L’ultimo saluto al grande Satoru Iwata

SUL MIO BIGLIETTO DA VISITA SONO IL PRESIDENTE DI UNA SOCIETÀ. NELLA MIA MENTE SONO UN PROGRAMMATORE. MA NEL MIO CUORE SARÒ SEMPRE UN VIDEOGIOCATORE.

– SATORU IWATA

Questo è un giorno oscuro, un giorno nel quale l’industria videoludica è stata colpita da un forte dolore, e questo dolore è provocato dalla perdita di un grand’uomo, Iwata Satoru, quarto presidente della società Nintendo. In un giorno del genere, nemmeno le nostre console riescono ad accendersi, il dolore è troppo grande per ritornare nei vari mondi nel quale spendiamo ore dei nostri giorni solitamente, e noi quest’oggi non possiamo fare altro che ricordarlo con una timeline della sua carriera, e dando così un ultimo saluto.

Satoru iniziò la sua carriera nel 1982 all’interno della HAL Laboratoy, nel quale impiegava tutte le sue forze nello sviluppo di software. Durante la sua permanenza ad Hal Laboratory collaborò a grossi videogiochi dal calibro di Kirby, Earthbound e tant’altri. Satoru riuscì a fare carriera, diventando in poco tempo presidente della HAL Laboratory nel 1993, riuscendo ad instaurare una collaborazione con Nintendo per la progettazione di diversi videogiochi, ora molto noti.

Correva l’anno 2000, e a Satoru arrivò un contratto da parte di Nintendo, che gli offrì anche una sua divisione per lo sviluppo di videogiochi. Dopo quasi due anni, il presidente in carica di quel tempo, Hiroshi Yamauchi, decise di dimettersi, lasciando così il suo ruolo alla geniale mente di Satoru Iwata. Il nuovo presidente Nintendo non abbandonò la sua vecchia compagnia, ovvero, HAL Laboratory, ma continuò a supportarli nello sviluppo di Kirby e Super Smash Bros.

I videogiochi hanno solo un significato. Divertimento. Divertimento per tutti!

– SATORU IWATA

Durante il 2004, il caro Iwata, diede vita a una geniale console portatile chiamata Nintendo DS, dove per la prima volta vedeva protagonista lo schermo touchscreen in una console portatile, aggiungendo non solo questa funzione ma anche la feature del doppio schermo, uno per gestire le funzioni di gioco e l’altro dove si svolgeva l’anima del gioco. Il Nintendo DS introdusse anche il gioco online nelle console di Nintendo, visto che rispetto al GameBoy, il DS aveva a disposizione la linea senza fili, rendendo accessibile il gioco online con amici anche da luoghi diversi. Dopo che il Nintendo DS spopolò in tutto il mondo, arrivò il tempo di annunciare una nuova home console, lanciata nel 2006, stiamo parlando della Nintendo Wii. Questa offriva qualcosa di nuovo, ovvero il Wii Mote. La home console di Nintendo offrì molti capolavori dal calibro di Zelda, Super Mario, Super Smash Bros e molti altri, che tutt’oggi continuano a donare molte emozioni sia ai giovani videogiocatori che a quelli un po’ più grandicelli. All’interno della società nipponica si sentiva il bisogno di progettare una nuova console che introducesse delle novità appetitose per i videogiocatori, e fu proprio allora cha nacque il Nintendo 3DS, che offriva uno schermo principale nel quale era possibile attivare un effetto 3D regolabileLa sorpresa non fu tanto il fatto che lo schermo offrisse uno schermo 3D, ma che quest’ultimo non aveva bisogno dei famosi occhialini 3D. La grandezza di quest’uomo si dimostrò anche con l’avvento di Wii U, infatti, durante il periodo nero per le vendite, Iwata decise di tagliarsi lo stipendio dando così un forte messaggio.

Come vedete, il caro Satoru non fu solo un grande presidente, ma anche un grande inventore e videogiocatore, che durante la sua carriera pensò principalmente a offrire il meglio ai videogiocatori (come lui), e pensava anche di sostenere in tutti i modi la sua amata Nintendo, rinunciando anche a parte del suo stipendio.

Certamente Nintendo sarà ancora qua negli anni a venire, ma non sarà la stessa senza Satoru, una grossa perdita all’interno della casa nipponica.

Non ci resta che unirci al cordoglio di amici, famigliari e a tutti i videogiocatori che soffrono di questa perdita. Un ultimo saluto dalla redazione di MyReviews.it, arrivederci presidente!


2 Comments

  1. Federico Molino
  2. Lex6-6

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.