Tra gli anni ’50 e ’60 una vera e propria coppia voleva mettere a ferro e fuoco l’East End per conquistare Londra. Verrebbe da pensare a dei novelli Bonnie e Clyde, ma in questo caso gli artefici di tutto ciò erano i gemelli Ronald e Reginald Kray (Tom Hardy), capi di un’organizzazione criminale britannica e fortemente determinati ad imporre il proprio predominio dando libero sfogo alla violenza. L’essere diametralmente opposti, sia fisicamente che caratterialmente, sarà la loro arma in più… e la loro rovina.

Legend_TomHardy_Poster_ita

Perché cercare due attori simili per l’interpretazione di due gemelli, quando si può fare lo stesso (e anche meglio) con un solo grande interprete? E’ la stessa domanda che, evidentemente, si è posto il regista Premio Oscar nel 1998 per la sceneggiatura di L.A. Confidential Brian Helgeland a cui si è dato una risposta molto semplice. Tom Hardy (e il suo alter-ego Hardy Tom) è infatti il duplice protagonista di Legend, interpretando sia Ronald che Reginald Kray ed incarnando due personaggi agli antipodi nei modi di fare, nell’aspetto psicologico e, soprattutto, nella corporatura.

Tom Hardy si trasforma infatti sia nel brillante Reggie, mente e trascinatore dell’impresa criminale dei gemelli Kray, ma anche nel “tardo” Ronnie, sguaiato, impacciato, goffo ma allo stesso tempo crudele, brutale e risoluto. I Kray (e i due personaggi portati su schermo da Hardy) si completano a vicenda, creando una coppia braccio-mente letale con tutte le carte in regola per prendere il controllo delle strade di Londra. Legend, infatti, si sviluppa come il più classico dei crime, seguendo l’evoluzione narrativa di una storia piuttosto semplice basata sull’ascesa dei due protagonisti, costantemente alle luci della ribalta nella capitale britannica. Lo sviluppo transitivo è però parallelo con quello psicologico, che porta ben presto i due gemelli sì a convergere su molte decisioni, ma anche a dissentire su altre, creando dissapori e contrasti destinati a sfociare in situazioni molto, molto pericolose.

Ad una narrazione (e dunque una sceneggiatura) piuttosto canonica che attinge a piene mani dal cinema di genere, si affiancano dei ritmi interessanti, ben scanditi e che donano una certa dinamicità al racconto. Le gesta dei Kray infatti alternano fasi più riflessive (che approfondiscono il rapporto tra Reginald e Ronald e tra i Kray ed il resto della criminalità organizzata di Londra) a momenti ben più concitati (che sfociano ampiamente nell’action deliziando lo spettatore) sia contro i nemici londinesi che a livello di lotta “intestina”. A trascinare il film però è un sensazionale Tom Hardy che, incontrastato protagonista (complice anche un cast senza ulteriori nomi di spicco), si carica sulle spalle l’opera gestendo alla grande entrambi i personaggi, caratterizzandoli e mutandone l’interpretazione rendendoli entrambi unici, ognuno con le proprie caratteristiche fisiche e attitudinali che l’attore britannico riesce a conferire loro durante la recitazione. La compostezza di Reggie stride con la goffaggine di Ronnie, ed è solo una delle particolarità che l’attore abilmente ripropone nel differenziare i due gemelli.

Non molto altro, però. Malgrado infatti Helgeland si imponga più volte di raccontare “tutta la verità, e nient’altro che la verità”, Legend fatica ad andare oltre gli schemi prestabiliti del filone gangster conformandosi agli ormai cristallizzati canoni di genere. Nessuna idea nuova, oltre a quella, geniale, del duplice protagonista, viene portata a schermo, relegando gli sviluppi ad una mera trasposizione di situazioni standard ormai collaudate. Spinto da una colonna sonora piuttosto variegata e da una storia di per sè avvincente, la produzione risulta comunque godibile e intrattiene senza fatica lo spettatore per oltre due ore. Ma forse per qualcosa di veramente legend(ary), c’era bisogno di osare di più.

 

Scheda film

Titolo: Legend
Regia: Brian Helgeland
Sceneggiatura: Brian Helgeland, John Pearson
Cast : Tom Hardy, Emily Browning, Taron Egerton, Christopher Eccleston, David Thewlis, Tara Fitzgerald, Colin Morgan, Aneurin Barnard, Chazz Palminteri, Kevin McNally, Duffy, Paul Bettany
Genere: Gangster, Biografico, Thriller
Durata: 131′
Produzione: Cross Creek Pictures, Working Title Films
Distribuzione: 01 Distribution
Nazione: USA
Uscita: 3/3/16

 

Critico cinematografico, giurista e speaker. Classe '94, nato insieme a Dookie, Forrest Gump, Pulp Fiction e Le Ali della Libertà, ma con il cuore a Juno.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com