Pokémon Super Mystery Dungeon – Recensione

Dopo il deludente “I portali sull’infinito”, la serie di Pokémon Mystery Dungeon torna a far parlare di sé in un capitolo letteralmente “larger than life”, una vera e propria antologia in grado di far grufolare di piacere anche il più scettico degli appassionati, da sempre divisi sulla necessità di questi spin-off che vanno oltre la canonica formula J-RPG degli episodi mothership. Mystery Dungeon è infatti una serie a sé, nota in Giappone per aver toccato franchise famosissimi come Dragon Quest, Final Fantasy e anche la recente saga Atlus di Etrian Odyssey. E quest’ultimo matrimonio in sala Pokémon com’è? Scopriamolo assieme!

Sviluppatore: Spike Chunsoft
Editore: Nintendo
Genere: Roguelike/Dungeon Crawler
Distribuzione: Digital + Retail
Giocatori: 1
Localizzazione: testi in italiano

Nell’oscurità del labirinto

Dietro allo sviluppo della serie torna ancora una volta la prolifica Spike Chunsoft, software house ormai famosa in tutto il mondo per le sue visual novel Danganronpa e Zero Escape. Non deve quindi sorprendere se anche in questa produzione dedicata esclusivamente ai mostri collezionabili di Nintendo è stata innestata una narrativa pregna di contenuti e piuttosto verbosa, sceneggiata con un occhio di riguardo per il pubblico più giovane, ma apprezzabile anche dagli adulti. L’incipit della vicenda coincide con il risveglio del protagonista, un bambino che improvvisamente si ritrova nel corpo di un Pokémon. Senza ricordare nulla del proprio passato, l’eroe acquista le sembianze di una delle venti creature iniziali in seguito a un test attitudinale (ma si può anche scegliere autonomamente quale pokémon impersonare!), lanciandosi da lì a poco nell’esplorazione di un labirinto, punto focale dell’offerta ludica della serie.

Un’avventurarsi che, neanche il tempo di mettere una zampa di fronte all’altra, ci si accorge essere regolato da ferree regole. Su una superficie divisa da una scacchiera immaginaria ogni movimento o azione del personaggio corrisponde a un “turno”, e l’avvicendarsi di questi permette all’azione di prendere vita su schermo. E così, dosando i propri movimenti e potendo contare su un sistema di scontri parzialmente mutuato dalle meccaniche ruolistiche della serie Pokémon, si dipana l’interezza della storia. Un intreccio dai toni distesi(ssimi), forse un po’ lento nell’ingranare, specie all’inizio, quando il titolo si prodiga in tutoraggio e spiegazioni attraverso episodi della vita quotidiana dei giovani protagonisti, ma che verso la quinta/sesta ora di gioco si schiude in un ventaglio ludico di tutto rispetto.

Il “SUPER” inserito nel titolo del gioco non è poi una semplice scelta di marketing, ma è lì per testimoniare la grande quantità di contenuti inseriti dagli sviluppatori nella minuscola cartuccia del gioco: tutte le 700 e più creature di Nintendo sono state radunate per l’occasione, fra comparsate e Pokémon leggendari che fanno ovviamente capolino nella veste di personaggi chiave della storia, e nella stragrande maggioranza dei casi è possibile arruolare qualsiasi volto nel proprio gruppo esplorativo, in barba alle limitazioni imposte dalla decina di prequel pubblicati sulle precedenti portatili della casa di Kyoto.

3DS_PokemonSuperMysteryDungeon_07

Avventure roguelike

Fortunatamente questa mole terrificante di personaggi schierabili e di dialoghi prolissi è sostenuta da un buona ossatura ludica. Rodata e simile a quanto visto in passato, è vero, ma talmente efficace da risultare tutt’ora attraente anche per i più grandicelli, considerando anche il livello di sfida mediamente più alto rispetto. La fusione dell’esplorazione in stile Mystery Dungeon e del complesso sistema di debolezze elementali promosso dalla serie Pokémon dà vita a delle meccaniche per nulla scontate, tenendo conto anche delle ultimissime novità del classico Nintendo, come la presenza delle megaevoluzioni e del tipo pokémon” folletto”, caratteristiche assenti nei precedenti esponenti della saga Spike Chunsoft. Non mancano poi novità come fragili pietre preziose che, se raccolte prima delle loro distruzione entro un numero di turni prefissato, permettono di potenziare temporaneamente i membri del proprio gruppo, oppure attacchi combinati da sfoggiare negli scontri con nemici più coriacei, momenti in cui i membri del party sono chiamati a sommare l’efficacia delle loro mosse più potenti.

Dal punto di vista grafico non c’è nulla da dire: il gioco fila liscio come l’olio, con un buon numero di location tratteggiate in modo esemplare da geometrie poligonali semplici, ma efficaci, e colori pastello che sembrano usciti direttamente da un libro illustrato. La regia delle scene cinematiche è sicuramente il punto più alto della produzione ed è capace di calare il giocatore in un nuovo tipo di avventura a tema Pokémon, prendendo le distanze da quanto visto nella serie originale, dove da sempre sono gli allenatori umani i veri protagonisti delle vicende. Durante il gioco, invece, l’azione è sempre ripresa dall’alto e malgrado una caratterizzazione dei labirinti forse un po’ troppo abbozzata (si distinguono solo per il pattern cromatico/scenografico utilizzato), i combattimenti e i movimenti delle creature rimangono tutto sommato credibili e piacevoli alla vista. Molto buona, invece, la scelta musicale, adornata da brani rilassati e componimenti ritmati a seconda dell’occasione. Mancano i classici versi delle creature Nintendo, ma d’altronde in questa occasione sono i primi a parlare la lingua di Dante senza sbagliare una sola virgola.

3DS_PokemonSuperMysteryDungeon_03

Commento finale

Pokémon Super Mystery Dungeon adotta soluzioni del gameplay mai banali, capaci di mettere in difficoltà anche i giocatori più attempati. Proprio per questo motivo è piacevole sapere che è sempre possibile richiamare amici in soccorso tramite streetpass e funzionalità di rete. Perché se c’è una cosa che il titolo Spike Chunsoft insegna è che si può sempre contare sull’aiuto dei propri compagni. E, in questo caso specifico, sono ben 720 le occasioni per poter fare amicizia!


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com