SCHEDA GIOCO
TITOLO: Mafia II
SVILUPPATORE: 2K Czech
PUBLISHER: 2K Games
DATA DI USCITA: 23-08-2010 (Xbox 360, PS3, PC)
GENERE: Azione
LINGUA: Totalmente in italiano

 

Requisiti minimi:
– SO: Microsoft Windows XP (SP2) / Windows Vista / Windows 7

– CPU: Pentium D 3Ghz o AMD Athlon 64 X2 3600+ (Dual core)
– RAM: 1,5GB
– Scheda Video: nVidia GeForce 8600 / ATI HD2600 Pro
– Spazio su HD: 8GB
– Scheda audio: 100% compatibile DirectX 9.0c

2K Games ha finalmente sfornato l’attesissimo sequel di quel Mafia, che tanto stupì nel lontano 2001… Ossia: Mafia II.
Il nuovo titolo di 2K Czech, ex Illusion Softworks, dovrà dimostrare di essere all’altezza del primo e ancora osannato episodio, uscito nove anni or sono… Nonostante la gestazione e lo sviluppo del titolo non sono stati esattamente idilliaci.
Infatti, annunciato nel 2007, ha subito numerosi ritardi, venendo rilasciato soltanto nel 2010, con ben tre anni tra gestazione e sviluppo.
Ma ora, un pò di trama…
Vito Scaletta è un membro della comunità italo-americana di Empire Bay che, dopo aver commesso da ragazzo una serie di crimini inisieme all’amico Joe Barbaro, viene catturato e gli viene offerta l’opportunità di riscattarsi aiutando gli USA al fronte: la Seconda Guerra Mondiale infuria in molti paesi europei e c’è bisogno di nuove leve. Dopo aver servito con onore la propria patria ed essere stato ferito proprio in Italia, Vito torna in città, accolto a braccia aperte dall’amico Joe che nel frattempo si è fatto amici importanti nei clan mafiosi locali. Vito ha bisogno di fare soldi velocemente per aiutare la madre e la sorella, lasciate piene di debiti dal defunto padre, e Joe gli offre la via più veloce per farlo: aiutare le Famiglie nei loro affari. Queste sono le fondamenta della storia di Mafia II, che ci vedrà seguire le vicende di Vito Scaletta, a cavallo tra gli anni della guerra, e gli anni del boom economico negli USA… Tra gli affari, intrighi e tradimenti delle tre maggiori famiglie mafiose di Empire Bay, mentre guadagna sempre più notorietà come persona in grado di risolvere ogni tipo di problemi.

COMAPRTO GRAFICO
Graficamente parliamo di un titolo con alti e bassi, almeno sulla versione Xbox 360 testata. Un motore grafico che presenta numerose chicche, quali buone animazioni dei protagonisti (sia nelle movenze, che nelle espressioni facciali), buoni effetti particellari, soprattutto nelle esplosioni, una buona realizzazione del fumo e dell’acqua, una pallette di colori sempre azzeccata ed un’ottima gestione delle luci.
Tuttavia, ci sono numerosi punti a sfavore quali un orizzonte non proprio vasto, qualche imperfezione di contorno come pop-up e tearing, ed infine la mancanza dell’euphoria engine (motore fisico utilizzato in Grand Theft Auto IV e Red Dead Redemption) che rende il tutto meno realistico. Tutto ciò comunque non compromette l’esperienza di gioco, che rimane una delle più intense ed emozionanti.
Comunque è caldamente consigliata l’esperienza su PC, dove grazie all’ausilio del PhysX di nVidia, i risultati trascendono le solo buone prestazioni delle console.

COMPARTO SONORO
Ottimo il comparto sonoro, con un doppiaggio interamente in italiano, ottimamente interpretato. E’ infatti possibile udire la classica inflessione siciliana, dei personaggi italoamericani.
Il comparto audio, è arricchito da una colonna sonora sempre azzeccata, che fa da sfondo, ad una storia sempre interessante e mai noiosa. Ottima anche la riproduzione delle tipiche musiche anni ’50, all’interno delle autoradio.
Ottimo anche il campionario di effetti, con rombi motore e spari realizzati in maniera realistica, immergendo ancora di più nell’atmosfera di gioco.

GAMEPLAY
Il gameplay riprende fedelmente le meccaniche proposte nei precedenti free-roaming targati 2K, (GTA IV, Red Dead Redemption).
Il gameplay si avvale di una fluidità invidiabile, con un buon sistema di coperture, ed un’ottima orchestrazione delle sparatorie, che  rendono il gameplay piacevole, e mai frustrante.
Anche il modello di guida è ottimamente caratterizzato, con l’atmosfera invernale anni’40 che rende la guida difficoltosa ed ostica, a differenza dell’atmosfera spensierata degli anni ’50, con macchine sportive pronte a derapare ad ogni curva. Un’aggiunta interessante, potrebbero essere alcune fasi stealth, disseminate qui e là nel corso dell’avventura.
Interessante anche l’aggiunta delle stazioni di servizio, che potrebbero servire nel caso in cui volessimo riempire il serbatoio della nostra quattro ruote… Anche se, a dirla tutta, non si è mai verificata la necessità di riempire il serbatoio durante le fasi di giocato.
Tuttavia è apprezzabile il tentativo di donare un minimo di realismo, ad una componente free-roaming che risulta davvero risicata ai minimi termini.

LONGEVITA’
La longevità della campagna principale, si attesta sulle 9-10 ore circa, un livello medio, considerando gli standard attuali. Peccato per una scarsa rigiocabilità, escludendo la possibilità di collezionare tutti i numeri di Playboy, oppure di terminare l’avventura ad una difficoltà maggiore. Comunque si tratta di un’esperienza intensa, che indipendentemente dalla durata, vi regalerà numerosi momenti emozionanti.

CONCLUSIONE
Mafia II, riesce a consolidare il successo ottenuto dal primo acclamato capitolo, alcuni elementi negativi nel comparto grafico ed una longevità non proprio eccelsa, non mineranno una delle esperienze più coinvolgenti, nel panorama videoludico estivo, che solitamente è avaro di uscite di spessore. Se cercate un free-roaming, potrebbe non essere una prima scelta… Ma se cercate un titolo coinvolgente, e dall’ottima struttura narrativa e dal gameplay vincente, Mafia 2 è il titolo che fa per voi! Degno del classico di Mario Puzo, “Il Padrino”.

“I bravi ragazzi, non vanno in paradiso…”

Videogiocatore vecchio stile (predilige il singleplayer alle modalità online), si avvicina ai videogame alla tenera età di 9 anni con Resident Evil e Metal Gear Solid, divenendone immediatamente stregato.
Amante del rock e del metal (o della buona musica in generale), la notte diventa il Cavaliere Oscuro, a patto che sia quello scritto e diretto da Christopher Nolan (e non quello di Tim Burton o l’aborto di Joel Schumacher).
Del regista britannico è un grande sostenitore, mentre la sua vita è costantemente accompagnata dalle musiche di Hans Zimmer.
Ama i gatti e i cani.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up