Payday 2: Crimewave Edition – Recensione

Dopo l’uscita di Payday 2 su console old gen e PC, i ragazzi di 505 Games e Overkill ci ripropongono la rimasterizzazione su console curret gen di quest’ultimo (più tutti DLC), e tutto prende il nome di Payday 2: Crimewave Edition.

Titolo: Payday 2: Crimewave Edition
Genere: sparatutto in 1a persona
Sviluppatore: Overkill
Editore: 505 Games
Piattaforma: Xbox One, PS4
Data d’uscita: 12/06/15

Payday2Banner

Dopo un Payday piuttosto divertente, 505 Games e Overkill ci riprovano con Payday 2, nella sua versione per curret gen su Xbox One e PS4. Il titolo ci mette nei panni di un membro di una banda formata da quattro criminali, il cui scopo ovviamente è quello di far soldi rapinando banche e gioiellerie, dedicandosi anche a svariate attività congrue alla criminalità. Il gioco appartiene al genere sparatutto in prima persona, riprendendo in molti aspetti le meccaniche di titoli co-op ben noti come Left 4 Dead.

payday-2-crimewave-edition1

Per prima cosa il covo: è praticamente la base della banda, ed è il primo posto che visiterete appena inserito il disco di gioco. Nel covo è possibile impratichirsi e prendere dimestichezza con le armi al poligono di tiro, oppure sarà possibile visitare il nostro caveau personale per tener d’occhio il bottino totale accumulato durante le nostre rapine. E’ anche disponibile un lungo percorso a ostacoli fatto di diverse porte e oggetti scassinabili (una sorta di simulazione in prarica), per affinare le nostre tecniche e per velocizzare le operazioni prima di passare all’azione.

payday-2-crimewave-edition2

Come già detto, il titolo si basa fortemente sulla cooperativa: è possibile giocare fino a quattro giocatori contemporaneamente (la banda è comunque sempre composta da quattro membri: se un personaggio non viene controllato da un giocatore, è la CPU che ne prende possesso), perciò gli sviluppatori hanno creato altrettante classi per diversificare al meglio il ruolo di ogni componente. La classe Mastermind rappresenta il medico del gruppo. A lui si affida il compito di mantenere in vita i membri della squadra, inoltre come abilità secondarie possiede anche quelle legate alla persuasione di civili e guardie. Troviamo poi l’Enforcer: l’amante delle armi. Se vi piacciono le entrate a effetto con il mitra spianato, questo è il personaggio perfetto per voi. Tutti i suoi bonus sono legati alle armi e al loro utilizzo. Terza classe disponibile è il Tecnico: l’esperto di esplosivi. Man mano che sviluppiamo questa classe, vengono sbloccati sempre più gadget esplosivi (il primo oggetto sbloccabile è la bomba a filo) e altre chicche di supporto per sé stesso e per gli altri, come ad esempio le torrette automatiche. Un’altra caratteristica del Tecnico è quella di aumentare la velocità di perforazione del trapano man mano che si assegnano i punti caratteristica. L’ultima classe, quella regina dell’intero gioco, è lo Spettro. Sviluppare questa particolare classe ci permette di assegnare abilità essenziali per portare a termine i colpi in modalità stealth: potremo utilizzare pistole silenziate, Jammer ECM per bloccare videocamere e telefoni cellulari e via discorrendo.

payday-2-crimewave-edition3

La personalizzazione del personaggio però non si ferma solo alle classi, infatti sono presenti un gran numero di armi, pezzi di vestiario e disegni per la maschere. Naturalmente non è tutto disponibile già dall’inizio, ma occorre completare un buon numero di missioni per sbloccare tutti gli oggetti aggiuntivi. Il sistema di sblocco funziona in un modo curioso: al termine di ogni missione riuscita, compare un piccolo minigioco composto da tre carte. Una volta scelta la carta, si sblocca l’elemento che compare su quella selezionata, che possono anche essere o soldi in più o bonus di vario genere.

payday-2-crimewave-edition4

Ma qual è il nocciolo di Payday 2: Crimewave Edition? La libertà d’azione. Non esiste un modo preciso di compiere una missione, infatti ogni scenario è risolvibile nei modi più disparati, ognuno dipendente dall’approccio e dal nostro stile di gioco: stealth o action. Possiamo scegliere di asserragliarci in uno stanzino, piazzare un trapano sulla cassaforte e uccidere chiunque tenti di avvicinarsi alla porta; oppure possiamo utilizzare un approccio più silenzioso, oscurando le telecamere di sicurezza, stordendo la vigilanza e cercando di non farci notare. Il rovescio della medaglia (se proprio possiamo considerarlo tale) è la necessità quasi obbligata di avere un super-team per svolgere un’azione perfetta. Occorre compiere mosse perfettamente coordinati ed affiatati, e di conoscere alla perfezione le mappe ed elaborare un vero e proprio piano strategico. C’è anche precisare una cosa: l’IA. Partendo dai nemici fino ad arrivare ai propri compagni controllati dalla CPU, l’IA non è assolutamente all’altezza. Un esempio: per aver ragione di uno SWAT con lo scudo, basta che uno dei propri compagni lo “distragga” sparandogli addosso, mentre il vostro personaggio lo affianca e lo crivella di colpi senza che lui nemmeno reagisca.

payday-2-crimewave-edition5

Nonostante sia una rimasterizzazione per curret gen, Payday 2: Crimewave Edition2 rimane comunque un pò banalotto sotto il punto di vista tecnico. Già a partire dalla qualità delle texture, che da un certo punto di vista è leggermente scarsa, ma a tutto l’insieme costituito da animazioni legnose, compenetrazione di poligoni, oggetti e personaggi che camminano o siedono o fluttuano nel vuoto, di certo non fa molto piacere.

In conclusione, reputo Payday 2: Crimewave Edition un buon gioco. Certo, il titolo non è esente da difetti, ma tutto sommato in compagnia può divertire parecchio, cosa che in solitaria non riesce ad essere. Inoltre, il pacchetto comprendere anche tutti i DLC, che di sicuro aumentano di un bel pò la longevità complessiva totale.


Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.