Fallout 4 – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

Iniziamo questa recensione descrivendovi lo scenario in cui verremo accolti. Il mondo è completamente in rovina, tutto quello che ricordavamo del mondo di 200 anni prima è scomparso. Il protagonista, come sempre, è un abitante del celeberrimo Vault che, una volta risvegliatosi, si ritrova nel Commonwealth (l’attuale Massachusetts) circondato da banditi, animali mutati geneticamente, ghoul e decine di altre creature nate in seguito all’ultima guerra atomica.
Per non rovinarvi l’esperienza, non vi riveleremo dettagli circa la trama – che secondo noi è solo un “contorno”, e dopo vi spiegheremo il perché – ma vi segnaliamo che nel corso della storia avrete a che fare con diverse fazioni, ognuna con dei propri intenti, un proprio orientamento e delle missioni esclusive. Chiaramente gli intenti di ogni fazione cozzano con quelli di un altra pertanto, in molteplici situazioni, dovrete fare delle scelte o addirittura dei sacrifici che avranno un impatto notevole sullo sviluppo della storia.

Sviluppatore: Bethesda Softworks
Editore: Bethesda
Genere: Azione, Gioco di Ruolo
Giocatori: 1
Piattaforme: Xbox One, PlayStation 4, PC/MAC
Localizzazione: Audio e testi in italiano


Scrivevamo poc’anzi che la trama è solo un elemento di contorno del gioco e la spiegazione è molto semplice: come ogni titolo Bethesda, anche Fallout 4 presenta una serie di cose da fare e di situazioni da vivere, che spesso e volentieri vi faranno dimenticare della trama e vi spingeranno a concentrarvi sulla ricerca di oggetti (le armature atomiche sono una figata assurda n.d.r.) o al completamento di missioni secondarie che apriranno numerosi percorsi narrativi.
Contrariamente a quanto si può immaginare, nonostante la quantità di cose da fare sia enorme, la mappa di gioco non è di dimensioni spropositate e se questo può far storcere il naso agli amanti dell’esplorazione, bisogna ammettere che questa scelta riduce notevolmente i tempi morti e garantisce una possibilità di azione costante.

Fallout-city

A differenza dei precedenti capitoli, in Fallout 4 avremo la possibilità di creare delle vere e proprie città che andranno occupate dai nostri alleati e che dovranno essere difese dalle decine di nemici intenzionati a distruggerle. Le strutture insediabili all’interno delle città sono di svariato genere e variano dai prefabbricati fino alle centrali elettriche, passando per le fattorie; per costruire queste città sarà necessario servirsi di materiale reperibili durante le missioni.

Il crafting di Fallout 4, per fortuna, non si ferma solo alla costruzione delle città: procedendo nelle varie missioni, infatti, incontrerete dei banchi da lavoro dove potrete cimentarvi nella costruzione e nel potenziamento di diverse categorie di armi e di armature.
Non manca, ovviamente, la possibilità di potenziare e migliorare il proprio personaggio, assegnando i punti ottenuti con il level-up e migliorando tutte le caratteristiche che compongono il nostro personaggio, rappresentate da una sorta di poster che ha come protagonista il simpaticissimo Vault-Boy.

Sistema che vince non si cambia

Arriviamo a trattare del cuore del gioco ossia il sistema di combattimento. Per fortuna degli amanti della serie e dei puristi del genere, Fallout 4 non si distacca dai suoi predecessori, anzi, i ragazzi di Bethesda sono riusciti a perfezionare tutte le caratteristiche.
Come in passato avremo due modi per affrontare i nemici: sparando direttamente (come nei più comuni sparatutto tridimensionali) oppure sfruttando il tanto amato SPAV che consente di mirare alle diverse sezioni che compongono il corpo del nemico, riportando altresì le percentuali di possibile danno. Riuscendo a portare a segno più attacchi eseguiti con lo SPAV il giocatore avrà la possibilità di eseguire un colpo critico che, a differenza di quelli normali, offrirà il 100% di possibilità di riuscita.
Una sostanziale differenza rispetto ai capitoli precedenti della serie è quella riguardante il logoramento delle armi che, questa volta, è del tutto assente; dimenticate quindi di dover sempre recuperare le armi dai nemici, a meno che non siate interessati a rivenderle.
Nei vari combattimenti potete scegliere se essere affiancati da alcuni compagni che potrete incontrare nel corso dell’avventura.
Ogni compagno avrà una propria personalità e delle caratteristiche esclusive che ci torneranno sicuramente utili. E’ inoltre stupendo il modo in cui ognuno di questi personaggi reagisce alle nostre scelte: se ci vedranno rubare un oggetto o uccidere un cittadino inerme, inizieranno a provare rancore nei nostri riguardi, mentre se invece aiuteremo dei personaggi in difficoltà, la relazione migliorerà.

Dal punto di vista tecnico Fallout 4 non è un prodotto che fa gridare al miracolo poiché, fin dalle prime battute di gioco, saranno frequenti bug visivi, purtroppo fin troppo comuni nelle opere di Bethesda; non saranno rari i casi in cui attraverserete i personaggi oppure vedrete i corpi dei nemici assumere delle posizioni impossibili nella realtà. Ottimo il doppiaggio in italiano: il lavoro realizzato dai doppiatori è veramente maestoso e di ottima fattura. Impeccabile anche la colonna sonora del gioco che presenta un mix tra brani degli anni 50-60 e nuovi brani che si sposano alla perfezione con l’azione di gioco.

In conclusione

Fallout 4 si è rivelato il prodotto  eccezionale che ci aspettavamo. Anche se da un punto di vista tecnico l’ultimo lavoro di Bethesda non fa gridare al miracolo, da quello ludico il titolo è estremamente ampio e all’avanguardia, capace di regalarvi ore e ore di gioco se siete amanti del genere. Fallout 4 non è un prodotto da giocare per la trama ma piuttosto un prodotto da giocare per l’esperienza di “vita virtuale” che offre.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com