Tokyo Twilight Ghost Hunters – Recensione

logo_tokyotwilightghosthunters

Un po’ tutti fin da piccoli siamo stati attratti dal paranormale, nel bene o nel male, nonostante la paura, quell’attrazione verso tutto ciò che ci appariva inspiegabile e ci inquietava c’era ed era palpabile. Se un giorno, vi proponessero di partecipare alla “Caccia” di alcuni fantasmi, voi accettereste? Perché proprio questo è l’incipit di Tokyo Twilight Ghost Hunters (titolo sviluppato dai ragazzi di Toy Box in collaborazione con Arc System Works e pubblicato in Occidente dalla solita NIS America per PlayStation 3 e PlayStation Vita) che cerca di immedesimare il giocatore in una storia che mescola fantasmi e paranormale nella quale ne vedremo di tutti i colori.

Titolo:
Tokyo Twilight Ghost Hunters
Sviluppatore: Toy Box
Distributore: NIS America
Genere: Visual Novel
Piattaforme: PlayStation 3 e PlayStation Vita.
Localizzazione: Testi in inglese e doppiaggio giapponese.

Ospiti di una terra infestata…
Partiamo dal presupposto che Tokyo Twilight Ghost Hunters appartiene a un genere poco apprezzato al di fuori del Giappone trattandosi di una Visual Novel, peraltro nemmeno localizzata. Iniziato il gioco ci verrà chiesto di inserire dei dati anagrafici per il nostro protagonista: uno studente che si è trasferito in questa scuola da poco. Appena arrivati il professore decide di sciogliere le riserve e chiedere agli alunni se hanno domande da porci per agevolare il nostro inserimento nella classe, e subito un ragazzo di nome Masamune Shiga ci indirizzerà una domanda alquanto strana e sospetta nella quale ci chiederà se crediamo ai fantasmi. Nelle scelte avremo piena libertà, quindi se risponderemo in modo affermativo il ragazzo dirà che stava semplicemente scherzando (probabilmente per via delle numerosi voci sui fantasmi della scuola).
Ma partiamo dal principio: prima che giungessimo nell’istituto abbiamo fatto la conoscenza di due studentesse nel cortile antestante, una delle quali scopriremo solo dopo essere Sayuri Mifune, la rappresentante degli studenti che ci farà fare il tour della scuola. Nella stessa sezione conosceremo anche la caporedattrice della Gate Keepers Inc., una redazione che si occupa di spettri e affini, capaci anche di esorcizzare questi ultimi. Chizuku Fukurai, questo è il nome della caporedattrice che ci recluterà nella sua redazione, insieme a Sayuri Mifune, e accompagnati dall’ormai veterano Masamune Shiga.

screen1
Non tutte le novel sono uguali!
Tokyo Twilight Ghost Hunters è una visual novel fuori dal comune, con alcuni elementi che riescono a a farla distinguere dalla massa di titoli dello stesso genere, grazie a delle novità appetitose.
Dopo che ci verrà spiegata l’esistenza di alcuni spiriti maligni, i quali si aggirano in Giappone sotto diverse forme, verremo introdotti ad un sistema di combattimento alquanto interessante e stuzzicante. Il tutto ci verrà spiegato da Moichi Sengen, un ricercatore nonchè inventore dei mezzi che useremo della Gate Keepers Inc. insieme ai nostri compagni di avventura. Per rilevare la presenza di questi spiriti maligni useremo un apparecchio molto famigliare (ma a questo ci arriveremo dopo), quando avremo di fronte il nostro ricercato fantasma, partirà una sequenza attraverso una tavoletta tecnologica, inventata sempre dal caro Moichi, la quale mette in gioco diversi elementi RPG, visto che dovremo attendere il nostro turno e incastrare il fantasma scegliendo la mossa giusta da fare. Nonostante l’ottimo tentativo di introdurre un sistema di combattimento all’interno di una Novel, la componente principale del gioco sono i dialoghi e le scelte attorno ad essi, visto che a queste si aggiungono un sistema di sensi nel quale potremo decidere se durante un determinato evento intervenire con le mani o con l’istinto. Purtroppo non è esente da difetti, infatti nelle prime ore di gioco ci troveremo a testare tutti i sensi visto che, il gioco non ci spiega in alcun modo come bisognerà usarli e cosa comporterà usandone uno anziché un altro.

screen2
Frustrazione, vecchia volpe!
Prima di iniziare la storia principale potremo cimentarci nello svolgimento di compiti secondari, un po’ come avviene in altri giochi dello stesso genere. Un altro aspetto importante è sicuramente quello di personalizzare l’equipaggiamento del nostro personaggio al meglio, visto che armi e oggetti sono fondamentali per la riuscita di un esorcismo, infatti molti di questi sono ostici e odiosi considerato l’imprevedibile modo di agire delle entità che affronteremo. Molte volte capiterà di perdere ore ed ore per capire cosa portare durante un esorcismo, e non mancherà occasione che durante la caccia si vada a tentativi sperando in un colpo di fortuna. E’ stato anche inserito un minigioco per spezzare un po’ la monotonìa dei combattimenti ma, nonostante vada reso merito per il tentativo agli sviluppatori, l’operazione non è riuscita e contribuisce, anzi, al senso di frustrazione percepibile in determinate situazioni.

screen4
Una melodia divinamente stregata!
Un punto da lodare sicuramente è la gestione dei dialoghi e la grafica abbinata ad essa, visto che ogni personaggio sfrutterà una nuova tecnologia 2D simil 3D, che metterà in bella mostra le animazioni e le espressioni piene della grafica 2D in modo eccellente e mai visto prima. Dalla sua parte, anche la componente audio non è male, non a caso dietro essa si cela Nobuo Uematsu, il compositore storico della celebre saga di Squaresoft, si, stiamo parlando proprio di Final Fantasy.

screen4
Commento Finale
Possiamo dire che Tokyo Twilight Ghost Hunters è una Visual Novel unica nel suo genere, che fonde nuove componenti interessanti e mette il giocatore in una esperienza Full-Immersion, come se stesse vedendo un anime, grazie alla presenza di una sigla di apertura e di chiusura per ogni capitolo che completeremo. Sicuramente non è un titolo privo di difetti, visto che la ripetività sarà di casa e la frustazione di alcuni combattimenti si fa sentire in modo pesante, quindi si tratta di un gioco pressoché consigliato a un pubblico ristretto e magari a chi ha già provato l’esperienza di una Visual Novel e sa i rischi che si corrono giocandola.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.