Anteprima Pro Evolution Soccer 2013

Videogiochi

A due giorni dalla pubblicazione  su Xbox Live e PSN, sono pronto a tirare le somme sulla demo di PES 2013, che permette di scegliere otto squadre, tra cui quattro club (Santos F.C., Fluminense F.C., S.C. Internacional e C.R. Flamengo) e quattro nazionali (Germania, Italia, Portogallo e Inghilterra).

Le sensazioni pad alla mano  non sono molto diverse rispetto ai precedenti capitoli, quindi il gameplay sarà ancora una volta focalizzato sui passaggi filtranti e sul gioco sulle fascie. Gli sviluppatori in questo senso, però, hanno apportato diverse migliorie alla formula di base di PES, riuscendo a rendere il gioco meno macchinoso, nonostante si possa notare come sia fissato su binari prestabiliti. Nonostante questo il team di sviluppo è riuscito ad offrire una grande libertà al giocatore, permettendo di sperimentare un gran numero di schemi e di tattiche, anche se, come ho già scritto sopra, il gioco sulle fascie resta il metodo più semplice e rapido per segnare.

Purtroppo bisogna segnalare come l’IA artificiale nemica sia davvero pessima e non riesca ad offrire minimamente quella sensazione di realismo che il grande rivale Fifa riesce ad offrire da anni; tra innumerevoli papere, giocatori che continuano a correre, invece di andare in contro alla palla e in generale una grande facilità nel portare in vantaggio la propria squadra, anche a livelli di difficoltà avanzati e anche da zone del campo improbabili, sono diverse le situazioni in cui ci si chiede se si è difronte ad un gioco di calcio semi-realistico o ad un anime giapponese. E non convince neanche l’IA dell’arbitro, che in diverse situazioni è risultato essere troppo permissivo.

In questo senso si spera che il tempo che separa Pro Evolution Soccer 2013 dalla data di uscita, venga utilizzato dal team di sviluppo per realizzare un’IA nemica quantomeno accettabile. Discorso diverso invece va fatto per l’IA amica  grazie ad una delle nuove features introdotte con questo nuovo capitolo della serie, ovvero la Pro Active AI. Infatti i giocatori della propria squadra riescono a correre in maniera molto più dinamica e coerente rispetto al passato e sfrutteranno al meglio gli spazi lasciati liberi dagli avversari, ma ciò non fa che semplificare ulteriormente il titolo. Nonostante questo PES 2013 riesce ad offrire una gran dose di divertimento, sopratutto ai giocatori meno esigenti e a chi preferisce giocare con un amico, tipologia di giocatori verso cui titolo calcistico è indirizzato.

Piccoli miglioramenti si notano anche dal punto di vista grafico, con diverse migliorie alle movenze dei giocatori, ora molto più realistici rispetto al passato e questo vale anche per la realizzazione del volto e per i modelli poligonali. Ma questo  solamente per i giocatori più importanti come Ronaldinho e Cristiano Ronaldo, mentre i giocatori meno importanti come Welbeck dell’Inghilterra, appaiono molto meno curati, sopratutto nei movimenti, che in questo caso risultano troppo meccanici e che vengono penalizzati dall’onnipresente effetto robotico. Non convince per niente, invece, la resa grafica degli stadi, con una texturizzazione bassissima e invariata rispetto a PES 2012 e  con una realizzazione di stadi e pubblico approssimativa. Ottimo, invece il sonoro grazie  ad atmosfere coinvolgenti come sempre. Anche se mancavano del tutto i commenti dei telecronisti e questo fa sperare in una maggior cura del commento delle partite.

Insomma ci sono grossi dubbi riguardo all’ultima fatica Konami, che tra alti e bassi mostra tutti i suoi evidenti limiti. Il tempo, però, non manca e si spera che Konami lo sfrutti al meglio, nonostante sia in netto svantaggio rispetto al titolo EA Sports.

Fan di Halo e PCista, vado matto per il cinema, le serie tv, lo sport, la musica rock anni 60-70, i Simpson e Futurama, Tolkien e Asimov. Amante di natura e animali, spero in futuro di poter lavorare come redattore per un sito videoludico. Per contattarmi: [email protected]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up