Il Viaggio di Arlo – Recensione

Cinema Recensioni 1.0 Recensioni Cinema 1.0

In un mondo in cui i dinosauri non si sono estinti Arlo, il più piccolo di una famigliola di brontosauri, trascorre le sue giornate cercando di essere forte ed utile alle faccende domestiche come i suoi due fratelli Buck e Libby, ma senza troppo successo. In seguito ad un tragico incidente Arlo precipita nel fiume che costeggia la fattoria, venendo trascinato via dalle acque impetuose fino a valle, lontanissimo da casa. Risvegliatosi dopo aver sbattuto la testa contro una roccia, incontra Spot, un piccolo uomo delle caverne. I due, attraverso mille avventure e stravaganti incontri, cercheranno di fare ritorno a casa prima dell’arrivo dell’inverno.

il viaggio di arlo new poster

Che ormai il sodalizio Disney – Pixar sia una costante di qualità, è inutile negarlo, benché la prima si occupi ormai solamente delle esigenze di distribuzione lasciando la produzione al celebre team di John Lasseter. Che Inside Out, ultimo nato in casa Pixar, sia stato un successo straordinario sconvolgente per la sua intelligenza, la sua capacità di “emozionare” (in tutti i sensi) e far innamorare grandi e piccoli, è altrettanto innegabile. E che infine la Pixar stessa, da Toy Story ad oggi, ci abbia sempre regalato pellicole d’animazione che vanno oltre il semplice concetto di animazione stessa, è ormai noto.

Con in cantiere dunque titoli altisonanti e di sicuro richiamo per tutto il pubblico (con Finding Dory, seguito di Alla ricerca di Nemo, fra i più attesi), Il viaggio di Arlo (personalissima traduzione nostrana per A Good Dinosaur) arriva nelle sale con la forte pressione di essere cronologicamente posto dopo un successo globale (Inside Out, appunto) senza un concept innovativo, ma anzi ricalcando un tema, quello del viaggio, che la Pixar ha già impiegato (in Finding Nemo, ad esempio). Ciò che colpisce della pellicola infatti è che, oltre ad essere di fronte ad una storia piuttosto semplice e lineare basata sull’effetto-conseguenza Arlo si perde – Arlo deve ritornare a casa, si assiste fin da subito a quello che apparentemente sembrerebbe uno sfrenato citazionismo. All’interno del film si alternano scene e strutture tipiche di molte produzioni sia Disney che Disney-Pixar, in una sorta di revival, non comprensibile quanto voluto, dei momenti più gloriosi delle opere più celebri. Dalla scena tragica che ricorda immediatamente Il Re Leone si passa immediatamente ad un inevitabile riferimento al Libro della giungla (nel piccolo Spot, novello Mowghli), fino al parallelo Squali – T-Rex che richiama il già citato Alla ricerca di Nemo. Tutti questi echi non minano la pellicola, ma sicuramente non le donano il tocco di originalità che ci si aspetta da una produzione di questo tipo, considerando anche il fatto che la stessa ambientazione preistorica della pellicola ha, tra i suoi antecedenti, su tutti, L’era glaciale.

A livello visivo siamo di fronte, come sempre, ad un prodotto di assoluta qualità, accompagnato da una colonna sonora eccezionale inizialmente affidata a Thomas Newman ma poi passata a Mychael Danna (che ha un qualcosa di Howard Shore, con i “dovutissimi paragoni”). Vi è  anche un discreto spazio per riflessioni sulla famiglia, sul rapporto con la vita e con la morte, sull’amicizia e sulla convivenza, sempre affrontati nel modo maturo che Pixar sa ben far apprezzare a varie fasce d’età. Ma in sostanza non si può pretendere di più da Il Viaggio di Arlo. Non è questo un film che farà innamorare i piccoli, nè tantomeno i grandi, non tanto per la sua essenza (è comunque un godibilissimo film d’animazione), quanto per la sua sconcertante semplicità che, nei comunque scorrevoli 100 minuti, abbandona lo spettatore ad un vuoto emozionale raramente sperimentato con Pixar.

 

Scheda film

Titolo: Il Viaggio di Arlo
Regia: Peter Sohn
Sceneggiatura:  Meg Lefauve
Cast :  Raymond Ochoa, Jack McGraw, Jack Bright, Sam Elliott, Anna Paquin, A.J. Buckley, Jeffrey Wright, Frances McDormand, Steve Zahn
Genere: Animazione, Avventura
Durata: 100′
Produzione: Walt Disney Pictures, Pixar Animation Studios
Distribuzione: Walt Disney Pictures Italia
Nazione: USA
Uscita: 25/11/15

Critico cinematografico, giurista e speaker. Classe '94, nato insieme a Dookie, Forrest Gump, Pulp Fiction e Le Ali della Libertà, ma con il cuore a Juno.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com