Il Premio Taodue “Camera d’Oro 2015” va alla regista Crystal Moselle per il film The Wolfpack

Cinema Festival di Roma

Il premio Taodue Camera d’Oro per la miglior opera prima è stato assegnato, alla presenza della giuria, a “The Wolfpack” di Crystal Moselle. Il documentario, già vincitore del U.S. Documentary Grand Jury Prize all’ultimo Sundance Film Festival, racconta l’incredibile vera storia dei sette fratelli Angulo. Brillanti, istruiti in casa, senza alcun contatto con l’esterno, tutto quello che hanno imparato è arrivato dai film che vedevano di continuo. Per molti anni questo sistema è servito loro come sfogo creativo e come modo per eludere la solitudine e una condizione di sostanziale segregazione.

La motivazione della giuria: 

Per l’occhio lucido e la compiutezza con cui la regista ha raccontato una storia intensa, curiosa e difficile; per la naturalezza e la genuinità del registro usato, come per la coerenza nel seguire la vicenda in tutto il suo arco temporale; per la forza dei personaggi, che personaggi non sono“.

La giuria del Premio Camera d’Oro Taodue ha attribuito anche una Menzione Speciale al film “Mustang” della regista Deniz Gamze Erguven. Già presentato con successo alla Quinzaine des réalisateurs all’ultimo Festival di Cannes, il film, è candidato dalla Francia come miglior film straniero agli Oscar.

La motivazione della giuria: 

“per la forza e la gioia con cui il film racconta, attraverso una regia forte e matura e un tono allo stesso tempo leggero e drammatico, l’animo di cinque giovani donne e il loro passaggio da un’adolescenza segregata a una vita adulta imposta, attraverso l’elaborazione della vità e della libertà“.

Taodue, a conferma del sostegno agli autori/cineasti emergenti, ufficializza anche quest’anno il Premio “Camera d’oro” per la migliore opera prima all’interno della Festa del Cinema di Roma.

Il premio nasce dal bisogno di registrare come, anche in un momento di crisi e di radicali cambiamenti, il cinema riesca a rivelarsi centrale nell’evoluzione dei linguaggi, della cultura e del costume.

Il premio Taodue “Camera d’oro” per la migliore opera prima, inserito nella selezione di Alice nella Città, intende infatti rivolgere uno sguardo trasversale alla ricerca delle forme e delle modalità espressive più innovative e vicine allo spirito dei nostri tempi. Tra i premiati nelle edizioni precedenti SCOTT COOPER (regista di ” Black Mass – L’Ultimo Gangster” ) per il film “Out of the Furnace”.

Come dichiara il produttore Pietro Valsecchi: “Il Premio nasce dalla nostra profonda convinzione che il cinema sia un’arte necessaria all’immaginario contemporaneo. La crisi di sistema che stiamo attraversando non è una crisi di idee e questo premio intende proseguire nella ricerca e nella valorizzazione di nuovi talenti.”

Il Premio si rivolge al migliore regista emergente, selezionato su 13 opere in concorso. La giuria è presieduta dal regista Giovanni Veronesi ed è composta da: Camilla Nesbitt, The Pills, Edoardo Ferrario, Céline Sciamma, Fabio Mollo, Sara Serraiocco e Michele Riondino.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com