DOOM, trailer e dettagli mappe multigiocatore

Bethesda fornisce nuovi dettagli sulle mappe multigiocatore che vedremo in DOOM, con un nuovo trailer dedicato.

Dalle insanguinate strutture dell’UAC su Marte alle profondità fiammeggianti degli inferi, la modalità multigiocatore di DOOM ci porterà a esplorare 9 luoghi diversi. Sebbene tutte le mappe multigiocatore siano differenti, hanno tutte in comune alcuni tratti.
Primo, dovremo restare in costante movimento per sopravvivere: ogni mappa è studiata per mantenere un ritmo veloce e brutale.
Secondo, queste arene di combattimento multi-livello sono disseminate di pericoli e piene di oggetti che possono rovesciare le sorti della battaglia in pochi istanti. Tutte le mappe hanno dei segreti da scoprire, ma sono costruite in modo da evitare nascondigli o punti per cecchini.

Il multigiocatore di DOOM sarà pubblicato con 9 mappe uniche, quattro delle quali descritte accuratamente nel video.

Ecco alcune note sulle mappe:

  • Alcune mappe includono teletrasporti a una o due vie. Questi potranno essere utilizzati sia dagli umani, sia dai demoni, ma non potranno teletrasportare i proiettili (quindi, non provare neanche a sparare un razzo attraverso il teletrasporto!).
  • Per saltare in cima a un livello bisognerà cercare un pad di salto. Umani e demoni potranno utilizzarli per raggiungere rapidamente nuove vette.
  • Come ogni mappa multigiocatore che si rispetti, troveremo barili esplosivi e contenitori pericolosi sparsi per i livelli. I primi fanno esattamente ciò che ci aspetteremmo, mentre i secondi non solo esplodono, ma lasciano sul posto una melma tossica che continuerà a infliggere danni per un periodo limitato a chiunque abbia la sfortuna di passare sopra questa fanghiglia verde.
  • A proposito di fanghiglie verdi, alcuni livelli sono circondati da melma radioattiva, nociva per gli umani. Anche il fuoco infligge danni agli umani, e non dimentichiamo l’energia/plasma(potenzialmente letale a contatto, a seconda della gravità del pericolo). I demoni sono immuni a questi tre pericoli.
  • Infine, come sempre, bisognerà evitare la lava e i baratri. Entrambi risulteranno letali per umani e demoni.

Ecco l’elenco completo delle mappe multigiocatore disponibili alla pubblicazione di DOOM:

  • Scavo. Un avamposto minerario dell’UAC di medie dimensioni. Fai attenzione alla macina!
  • Infernale. Una mappa ambientata negli inferi di medie dimensioni, con elementi interni ed esterni. Molte piattaforme e baratri, oltre a teletrasporti.
  • Baratro. Questa vasta mappa ti porterà nelle profondità dei poli ghiacciati di Marte. Un ottimo luogo per affrontare la modalità Congelamento.
  • Smaltimento. Questa piccola mappa è ambientata in una struttura di smaltimento rifiuti per i complessi di ricerca e residenziali dell’UAC. Prevedibilmente, è piena di melma radioattiva.
  • Helix. In questo luogo compiono sperimenti sui demoni e sullo sviluppo di armamenti avanzati. Il che, naturalmente, la rende una mappa ideale per un rapido round in modalità Arena clan.
  • Perdizione. Incoerente e sadica, questa antica arena risuona dei gemiti delle sfortunate anime che sono perite nel suo regno.
  • Sacrilegio. Ambientata in una frattura degli inferi, questa mappa offre ampie linee di tiro. Muoviti veloce… o morirai presto.
  • Altoforno. Una struttura industriale dell’UAC con scintillanti sale da lordare con il sangue degli umani (e dei demoni).
  • Sottosuolo. Prima di essere incanalate verso la Terra, le energie infernali vengono raccolte in questa caverna simmetrica.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.