Tower of Guns – Recensione

towerofguns

Tower of Guns è la dimostrazione che ancora una volta i titoli Indie posso dare al giocatore un esperienza di gioco migliore di alcuni titoli di maggior successo. Uscito durante lo scorso anno esclusivamente su PC e il 10 aprile 2015 su console, il gioco è disponibile gratis per i membri del PS Plus per tutto il mese di aprile quindi questa è un’altra delle buone ragioni per provarlo sicuramente.

Titolo: Tower of Guns
Sviluppatore: Terrible Posture Games
Genere: FPS
Piattaforma: PS3, PS4, PC, Xbox One, Xbox 360
Giocatori: 1
Localizzazione: Completamente in inglese

Il gioco in sè ha una trama abbastanza banale, interpreteremo degli eroi che dovranno superare delle sfide e gli ostacoli di questa famigerata torre per arrivare a distruggere il cuore dell’edificio. Detta così potrebbe risultare una trama con poco potenziale, ma nel corso del gioco saremo troppo presi a sopravvivere che non  ci faremo più caso. Uno degli aspetti fondamentali è che abbiamo di fronte un’ennesimo titolo rougelike, quindi tutte le sezioni di gioco saranno generate in modo puramente casuale, ma il vero aspetto che lo caratterizza da altri titoli rougelike è la prima persona, che unirà uno dei generi più conosciuti di sempre (FPS) con uno che stà iniziando a farsi conoscere (rougelike). Il gioco è composto da 5 livelli che si concluderanno con delle boss fight, il primo livello e gli ultimi 2 saranno uguali per tutti, mentre i 2 intermedi saranno casuali.

Tower_of_Guns_Screenshot_2-640x360

Il level design del titolo porterà gli amanti della vecchia scuola ad amarlo, la pretesa del gioco non è quella di sembrare più reale possibile, ma quella di divertire e fare sembrare tutto lo scenario un luogo folle e imprevedibile, pieno di piattaforme, salti, oggetti da schivare, power up e chi più ne ha più ne metta. Inoltre ci saranno anche delle aree segrete da raggiungere avendo un certo livello di abilità, e grazie alle quali sarà possibile sconfiggere un boss segreto. Ulteriore punto a favore è la varietà delle armi, che all’inizio saranno solo 2 ma proseguendo sarà possibile sbloccarne molte altre insieme a potenziamenti ottenibili sconfiggendo boss, superando livelli o in giro per lo scenario. Purtroppo durante l’esperienza di gioco ci troveremo davanti a numerosi bug dei quali a volte possiamo sorvolare (mancanza di texture in alcune zone, scomparse e ricomparsa della propria arma ecc..) ma altre volte, quando il bug impedisce di proseguire nel gioco o di raggiungere un determinato posto, la situazione peggiora un po’, rendendole inaccettabili.

109747-screenshot

Tirando le somme, Tower of Guns è un ottimo indie che ha raggiunto l’obiettivo di essere rilasciato anche per console di nuova generazione, dimostrando di saper divertire e unire due generi così importanti tra loro. Avvolte il gioco può risultare ripetitivo, soprattutto dopo i primi livelli, ma l’ambiente e la voglia di sbloccare armi sempre più pazze ci farà dimenticare questo aspetto.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.