Pokémon Shuffle Mobile – Recensione

Alcuni mesi fa il mercato videoludico fu scosso da una notizia a dir poco esaltante: Nintendo promise di portare i propri brand più sul mercato mobile e tablet, così da permettere a una fetta d’utenza sempre più grande di poter vestire i panni di alcuni dei personaggi più amati della celeberrima azienda di Kyoto.
Ed è così che ha fatto il suo esordio alcuni giorni fa su App Store Pokémon Shuffle Mobile, titolo che trae le sue origini dall’omonima versione per Nintendo 3DS.

Sviluppatore: Genius Sonority
Publisher: Nintendo
Genere: Puzzle
Giocatori: 1
Piattaforme: iOS, Android
Localizzazione: Sottotitoli in italiano

IMG_1741

Pokémon Crush o Candy Pokémon?

L’idea di fondo del gameplay di Pokémon Shuffle Mobile è la stessa che accomuna molti puzzle-game di recente produzione: tre o più simboli – in questo caso Pokémon –  dello stesso tipo devono essere messi in linea e questa procedura deve essere ripetuta fino allo scadere del tempo o delle mosse a disposizione. Sebbene irrilevante, il gioco ha una parvenza di trama e vede il solito allenatore impegnato a catturare tutti i Pokémon in giro per il mondo, riprodotto, in questo titolo, su di una sorta di scacchiera.
Per catturare un Pokémon è necessario indebolirlo duellando e solo dopo che l’energia dell’avversario è esaurita, diventa possibile eseguire il lancio della Pokéball. Qualora il tentativo di cattura dovesse fallire avrete due soluzioni: lanciare una Megaball oppure procedere alla sfida successiva.

IMG_1743

Carta batte sasso che batte forbice…

Similmente a quanto accade negli altri titoli della serie, anche in Pokémon Shuffle Mobile gli elementi legati ai vari mostriciattoli giocano un ruolo principale; per questo detto in precedenza risulta infatti inutile attaccare un Charmender con una “linea” di Bulbasaur poiché un attacco acquatico, magari proveniente da uno Squirtle, risulta essere più efficace.
Alla fine di ogni battaglia tutti i Pokémon coinvolti sono premiati da punti esperienza che gli consentono di salire di livello e quindi di eseguire attacchi più potenti.
Accedendo a Pokémon Shuffle Mobile quotidianamente sarete premiati con una serie di omaggi (perlopiù denaro da spenderei in-game) e sarete invitati a una serie di eventi straordinari che vi permettono di affrontare Pokémon leggendari oppure rari da trovare.

Pay-to-win?

IMG_1739

Trattandosi di un titolo scaricabile gratuitamente, Pokémon Shuffle Mobile non si sottrae all’oramai consueta meccanica del pay-to-win. Attraverso della moneta reale, infatti, è possibile acquistare alcuni cristalli speciali che consentono di acquistare le più potenti Ultraball o vite extra.
Bisogna ammettere però che non è necessario spendere del denaro reale per poter completare il gioco: nel corso della nostra esperienza, sfruttando le cinque vite quotidiane, siamo riusciti ad arrivare  in una decina di giorni al trentesimo livello catturando quasi tutti i Pokémon.
Dal punto di vista tecnico il titolo sviluppato dai ragazzi di Genius Sonority non è certamente frutto di un lavoro intenso, ma c’è da apprezzare la semplicità stilistica e la fedeltà con cui sono state riprodotte le facce dei Pokémon. Il comparto sonoro presenta, come i vari titoli disponibili su console Nintendo, una colonna sonora estenuante ai limiti della ripetitività.

IMG_1737

In conclusione

Pokémon Shuffle Mobile è un ottimo titolo per ammazzare i tempi morti durante un viaggio o un semplice tragitto casa-lavoro. Il lavoro dei ragazzi di Genius Sonority è apprezzabile per la sua semplicità stilistica e la sua intuitività. Un prezzo più abbordabile per gli acquisti in-game ci avrebbe sicuramente stimolato a fare qualche acquisto.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.