Lego Jurassic World – Intervista a Tim Wileman

Ci siamo trovati in compagnia del serafico Tim Wileman, Associate Producer in forze a Traveller’s Tales, pronto a beccarsi una dose esaustiva delle nostre domande sul prossimo capitolo delle avventure dei celebri mattoncini danesi.
Il buon Tim non ha lesinato sull’entusiasmo e sulle informazioni nonostante avesse tenuto una già di per sé sostanziosa presentazione, se volete dunque saperne di più su Lego Jurassic World a voi l’intervista che sarà completata a breve da un articolo sulla nostra prova!

Tim Lego

MR: Spesso abbiamo come l’impressione che in questo media chi crea giochi per un target ampio sia visto un po’ dall’alto in basso e giudicato a priori. In realtà, secondo la nostra esperienza, lavorare con pubblico vasto può rendere le cose molto difficili, soprattutto pensando alle differenze d’età. Ciò che gratifica un ragazzo potrebbe non farlo con un adulto o viceversa, come si adatta un’esperienza a così tanti palati diversi?

TM: E’ sicuramente una sfida perché esistono molti fan dei nostri giochi, e soprattutto di Jurassic Park. Quando ci siamo seduti per la prima volta per sviluppare il design del gioco volevamo fare in modo che ne risultasse un’esperienza autentica, che fosse destinata ai fan del film ed a quelli dei nostri giochi. Bisogna più che altro trovare l’equilibrio, ci sono ad esempio scene paurose, e volevamo includere anche queste nel gioco. A volte, ad esempio, lo humor può essere sottile, mentre altre volte risulta più esplicito.

MR: Restando in argomento: quando al tuo gioco si avvicina anche un’utenza tutto sommato giovane come puoi garantire che questa sappia cosa deve fare all’interno dell’avventura e sul come progredire efficacemente?

TM: E’ importante ricordare che facciamo giochi anche per ragazzi giovani, certe persone possono dimenticarselo. Quindi dobbiamo essere sicuri che possano comprenderli e che possano progredire. I modi giusti per farlo sono diversi: ad esempio in Jurassic World, abbiamo inserito i frammenti di DNA e… ti ricordi mr. DNA dal primo film? Abbiamo registrato diversi nuovi dialoghi apposta per lui. Spesso elargisce consigli utili soprattutto per i giocatori più giovani. Il design è costruito in modo da dare suggerimenti di tipo visivo tra l’altro.

LEGO Jurassic World_1

I dinosauri non utilizzano la loro possanza solo come arma di offesa ma anche per risolvere svariati enigmi ambientali.

MR: Quindi diresti che è più complesso realizzare qualcosa di questo tipo rispetto a un titolo diretto solo ad una fascia di utenza adulta?

TM: Ancora una volta è più una questione di trovare il giusto equilibrio e di divertirsi mentre si programma il gioco. Anche dal punto di vista del contenuto, i più grandi potrebbero gradire di più i primi film, mentre i più giovani essere interessati al nuovo. Bisogno agire in maniera equilibrata, dando a tutti qualcosa con cui divertirsi.

MR: La trilogia dei film di JP non è qualitativamente costante, anche molti fan guardano con occhio critico alcune parti del secondo o del terzo film. Temi che memori dell’esperienza discreta avuta con alcuni dei lungometraggi possano trovare alcune parti del gioco sottotono?

TM: No, questo io non credo. Per molti il primo film rimane il migliore, ma per noi che analizziamo ogni film nel dettaglio anche nel resto della trilogia c’è materiale estremamente interessante e con grandi potenzialità di gameplay. Dalla nostra analisi emergono tanti dettagli importanti, “in questo capitolo abbiamo più materiale sui dinosauri, in quest’altro c’è una scena ambientata in San Diego (…)” Abbiamo ottime quantità di buon contenuto, buone locations ben distribuite lungo tutta l’opera, quindi siamo confidenti nel risultato d’insieme.

MR: Ci parleresti delle nuove features più interessanti previste per Lego Jurassic World?

TM: Una delle nuove feature più emozionanti sono sicuramenti i dinosauri, sai, ce ne sono più di venti nel gioco, ognuno ha le sue caratteristiche, personalità e abilità. Sembra che tornino in vita per davvero e lavorare con essi in collaborazione con i personaggi umani canonici crea moltissime situazione diverse e molto divertenti. E’ possibile addirittura personalizzare i propri dinosauri, scambiando le parti del corpo tra loro, ci sono tantissime combinazioni possibili (…)

LEGO Jurassic World_3

Alcuni momenti di tensione dell’opera originale sono stati mantenuti, ma non vi aspettate di rimanere seri per più di cinque secondi!

MR: Traveller’s Tales ha una storia molto longeva ed esclusiva con il brand Lego ma, ai propri esordi, sviluppava i generi più disparati. Non sentite mai il bisogno di dedicarvi ad altre IP?

TM: Quello dei Lego è un brand fantastico e tutti noi del team di sviluppo ne siamo grandissimi fan, quindi ehm… no, penso che siamo tutti felicissimi della situazione attuale (ridiamo). In oltre c’è così tanto potenziale in questa serie!

MR: Perfetto per la mia prossima domanda (sorride), se potessi scegliere una qualsiasi serie: cinematografica, videoludica, letteraria per realizzare il prossimo titolo Lego, con cosa ti piacerebbe cimentarti? Non hai limiti, qualsiasi cosa!

TM: Ricevo spessissimo questa domanda, ci sono così tanti classici che si potrebbe reinventare. Ad esempio io vedrei moltissime potenzialità nel brand Ghostbusters(…)

MR: E con altre serie videoludiche?

TM: MMhh… fammi tu un esempio! (ride e mi indica ndr)

MR: Penso che mi piacerebbe moltissimo vedere un Lego The legend of Zelda!

TM: Oh, sì, capito. Sai, molti in realtà chiedono cose di questo tipo. Questa è un’ulteriore dimostrazione di quanto le possibilità del brand siano vaste e per noi sperimentare con tutto è molto importante così da poter ampliare ancora l’universo Lego, quindi, sai… tutto è possibile!

MR: Una parte centrale dei vostri giochi è sicuramente lo humor, cosa tutt’ora abbastanza rara da trovare in altri titoli o comunque non così ben fatta, chi si occupa della stesura delle battute, partecipate tutti o ci sono figure fisse?

Abbiamo modo di lavorare con un team di ragazzi fantastici: designer, programmatori, grafici e tutti lavoriamo a strettissimo contatto per cercare di creare un’esperienza il più divertente possibile e poi Lego è un brand così versatile, Jurassik Park (in questo caso) è pieno di personaggi dal grande carisma, belle ambientazioni, insomma diventa un lavoro facile per noi (ride).

MR: Grazie del tuo tempo Tim!

TM: Figurati, grazie mille a voi! Ciao!


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com