Resident Evil 0 HD Remaster – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

Era il lontano 2002 (ebbene sì, sono già passati quattordici anni!) quando Capcom decise di rilasciare in esclusiva su Nintendo GameCube un nuovo capitolo della serie Resident Evil che avrebbe dato una piccola spinta alle vendite della console ammiraglia Nintendo.
Dopo quasi un decennio, dopo il remake del primo Resident Evil su PC e console, Capcom ha ben pensato di riproporre al pubblico Resident Evil 0, il capitolo che per certi versi ha spinto la serie verso una nuova direzione.

Sviluppatore: Capcom
Editore: Capcom
Genere: Survival Horror
Giocatori: 1
Piattaforme: Xbox One, PS4, PC
Localizzazione: Doppiaggio in inglese, sottotitoli in italiano

ss_fdcfae4e8f5205673ce70b04c50890a3efe0bc95.1920x1080

La trama di Resident Evil 0 ha luogo prima dei fatti raccontati in Resident Evil, e vede il Team Bravo (quello su cui poi indagheranno Jill e Chris) impegnato a far chiarezza su di una lunga serie di omicidi. Per questo motivo, dopo il lunghissimo filmato iniziale, vi troverete a vestire i panni di una giovanissima Rebecca Chambers che grazie all’aiuto di Billy Coen, un criminale accusato di avere eseguito una strage, dovrà sopravvivere all’ennesima apocalisse-zombie.

Come avete potuto capire, sebbene la trama non brilli per la sua originalità, il gameplay di Resident Evil 0 si basa interamente sulla collaborazione tra i due protagonisti; ora vi spiegheremo come.

2880215-resident_evil_0_screens_07_bmp_jpgcopy

Due protagonisti sono meglio di uno

I controlli per gestire Rebecca e Billy sono abbastanza intuitivi: mentre con la levetta analogica destra si possono gestire i movimenti del partner e impartire con un pulsante ordini del tipo “fermo” o “seguimi”, con un altro tasto si decide di passare al controllo totale del secondo personaggio lasciando quindi all’intelligenza artificiale la gestione del partner. Bisogna ammettere purtroppo che in più situazioni abbiamo trovato mediocre la gestione del protagonista da parte della cpu in quanto non aiutava durante i combattimenti ma intralciava in maniera quasi fastidiosa il nostro campo visivo.

Come da tradizione dei primi capitoli, anche in questa reincarnazione di Resident Evil 0 non mancano intricati enigmi da risolvere, alcuni dei quali richiedono che i due protagonisti agiscano contemporaneamente in due aree diverse della mappa.

2880212-resident_evil_0_screens_05_bmp_jpgcopy

Tra passato e presente

Come per la versione originale di Resident Evil 0, anche in questa remastered gli sviluppatori hanno optato per il cosiddetto “Tank Controls” (il sistema di movimento con rotazione del personaggio) ma con la possibilità di variare la mappatura dei comandi così da dare al giocatore la possibilità di scegliere un sistema di controllo più consono alle sue abitudini. Immancabile anche questa volta il deposito degli oggetti nelle casse ma con l’utilissima novità di poter abbandonare per strada gli oggetti superflui accedendo all’inventario.

Dal punto di vista tecnico, Resident Evil 0 torna con una pulizia generale di tutto il comparto grafico, partendo dalle texture degli zombie (sicuramente più curati e definiti rispetto al passato) e finendo con gli sfondi che si presentano ancora  come una immagine fissa con pochi elementi di contorno animati. Abbiamo notato però che i filmati presentano una immagine più scarna rispetto alla grafica in-game, al punto da pensare che i filmati siano stati presi direttamente dalla versione di gioco per GameCube. Nulla da dire riguardo il comparto audio: colonna sonora e doppiaggio riescono a fare la differenza anche a distanza di anni.

In conclusione

Resident Evil 0 HD Remaster si presenta come una semplice rimasterizzazione del titolo originale e niente più. Il gioco va acquistato da tutti i fan della serie che non hanno avuto la possibilità di giocarlo ai gloriosi tempi del GameCube, ma qualora lo abbiate già giocato non troviamo un motivo valido per consigliarvi l’acquisto di questo prodotto

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com