Recensioni

Deadpool – Recensione (PS4, Xbox One)

In attesa del tanto atteso film di Deadpool, Activision prova a riportare il proprio titolo sul mercato ispirato all’anti-eroe Marvel su Xbox One e PS4.

Titolo: Deadpool (remaster)
Genere: Azione/avventura
Sviluppatore: High Moon Studios
Editore: Activision
PiattaformaXbox One e PS4
Data d’uscita: 20 novembre 2015

High Moon Studios, sviluppatori del titolo in questione, hanno fatto un lavoro davvero eccezionale nel riportare tutte le varie caratteristiche che hanno reso Deadpool un personaggio estremamente famoso, e gran parte del merito va anche al doppiatore Nolan North: con la sua voce dona un carisma unico che non fa per nulla rimpiangere la scelta di mantenere il gioco in lingua originale con i sottotitoli in italiano. Anche il modello stesso di Deadpool è eccellente, e nonostante la maschera ha un’espressività fantastica. Grande cura è stata riposta anche nei danni da battaglia, infatti subendo numerosi attacchi vedremo il nostro costume lacerarsi sempre di più, oltre a vedere il nostro corpo crivellato dalle pallottole.

deadpool

Esattamente come il fumetto, il gioco è pieno di citazioni ispirate al nostro anti-eroe. Molti sono i richiami che coglieranno solo coloro che hanno letto i fumetti di Deadpool e della Marvel in generale, ma non mancano anche quelli relativi al mondo dei videogiochi: ad esempio ad un certo punto, con la scusa che Deadpool aveva esaurito il budget di High Moon Studios con tutte le sue esplosioni, il gioco diventa in stile 8-bit e con una visuale dall’alto e una struttura che richiamano titoli ormai passati, oppure quando sfondando una porta con le pistole la visuale passa in prima persona e al rallentatore, esattamente come le irruzioni nei soliti fps. Queste sono solo alcune delle più ovvie, ma ce ne sono anche tante altre spesso accennate durante gli interminabili dialoghi che Deadpool ha con le sue voci o rivolgendosi al giocatore.

deadpool1

Il fattore gameplay è un misto di action, sparatutto in terza persona e platform, ma nessuno dei tre aspetti è davvero calzante. Nonostante ogni arma abbia una propria velocità e danno specifici, le combo realizzabili si riducono a una decina e tutte uguali per ogni tipo, portando quindi ad una certa ripetitività di fondo. Anche la componente shooter non è nulla di esaltante, e ad eccezione dei nemici volanti che possono essere uccisi solo sparandogli vi ritroverete quasi sempre a preferire le armi da taglio, usando le bocche da fuoco giusto ogni tanto alla fine di una combo per variare un po’. Le fasi platform poi erano tranquillamente evitabili e lineari, sono state messe palesemente solo per spezzare un po’ il ritmo e la monotonia del solito “fai piazza pultia”.

deadpool2

Ad eccezione del modello di Deadpool già descritto sopra, il resto del gioco non vanta certo di un comparto tecnico di alto livello. Le ambientazioni  sono abbastanza spoglie, anonime e non c’è nessuna interazione, e anche i nemici non vantano certo una grande cura per i dettagli. Si salvano giusto i personaggi principali, ma anche loro non sono realizzati allo stesso livello di Deadpool.

deadpool3

Uno dei difetti maggiori di questa remaster è il frame rate, che di solito viene definito ballerino, con diversi scatti sia durante i combattimenti più affollati sia durante le cutscenes. Anche la telecamera si è rivelata problematica; fatica a seguire le acrobazie di Deadpool e in diverse situazioni se non la si controlla manualmente si rischia di perdere completamente di vista il nostro eroe, specialmente durante i contrattacchi se si cambia rapidamente posizione.

Come faccia a mangiare la pizza attraverso la maschera, rimane un mistero.

La longevità si attesta sulle 7 ore circa a livello normale, tuttavia non c’è alcun comparto multiplayer e una volta finita la trama l’unica altra opzione sono una serie di sfide che si riducono all’uccidere le ondate di nemici nel tempo limite accumulando più punti possibili, tra l’altro nelle stesse identiche location viste nella storia. Per essere completate al 100% vanno ripetute per tre volte ad un livello di difficoltà sempre maggiore, e personalmente non rappresentano un incentivo sufficiente per continuare a tenere il disco nella console. Ritengo invece opportuno giocare una seconda run della storia a livello di difficoltà massimo visto che si mantengono tutti i potenziamenti precedentemente acquisiti, e in una sola partita è impossibile ottenerli tutti.

deadpool4

In conclusione, credo che questa nuova versione di Deadpool sia del tutto fuorviante: il lato tecnico è rimasto quasi invariato, dunque Activision ha riportato questo titolo solo ed unicamente per pubblicizzare un po’ di più il film in uscita il prossimo anno. Prenderlo sia per console di vecchia o nuova generazione credo non cambi molto. High Moon Studios ha saputo sì riportare completamente il carisma di Deadpool in questo gioco, ma purtroppo ha creato un qualcosa anche abbastanza ripetitivo e di certo adatto solo ai fan più sfegatati.

Mostra tutto
Leggi anche
Close
Back to top button