Star Wars: Battlefront – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

Per Electronic Arts e DICE non sarà stata una passeggiata. Portare un qualsiasi prodotto sul mercato col nome di Star Wars è sempre un rischio, soprattutto quando si tratta di film e prodotti videoludici di Entertainment. Esattamente dieci anni fa, sulla nostra PlayStation 2 (e altre piattaforme) usciva Star Wars: Battlefront 2, un titolo entrato nel cuore di tutti i fan di Guerre Stellari, e oggi esce un reboot della serie firmata DICE, già sviluppatori di Battlefield. Per onorare la qualità che è d’obbligo col marchio Star Wars, i DICE hanno addirittura accantonato lo sviluppo di un nuovo Battlefield per lavorare espressamente su questo titolo a pieno regime. Parliamo di Star Wars: Battlefront, arrivato nei negozi il 19 novembre scorso e che ha finalmente spento l’incredibile attesa che gli girava intorno. Le novità sono interessanti e il titolo si dimostra assolutamente valido nelle sue forme. Sono riusciti i DICE a portare quello che i fan cercavano?

Sviluppatore: DICE
Editore: Electronic Arts
Genere: Action, Sparatutto
Giocatori: 40
Piattaforme: Xbox One, PS4, PC/MAC
Localizzazione: Completamente in italiano

Difficilmente partiamo dal comparto tecnico, ma quando questo risulta essere così spettacolare non possiamo che lodarlo. Graficamente il gioco è impressionante, con una fedeltà davvero foto-realistica dell’universo di George Lucas. È incredibilmente bello combattere su Tatooine o ancora su Sullust e apprezzare i minimi dettagli. Nota particolare per Hoth, con un effetto della neve e dell’atmosfera presa direttamente dal film, con quasi nessuna differenza visiva. Le texture sono di altissima qualità e i personaggi sono fedelmente riprodotti nelle loro forme, soprattutto gli Eroi che sembrano essere usciti direttamente dalla pellicola. Il sonoro è strabiliante, con i tipici suoni dei blaster che accompagnano la battaglia (i Pew Pew di Star Wars, per intenderci) ma anche delle spade laser di Darth Vader e Luke Skywalker. L’incredibile colonna sonora di John Williams, inoltre, rende il tutto ancora più bello e immersivo. Insomma, Star Wars: Battlefront è uno spettacolo per gli occhi e per le orecchie, capace di farvi entrare e ammirare l’universo di Star Wars in tutte le sue forme.

Star-Wars-Battlefront-2

Il Gameplay è praticamente lo stesso analizzato nell’anteprima di gioco qualche tempo fa. Star Wars: Battlefront si presenta come un titolo fortemente ispirato dalla natura Arcade, cercando di sfruttare i Power-Up e i gli Eroi per equilibrare le sorti della battaglia. Spesso anche il giocatore meno avvezzo a questo genere di titoli riesce a fare stragi con un rateo Uccisioni/morti incredibilmente positivo, il che è un bene considerando la natura commerciale del titolo. Star Wars: Battlefront vuole ricalcare in maniera encomiabile l’uscita del film nelle sale e del ritorno di una delle saghe più importanti del panorama Entertainment. Il gunplay è migliorato dalla beta, anche se non è perfetto. La differenza tra le – poche – armi disponibili è da ricondurre ad una strana equilibratura dei danni e della cadenza di fuoco, che spesso non rispecchiano i valori indicati. L’uso delle carte ora mostra nuove particolari abilità da poter sfruttare per diversificare i vari personaggi utilizzabili con attacchi improntati contro la fanteria o contro i veicoli, ma anche un giusto mix di strategie. Più si salirà di livello, più sarà possibile sbloccare nuove carte come il Jetpack o la Mira Stabile, ma anche fucili a lungo raggio e granate termiche. I Power-Up sono disponibili nelle mappe che li supportano e donano al giocatore una particolare abilità o arma da scagliare contro il nemico: si passa dal lanciarazzi all’implosore termico che abbiamo già visto nella beta. L’uso degli Eroi e dei veicoli è sempre condizionato da Power-Up in giro per la mappa. In Assalto Camminatori sarà possibile usare l’AT-AT e fare stragi di nemici, ma anche di X-Wings e Y-Wings per combatterli. Gli Eroi non hanno più un tempo limite di utilizzo, ma sono leggermente meno resistenti, per dare equilibrio al tutto. Luke Skywalker e Darth Vader sono i due che combattono dalla distanza ravvicinata con le spade laser, Han Solo e Boba Fett invece prediligono attacchi dalla distanza con armi da fuoco e particolari abilità di attacco, mentre la Principessa Leila e L’imperatore Palpatine sono Eroi di supporto, con la possibilità di sfruttare guardie del corpo e scudi per la propria difesa. Il gioco va sostenuto con diverse patch per migliorare l’efficienza e la varietà delle diverse armi a disposizione, con alcune che sono davvero molto potenti, mentre altre sono decisamente al di sotto di quello che dovrebbero, in realtà, essere.

star-wars-battlefront-darth-vader-970x546-c

Per quanto concerne il contenuto, siamo di fronte a qualcosa di altalenante. Star Wars: Battlefront non ha una modalità campagna, ma le sole modalità Single Player e Multiplayer. Il fulcro del gioco è il Multiplayer online, con ben 9 modalità: Supremazia, dove Ribelli e Imperiali si contendono cinque posizioni strategiche con battaglie di 40 giocatori che si svolgono su larga scala, sfruttando anche Eroi e veicoli; Assalto Camminatori, molto simile a Supremazia, dove i Ribelli dovranno distruggere i due camminatori e gli Imperiali difenderlo; Carico, una tipica versione di Cattura la Bandiera, dove bisogna catturare i carichi nemici e portarli alla base, oltre a difendere i propri; Corsa ai Droidi, dove sei Ribelli e sei Imperiali devono catturare e difendere tre droidi generatore GNK; Eliminazione, il classico Deathmatch a Squadre con dieci Ribelli contro dieci Imperiali; Zona di Lancio, che offre una partita otto Ribelli contro otto Imperiali il cui obiettivo è conquistare le capsule di lancio che cadono dal cielo; Squadrone di Caccia, che offre delle tipiche battaglie aeree sfruttando i Tie Fighter o anche gli X-Wings dei Ribelli in una battaglia all’ultimo Caccia, con la possibilità di utilizzare anche Eroi come Slave I e Millenium Falcon; Eroi contro Malvagi, una delle modalità più divertenti, che offre una battaglia tra i tre diversi eroi del Lato chiaro e del Lato Oscuro della Forza. Luke Skywalker, Darth Fener, Boba Fett e Han Solo, insieme ad altri personaggi leggendari fanno parte della squadra insieme alle normali truppe di fanteria. Caccia all’eroe, ultima modalità, dove la fanteria è alleata per uccidere l’eroe di turno, impersonato da uno degli 8 giocatori presenti. Le modalità per il Multiplayer online non mancano di varietà, in aggiunta anche del DLC gratuito “La Battaglia di Jakku”, ispirato al prossimo film che uscirà nelle sale, Star Wars Episodio VII: Il Risveglio della Forza.

maxresdefault-2

La modalità Single Player, invece, come visto nella beta, offre meno varianti. Quella che più risalta all’occhio è certamente Sopravvivenza, la modalità che vi mette di fronte ad orde di nemici da sconfiggere sempre più difficili, sia da soli che in cooperativa online e locale. I livelli più alti sono sicuramente più complicati con un alto tasso di sfida e in compagnia di un amico rende tutto più frenetico e avvincente. Nota stonata, però, è che in multiplayer locale il frame rate subisce un drastico abbassamento, portando i 60fps stabilissimi delle altre modalità a 30fps. Questo si traduce in un abbassamento generale delle potenzialità del gioco, anche se l’atmosfera e il gameplay risultano ugualmente appaganti. Come detto in precedenza, manca una modalità campagna. Non sappiamo cosa abbia spinto DICE a non credere in una modalità storia per il gioco o anche riprendere la modalità Conquista dell’Universo come nei vecchi titoli di dieci anni fa. Nella serie Battlefield c’era sempre la storia, con pieni voti per quanto riguarda i due Bad Company usciti la scorsa generazione, quindi questa mancanza è da attribuire principalmente ad Electronic Arts, che ha spinto per l’uscita del gioco in contemporanea con il film nelle sale. Su questo siamo rimasti un tantino delusi perché è sempre positivo vedere che la Storia sia parte dei giochi, anche per abbracciare – i pochi – detrattori del “Multiplayer-only”.

Altra situazione non troppo positiva sono le poche mappe e le armi disponibili, oltre alle modifiche estetiche veramente semplici. Dopo circa 4-5 ore di gioco (chi ha provato EA Access su Xbox One sa di cosa sto parlando) noterete che si giocherà sulle stesse mappe ogni volta e che i pianeti a disposizione sono veramente pochi, con altri in arrivo tramite DLC. Il negativo sta proprio in questo, con un supporto di quattro DLC giganteschi per €50 di Season Pass, dimostrando che si poteva inserire molto di più nel gioco completo, invece che spillare soldi ai poveri fan della saga. L’arrivo del DLC gratuito di certo non cambierà molto le cose ed essendo un gioco che offre solo un Multiplayer – anche se molto divertente – si poteva fare sicuramente di più.

Star-Wars-Battlefront-Han-Solo-1280x720

In conclusione…

Star Wars: Battlefront è sicuramente un prodotto commerciale riuscitissimo. Star Wars è un marchio imponente capace di tirare una massa di giocatori immensa, e se lo colleghiamo al classico FPS online che va tanto di moda in questi anni (Call of Duty e Battlefield sopra tutti), il risultato è un mix di perfetto lavoro commerciale e di marketing. Inoltre l’uscita a meno di un mese dal film Star Wars Episodio VII: Il Risveglio della Forza è sicuramente voluta per trainare le vendite in modo ancora più largo. Graficamente e tecnicamente il gioco si presenta ricco di sorprese e con atmosfere che riprendono fedelmente l’universo di George Lucas, in tutte le sue sfumature. Impersonare Darth Vader o Luke Skywalker è sicuramente una delle cose più belle del titolo, che si apre alla massa di giocatori per il suo stile Arcade e non competitivo per far divertire tutti i giocatori che lo acquisteranno. Non possiamo che premiarlo con questo voto, ma si poteva aspirare a qualcosa in più qualora i contenuti sarebbero stati più corposi e ci fosse stata una modalità Storia.

Personaggio particolare, simpatico e con la curiosità di un gatto. Cresciuto a pane e videogiochi, che ha scoperto nei primi anni di età, si è poi appassionato alla scrittura, alla filosofia e al cinema. Fedele al movimento multipiattaforma, che prima o poi metterà la parola fine alla console war.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com