The Incredible Adventures of Van Helsing III – Anteprima

download

Siamo già giunti al terzo capitolo delle incredibili avventure di Van Helsing, il cacciatore preferito dei NeocoreGames, un gioco che ancora oggi riesce a catturare l’attenzione del pubblico grazie al successo dei primi due titoli della serie. Il gameplay si basa sulle componenti classiche dei giochi di ruolo, ricorda molto lo stile di Diablo fuso con quello dell’ormai decaduto Sacred, con una visuale simil-isometrica e con tanti nemici a schermo pronti a sbarrarci il cammino. Pronti per riprende la guerra civile di Borgovia, ci fiondiamo a provare questa Preview Build prima dell’arrivo del gioco completo, e decidiamo di dare inizio a questa avventura con il Protector.

Titolo: The Incredible Adventures of Van Helsing III
Sviluppatore:
NeocoreGames
Distributore: NeocoreGames
Genere: Azione, Avventura, GDR.
Piattaforme: Solo su PC.
Localizzazione: Completamente in inglese.

In una dolorosa prova..

Avviato il gioco e scelta la nostra classe, ci verrà chiesto il livello di difficoltà, il quale offre un ampio ventaglio sia per i giocatori più profani che per i più esperti del genere, specie chi viene da Diablo. La nostra avventura parte con un filmato di introduzione alla storia, la quale riprende le vicende del secondo capitolo, spiegando il nostro ruolo. Purtroppo una valutazione della componente storia è impossibile da dare, dato che la porzione di gioco di questa preview build è veramente piccola e poco chiara a livello narrativo. Il nostro Protector ha delle meccaniche molto semplici ma efficaci, infatti avrà a disposizione colpi fisici e alcune abilità che riescono a colmare la lacuna di agilità che ha quest’ultimo, anche se si fa risentire una volta incontrati gruppi immensi di nemici. Nelle prime battute di gioco capiterà spesso di morire, perché essendo lento il nostro personaggio non riuscirà a eludere e schivare i nemici che incontra durante la via, e quindi nel tentativo di farli fuori il più delle volte si finirà con una bella schermata di morte e con la scelta di respawn.

ss_0df4a3b099c1fabd14e90a33082d8ea0d686f004
Viste le numerose morti e quel tasto di respawn invitante verso l’hub centrale di gioco, ci siamo decisi ad andarlo a visitare per vedere cosa ci può offrire, e tra le tante cose è saltato subito all’occhio il tavolo da stratega, o meglio, un tavolo dove poter inviare le nostre truppe in missioni (per chi ha giocato The Incredible Adventures of Van Helsing II sa di cosa stiamo parlando, visto che la funzione è rimasta invariata). Nell’hub troviamo una zona destinata al crafting, partendo da armature fino ad arrivare ai nostri armamenti. La versione che abbiamo giocato ci offriva solo tre missioni principali, accompagnate da alcune secondarie, ma tutte facili da portare a termine e da una longevità abbastanza scarsa. Una volta terminata la nostra piccola avventura con il Protector, abbiamo deciso di avventurarci con l’Elementalist, che si basa principalmente sulla magia, il quale, rispetto al Protector abbiamo trovato molto più facile da dominare e comandare, più agile e meno legnoso durante gli spostamenti e i combattimenti. Le morti sono meno frequenti con l’Elementalist, visto che i suoi attacchi si basano principalmente sulla lunga distanza e difficilmente entreremo a contatto ravvicinato se non per causa maggiore con i nostri agognati nemici. Un elemento comune a entrambe le classi, e che va lodato, è sicuramente la presenza della nostra compagna Lady Katarina, molto utile  negli scontri, visto che non mancherà di salvarci la pelle e uscirne indenni negli scontri più sanguinosi e rischiosi.

ss_7a4ce5b73de2b350a9b4526d4a4991b144cfc2acCommento Finale

Sappiamo che si tratta di una Preview Build, ma alcuni difetti hanno intaccato la nostra prova, come ad esempio problemi grafici, visto che alcune textures dei nemici venivano sovrapposte ad altre, se non perfino sopra ad ambienti impedendoci di vedere dove stavamo andando. Nonostante qualche piccolo problema, il gioco riesce a difendersi bene, partendo da un ottimo bilanciamento dei combattimenti e delle classi, fino ad arrivare a un’ottima componente audio che contorna per bene l’esperienza di gioco. Sicuramente ci sono stati diversi miglioramenti significativi rispetto al predecessore in fatto di battle system, ma ancora è presto per darne un giudizio ben strutturato e che possa essere chiaro, visto che le pecche ci sono e si fanno sentire al momento, sperando di avere maggiori sorprese (positive si intende) all’interno del gioco. Non resta che attendere il fatidico giorno decisivo, per poterne sapere di più sul prodotto della serie Van Helsing.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com