Batman Arkham Knight: L’Era dell’Infamia – Recensione

Dopo una serie di DLC di breve durata, l’Uomo Pipistrello di Cristina D’Avena… di Cristina D’Avena? Ma no quello di Rocksteady Studio ritorna con “L’Era dell’Infamia” un nuovo contenuto aggiuntivo per l’ottimo Batman Arkham Knight uscito quest’anno, sviluppato dai ragazzi di Rocksteady Studio, sicuramente uno dei giochi migliori dell’anno e meglio riuscito dal team. Questo DLC, al prezzo di 9.99€ e gratis per i possessori del Season Pass, aggiunge direttamente nella campagna quattro nuove missioni ricercato da affrontare nei panni di Batman per le strade, e non solo, di Gotham City. Ogni missione è incentrata su un cattivone della serie: vedremo il ritorno di Killer Croc, il Cappellaio Matto, Mr Freeze e Ra’s al Ghul.

Titolo: Batman Arkham Knight: L’era dell’Infamia
Sviluppatore: Rocksteady Studios
Publisher: Warner Games
Piattaforma: PlayStation 4, Xbox One, PC
Localizzazione: Completamente in Italiano
Trofei: 12 (11, 1)
Versione Testata: PlayStation 4

Prima novità assoluta è la nuova area esplorabile nella stazione di polizia, che consiste in un corridoio che collega due stanze, quella a destra, una stanza interrogatorio con il Cappellaio Matto, la seconda sulla sinistra con 4 celle. Tutti questi eventi avvengono dopo la storia principale ma prima del protocollo knightfall, e quindi tutti all’interno di Gotham conosceranno l’identità di Batman.

Sotto la Superficie

In questa missione dovremmo indagare su un dirigibile prigione di massima sicurezza precipitato nei pressi di Gotham City. Al suo interno capiremo che la causa di tutto è Killer Croc, stufo dei continui esperimenti effettuati su di lui. Per prima cosa salveremo le varie guardie che sono sopravvissute allo schianto, fino al raggiungimento della sala controllo dove la guardia ci dirà che per superare una porta blindata dovremo attivare due tessere magnetiche contemporaneamente. (S)fortunatamente i due tizi ad avere le due tessere si sono salvati paracadutandosi giù dal dirigibile prima che si schiantasse, e mentre Nightwing aiuta le guardie della prigione a fuggire, Batman dovrà tornare a Gotham City a trovare quelli che si sono paracadutati. Ritornati al dirigibile (Nightwing arriverà leggermente in ritardo e si beccherà una piccola e ironica lamentela da Batman), Batman e Nightwing aprono la porta e si ritrovano faccia a faccia con Killer Croc per un combattimento finale a due, dove potremo cambiare personaggio a nostra scelta.

Paese delle Meraviglie

In questa missione dovremo stare al gioco del Cappellaio Matto alias Jervis Tetch, che si trova nella nuova stanza interrogatorio nella stazione di polizia. Jervis ci chiederà di trovare e liberare quattro poliziotti nascosti nel baule delle auto di polizia, da qualche parte a Gotham, ma non dovremo andare alla cieca, bensì seguire un indovinello che lui stesso ci dirà. Purtroppo l’ultima auto della polizia era vuota quindi ritorneremo alla centrale per interrogare il Cappellaio Matto ma con un gioco mentale ci ritroveremo letteralmente tra le pagine del libro “Batman nel Paese delle Meraviglie” ad affrontare ondate di nemici e usare il rampino quando il Cappellaio cambia pagina, davvero una idea originale molto apprezzata.

Sotto Congelamento

In questa missione saremo alle prese di Mr Freeze in una Gotham innevata per aiutarlo a trovare sua moglie che è stata rapita per avere in cambio Batman. Ma Mr Freeze sa di non fidarsi di quella gente così affida a quest’ultimo il compito di salvarla e riportarla da lui. Anche qui ci ritroveremo a vagare per Gotham, prima per rintracciare una camera criogenica vuota, sorvegliata dalla milizia del Cavaliere di Arkham che attendevano lo scambio fasullo, dopo un combattimento intenso, e interrogato l’ultimo rimasto verremo a conoscenza di dove si trova realmente Nora.

Guerra nelle Ombre

Continua il conflitto tra la Lega degli Assassini ed un gruppo di ribelli, intenti nel trovare un nuovo pozzo di Lazzaro per far rinascere ancora Ra’s al Ghul. Tra nuove interessanti scoperte sulla vicenda e sui personaggi ci alleeremo con Ra’s per trovare a Gotham un nuovo pozzo di Lazzaro prima dei ribelli assassini, per poi venire a conoscenza di una rivelazione che ci metterà di fronte ad una scelta morale.

In conclusione…

Ci sentiamo di consigliare questa contenuto aggiuntivo a tutti. Rocksteady si dimostra ancora con una narrazione stupefacente, sopratutto con gli avvenimenti legati al Cappellaio Matto e al suo gioco mentale all’interno del libro. Colpi di scena è lo stesso ottimo gameplay ci condurranno per 4/5 ore di gioco anche se affrontando adesso il contenuto con i vari potenziamenti di Batman attivi potrebbe risultare un po’ troppo facile, ma è di sicuro il DLC meglio riuscito di Arkham Knight fin’ora. Tecnicamente il comparto grafico è alla pari del gioco principale con una piccola nota in favore di Killer Croc che è sicuramente il personaggio meglio realizzato. Il doppiaggio in Italiano è sempre all’altezza del gioco e forse anche uno dei migliori per un videogioco. I Trophies Hunter non troveranno nulla di difficile in quanto ci sono 12 trofei, 4 per ogni missione, per guadagnarli bisognerà finire ogni missione con l’unica differenza che la missione legata a Ra’s al Ghul, probabilmente per la scelta morale finale, ci farà guadagnare l’unico trofeo d’argento disponibile.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.