cambiare eroe controllato durante le battaglie, eliminando in un colpo solo i tempi morti che separavano il giocatore dal suo guerriero preferito. In sostanza nella modalità storia (o leggenda) non si è più limitati dalla struttura delle missioni e fin dal primo livello è possibile vestire i panni di Link, ma anche di Zelda e la possente Sheik. Un’idea tutto sommato banale, ma che assicura al fandom la possibilità di sbizzarrirsi sperimentando le mosse dei propri eroi preferiti, oltretutto beneficiando di un rinnovato ritmo ludico. Nelle missioni sono state infatti inseriti nuovi obiettivi a tempo da portare a termine solamente grazie alla possibilità di gestire con maggiore efficacia gli spostamenti dei protagonisti, con tanto di un inedito sistema di teletrasporti attivabile utilizzando l’ocarina del tempo.

Inoltre non bisogna sottovalutare l’importanza delle fatine, elemento ricorrente nella serie e mai adeguatamente trattato nell’edizione vanilla. In Legends le eterne compagne delle reincarnazioni dell’Eroe del Tempo possono essere allevate in una sorta di modalità tamagotchi all’acqua di rose in cui è possibile oltretutto personalizzarne le abilità e l’aspetto. Una caratteristica, quello della modalità dedicata alle fate, che sposa perfettamente la policy di Koei Tecmo, da sempre attenta al design delle sue procaci eroine (vedasi serie come Ninja Gaiden, Dead or Alive o Project Zero, tanto per fare qualche nome).

hyrulewarriors

Anche Link ha le sue fangirl

Le novità, insomma, non si fermano solo al rinnovato numero di personaggi utilizzabili, degli scenari della modalità leggenda e delle ambientazioni della modalità avventura, tutte caratteristiche che verranno ulteriormente espanse durante l’anno col lancio di DLC ispirati ai capitoli portatili della serie The Legend of Zelda. Allontanato lo spettro di un porting pigro, Hyrule Warriors Legends assicura una marcia in più rispetto al diretto prequel, dal quale non ha proprio nulla da invidiare. Non fosse per la presentazione grafica, laddove il ridimensionamento tecnico della produzione è immediatamente evidente. Gli eye candy offerti dalle zoomate sugli splendidi modelli poligonali dei protagonisti della versione Wii U sono solo un sbiadito ricordo, ma tutto sommato – se non ci si ostina ad attivare la stereoscopia, invero caratteristica esclusiva del modello New Nintendo 3DS – il gioco fila liscio come l’olio, offrendo di tanto in tanto qualche scorcio ancora apprezzabile. Hyrule Warriors Legends è un titolo che mette a dura prova l’hardware della portatile Nintendo, e se su Wii U era considerabile alla stregua di una produzione mid-budget in cui il fascino estetico era solamente assicurato dal carisma delle star della casa di Kyoto, su Nintendo 3DS si può parlare senza mezzi termini di piccolo miracolo; specialmente su New Nintendo 3DS, dove i nemici a schermo sono numerosi e l’azione non indugia mai in un frame rate al ribasso. Che, per un hack’n’slash in cui l’azione si fa particolarmente frenetica ai livelli di difficoltà più alti (o semplicemente nelle mappe avanzate della modalità Avventura) è senza ombra di dubbio un pregio.

227168_17

In Conclusione

Hyrule Warriors Legends è il degno successore della versione Wii U e, non fosse per una spettacolarità fortemente ridimensionata, potrebbe sostituirlo senza alcun problema con il suo gameplay raffinato e le sue nuove trovate sfiziose. Per gli irriducibili dell’alta definizione rimane comunque occasione di gioia: i nuovi personaggi giocabili verranno resi disponibili anche su home console come DLC acquistabili singolarmente o in un season pass che prevede tanti nuovi contenuti esclusivi per l’edizione Nintendo 3DS pubblicati loungo la durata del 2016.

C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com