Schrödinger’s Cat and the Raiders of the Lost Quark – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

Tranquilli, il gioco non richiamerà nessuno dei vostri orribili riscontri scolastici in fisica, anche perché sennò il sottoscritto non poteva assolutamente recensire il gioco. Schrödinger’s Cat and the Raiders of the Lost Quark è un semplice adventure/platform game che ci mette nei panni del gatto di Erwin Schrödinger, che per chi non lo sapesse, è l’esperimento che ha messo in discussione l’interpretazione fisica della meccanica quantistica. Se mettessimo un gatto chiuso in una scatola con una pistola attivabile dalle radiazioni di un atomo di uranio, non potremmo sapere quando l’atomo emetterà radioattività attivando la pistola e uccidendo il gatto. In questo modo anche il destino del gatto risulta regolato da leggi probabilistiche e quindi senza una vera risposta.

Titolo: Schrödinger’s Cat and the Raiders of the Lost Quark
Sviluppatore: Italic Pig – Team17
Distributore: Team17
Genere: Adventure/Platform
Giocatori: 1
Localizzazione: Inglese con testo a schermo tradotto in italiano

341-schrödinger-s-cat-and-the-raiders-of-the-lost-quark-screenshot-1431507366

Dopo questo piccolo excursus, possiamo passare alla cosa che più ci interessa: il gioco. Italic Pig con l’aiuto del Team17, ha innanzitutto voluto creare un mondo colorato e simpatico, con un protagonista sopra le righe e dalla battuta sempre pronta. In una giornata a prima vista tranquilla, lo Zoo Particellare, dove è possibile ammirare diverse specie atomiche e subatomiche, si ritrova in mezzo al caos, con tutte le specie fuori dalle loro gabbie. L’unico che sembra avere il potere di salvare lo Zoo Particellare dalla catastrofe è proprio il gatto di Schrödinger, che ha il compito di raccogliere e ingabbiare i vari Gluoni, Bosoni, Fotoni e così via.

Schrodingers.Cat.And.The.Raiders.Of.The.Lost.Quark-SKIDROW-pc-www.descargasesc (4)_thumb

Il fulcro del gioco sono i Quark, simpatiche particelle divise per colore e funzione: distruzione, costruzione, protezione e movimento. L’uso vi permetterà di passare i vasti labirinti del gioco, dando anche una sensazione di rompicapo durante alcune fasi della storia. Sarà possibile creare il “cottero” che ci permetterà di volare per un breve periodo, ma anche missili, bombe e bolle di protezione, che saranno utili sia in fase di combattimento con alcuni mostri del titolo, sia per superare gli ostacoli che si paleseranno davanti. Inizialmente le combinazioni saranno un tantino macchinose, ma dopo un’oretta circa di gioco, alcune delle più usate saranno già memorizzate nelle vostre mani. Per effettuarle basterà sfruttare i due trigger e i due dorsali del pad, cercando di essere quanto più veloci possibile. Sarà utile ricordarle per bene, sfruttando a dovere i vostri riflessi occhio-mano, perché durante il prosieguo della storia avrete a che fare con alcune situazioni di fuga, dove sarà utile usare la combinazione migliore per non morire. Questo vi porterà spesso e volentieri ad una sana sensazione di frustrazione, a causa di un sistema di controllo che lascia molto a desiderare.

Per quanto concerne la trama, il gioco offre alcuni personaggi secondari dalla caratterizzazione simpatica, ma nulla di così emozionante. Sotto questo aspetto il gioco pecca un po’, facendo spesso riferimenti anche a formule e nomi noti nel genere che sono sconosciuti ai più. Le delusioni non finiscono qua. Anche se il titolo è pressoché ideato dall’ispirazione di Rayman Legends, l’aspetto tecnico è sì cartoonesco, ma offre comunque modelli molto poveri, così come le ambientazioni, molto vaste ma davvero anonime e spesso fastidiose agli occhi. Sembra che su questo aspetto qua, gli sviluppatori abbiano abbozzato giusto qualcosa, perché sembra davvero un lavoro fatto senza voglia.

schrodingerscat-1-640x360

Senza ombra di dubbio, la cosa migliore del titolo, oltre ai colori sgargianti, è un doppiaggio inglese davvero convincente. I doppiatori sono riusciti a dare un giusto tono al gatto ed altri personaggi secondari, facendo sì che il tutto sia molto più apprezzabile. Molti tendono a ritenere superfluo sia il doppiaggio che le musiche, ma anche su questo aspetto, Schrödinger’s Cat and the Raiders of the Lost Quark riesce a farsi apprezzare, con musiche d’accompagnamento molto orecchiabili.

ss_43d2ed28a12a633d022f191ceb7f7a8deb7176461920x1080_jpg_640x360_upscale_q85

In conclusione…

Difficile consigliare Schrödinger’s Cat and the Raiders of the Lost Quark ai giocatori. Il titolo offre davvero poca varietà, risultando già dopo la prima ora molto ripetitivo. Durante la modalità storia ci saranno spesso situazioni di frustrazione a causa di ambienti inutilmente vasti e di un sistema di controllo alquanto penoso. È un titolo che può comunque dare qualche buona ora di equilibrio tra i vari titoli più giocati, grazie anche ad un doppiaggio e ad un comparto sonoro davvero di buoni livelli, ma questo basta solo per dare la giusta sufficienza al gioco. Speriamo che Italic Pig riesca a sviluppare un titolo migliore, sotto tutti gli aspetti.

Personaggio particolare, simpatico e con la curiosità di un gatto. Cresciuto a pane e videogiochi, che ha scoperto nei primi anni di età, si è poi appassionato alla scrittura, alla filosofia e al cinema. Fedele al movimento multipiattaforma, che prima o poi metterà la parola fine alla console war.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com