FeaturedNotizie

Annunciato Portal Knights

505 Games annuncia oggi Portal Knights, un nuovo gioco sandbox con elementi RPG sviluppato da Keen Games, che esordirà su Steam in modalità Accesso Anticipato a partire dal 25 Febbraio.

Il gioco immergerà i giocatori in regni fantastici traboccanti di mistero, magia e mostri per un’esperienza di gioco mai provata prima.

Portal Knights miscela elementi combattimenti e dungeon crawling con la costruzione della propria fortezza da arredare e personalizzare, offrendo la possibilità al giocatore di creare la propria avventura su misura, da vivere sia in modalità singola che in multiplayer co-op fino a quattro giocatori.

L’avventura inizierà con la creazione del proprio personaggio scegliendo tra tre classi Guerriero, Mago o Ranger con diverse possibilità di personalizzazione che aumenteranno con lo svolgersi del gioco attraverso una vasta gamma di abilità peculiari.
Una volta creato il proprio eroe, il giocatore, verrà immerso in un mondo fantasy con ambientazioni generate casualmente, traboccanti di nemici da sconfiggere, tesori da scoprire e risorse da utilizzare.

Questa avventura carica di azione permetterà di viaggiare tra diversi mondi con caratteristiche uniche (caverne, miniere e dungeon pieni di sorprese), attraverso una rete di antichi portali, esplorando un universo pericoloso e sempre nuovo dove troveremo risorse per creare nuove armi e oggetti unici, combattere e costruire la propria avventura con l’obiettivo ultimo di diventare il Portal Knight definitivo.

Mostra tutto

Marco Patrizi

Classe 1983, inizia a videogiocare con Commodore 64, NES e i coin-op nelle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora non ha mai smesso di menar di pollici sul joypad, seguendo per oltre 20 anni con passione l'industria dei videogame, per poi finire a scriverne su diverse realtà online. Mastica un po' ogni genere, ma predilige RPG, action, adventure, picchiaduro e platform. Amante delle arti marziali, nemico degli estremismi, il suo stato intellettuale ideale prevede riflessioni antropologiche e rutto libero.
Back to top button